Colloquio di lavoro in una piccola azienda: 5 trucchi per affrontarlo

Alcuni trucchi che ti saranno utili nel sostenere un colloquio di lavoro con le piccole realtà aziendali

Affrontare un colloquio per una piccola azienda può risultare leggermente differente rispetto a quelli fatti con le grandi realtà imprenditoriali. Per questo motivo devi essere preparato e mostrarti all’altezza della situazione, anche quando l’andamento dell’intervista potrebbe confonderti e depistarti. Ecco alcuni trucchi che ti aiuteranno a trionfare in un colloquio di lavoro, anche quando questo sembra andare verso la direzione sbagliata.


Il colloquio di lavoro con le piccole aziende

affrontare colloquio

Sostenere un colloquio di lavoro è una fase molto importante sia per il candidato che per l’azienda. Si tratta di un primo incontro tra le due parti, in grado di far emergere quelle che sono le hard e soft skills dei candidati. Non è tutto, in quanto anche l’aspirante dipendente, ha la possibilità di interfacciarsi con l’azienda e conoscerne meglio le dinamiche, la filosofia e la realtà lavorativa. Tuttavia, i colloqui non sono sempre tutti uguali. Spesso sostenere un’intervista con le piccole realtà aziendali può risultare leggermente differente. Perché? La motivazione principale sta nel fatto che nelle piccole realtà professionali, spesso mancano gli esperti nella selezione del personale. Potresti così trovarti a fare il colloquio con il datore di lavoro stesso. Si tratta di persone abituate ad interfacciarsi con i clienti, dunque il loro atteggiamento durante un’intervista di lavoro con i candidati potrebbe apparire differente.

Come affrontare un colloquio di lavoro con le piccole aziende: 5 consigli utili

Sia nel caso in cui sostieni un colloquio con le grandi realtà aziendali, sia che sostieni un’intervista con le piccole imprese, devi farti trovare sempre preparato. Non puoi permetterti di lasciare tutto al caso, rischieresti di perdere importanti opportunità di inserimento nel mondo del lavoro e di carriera. Un rischio troppo alto, considerando l’alto tasso di concorrenza che governa l’odierno mercato del lavoro. Ecco alcuni consigli che ti potranno aiutare in fase di colloquio, così da giocare al meglio le tue carte ed ottenere il posto di lavoro tanto ambito.

Fatti trovare preparato al colloquio di lavoro

In qualsiasi tipo di colloquio devi essere assolutamente preparato. Questo non significa imparare a memoria come rispondere alle domande, o studiare repertori da recitare al tuo interlocutore. Al contrario significa avere il maggior numero possibile di informazioni che riguardano la realtà aziendale, la sua mission, l’ambiente di lavoro, le caratteristiche che ricercano nei candidati e tanto altro. Queste preziose informazioni potrai reperirle sul web, oppure facendo una chiacchierata con le persone che già lavorano con tale azienda. I recruiter ed i dirigenti apprezzano l’interesse che i candidati dimostrano nei confronti dell’impresa.

Non lasciar parlare sempre loro

Altro consiglio è quello di non lasciare parlare sempre il tuo interlocutore, ma saper intervenire nel momento giusto. Bada bene, questo non ti autorizza ad essere scortese e poco rispettoso, cercando di parlare sopra il tuo recruiter. Se stai sostenendo un colloquio con le piccole realtà aziendali, probabilmente il tuo selezionatore è lo stesso capo. Si tratta di persone che, nella maggior parte dei casi, non possiedono le conoscenze e l’esperienza tipiche degli addetti alla selezione del personale e risorse umane. Il capo ed i dirigenti, solitamente si interfacciano con i clienti, e questo potrebbe portarli anche in fase di colloquio, a parlare molto dell’azienda, della loro missione, degli ideali, dei prodotti e servizi offerti e tanto altro. Insomma potresti avere poco spazio per esprimerti ed interagire. Ebbene, cerca di intervenire, prendendo la parola nel pieno rispetto del tuo interlocutore.

Sii pronto a domande generiche

Ti potranno essere fatte domande molto generiche, tanto che in un primo momento potresti essere depistato o confuso. Stai tranquillo è tutto normale. Parti già preparato alla possibilità di dover rispondere a quesiti molto generici e poco incentrati sul colloquio e lavoro. Non agitarti se ti viene ad esempio chiesto: che rapporto hai con la tecnologia? Quali sono le tue passioni? Quali i tuoi difetti e pregi?

Fai domande interessanti

Fare domande attinenti al contesto è segno di maturità, di interesse e di intelligenza. Il colloquio di lavoro non deve mai essere a senso unico, altrimenti si rischia di fare peggio. Fatti vedere attivo, incuriosito, interessato e poni domande sull’azienda, la sua filosofia lavorativa, i valori da seguire e tanto altro. In questo caso potrebbe esserti utile preparare in anticipo qualche quesito da porre al tuo interlocutore, così da avere sempre pronto un asso nella manica.

Evidenzia il tuo interesse nei confronti dell’azienda

In qualsiasi tipo di colloquio mostra il tuo interesse nei confronti di quella particolare e specifica realtà aziendale. Nel mercato del lavoro ci sono tante realtà professionali, ma tu hai scelto di candidarti proprio a quella. Evidenzia le tue motivazioni, quelle stesse che ti portano a voler lavorare con quell’azienda invece che con le altre. Mostrati costantemente motivato, in quanto questa è una delle qualità che vengono apprezzate dei datori di lavoro e non solo. Si stima che è proprio la mancanza di interesse e motivazione la causa del mancato successo di tanti colloqui di lavoro. Non dimenticarti di mostrarti una persona dinamica, sempre informata ed aggiornata. Non bisogna mai smettere di imparare e di puntare in alto, soprattutto nel mondo del lavoro. Le aziende, sia piccole che grandi cercano persone che possano portare dei vantaggi, che possano farle crescere e migliorare.

Colloquio di lavoro e forza di volontà dei candidati

Ottenere un lavoro sicuramente non è semplice e scontato. Ci sono tante variabili che entrano in gioco, molti fattori da dover considerare, tanti aspetti a cui prestare attenzione. La buona riuscita di un intervista di lavoro, sia essa individuale che di gruppo dipende anche dalla forza di volontà del candidato. Se ti presenti annoiato, poco motivato, se sei il primo a non credere di essere all’altezza di quell’impiego, molto difficilmente l’azienda punterà su di te e con molta probabilità sarai scartato dalla selezione. Non sei l’unica persona ad aver inviato il Curriculum, la concorrenza è altissima e potrà remarti contro. Mettici passione, volontà, determinazione, forza e non arrenderti mai. Tu sei la prima persona che deve crederci, che deve avere fiducia e speranza, altrimenti non andrai lontano.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro

CATEGORIES
Share This

Commenti