Il lavoro dell’addetto al recupero crediti: chi è, cosa fa, formazione ed opportunità

L'addetto al recupero crediti è una figura spesso guardata con sospetto ma che dal punto di vista professionale consente di ottenere molte gratificazioni. Vediamo insieme cosa fa, la sua formazione e le opportunità lavorative

Quando si parla di addetto al recupero crediti si pensa sempre, erroneamente va detto, ad una figura professionale osteggiata e criticata. In realtà l’addetto al recupero credito è un professionista che ha acquisito una competenza specifica e qualificata, ed è proprio quello che potrai scoprire in questa guida, nella quale ti indicheremo anche come si diventa addetto al recupero credito e scoprirai che si tratta di un’opportunità che può riservare gratificazioni lavorative ma anche economiche.


Chi è e cosa fa l’addetto recupero crediti

L’addetto al recupero credito, e questa è la prima cosa da specificare, è una figura importantissima, quasi centrale, in un’azienda, non necessariamente di grandi dimensioni. Come ti abbiamo anticipato, quando si parla di recupero del credito, ci si immagina di essere perseguitati da un ‘avvoltoio’ in cerca dei nostri soldi, ma prova a ragionare su questo esempio. Sei il titolare di una ditta che ha fatto degli investimenti importanti per espandersi. I tuoi debitori stentano ad assolvere i loro doveri, mettendoti in seria difficoltà. In questo caso un addetto al recupero crediti non fa altro che agire in tuo nome per ottenere quello che ti spetta di diritto. Immagina poi questo altro caso: sei tu il debitore, e per una serie di circostanze stai avendo difficoltà a rientrare di quanto dovuto. In questo secondo caso puoi immaginare l’addetto al recupero credito come un professionista al quale tu davvero devi dei soldi, ma che ti aiuterà a rientrare nei modi e nei tempi consoni per tutte le parti in causa. Infatti, per diventare un bravo addetto al recupero credito, i requisiti che servono non sono solo quelli professionali, ma anche quelli relazionali e comunicativi. Vediamoli.

addetto recupero crediti

Requisiti per diventare addetto recupero crediti

Dimentica l’addetto al recupero credito in giacca e cravatta, cinico e senza scrupoli, pronto a mandare sul lastrico chiunque. Se tu stesso stai pensando di intraprendere questa interessante e stimolante carriera, ti indichiamo infatti le competenze, sia professionali che umane, che dovresti conseguire e/o possedere per svolgere al meglio questa professione. Cominciamo da quelle che vengono definite ‘skills‘ cioè le abilità personali, che non sono affatto di secondo piano. Immagina un addetto al recupero che non sappia comunicare o che manchi di empatia. Sarebbe impossibile per lui svolgere questo delicatissimo lavoro in cui si ha a che fare con persone in momenti difficili.
Ecco allora le abilità che, se possedute, fanno la differenza:

  • sicurezza in se stessi: a volte chi svolge questo lavoro si sente in qualche modo in difetto, ma si deve sempre ricordare che si sta svolgendo un lavoro onesto, e si deve farlo con grande autostima e senso di soddisfazione;
  • lavoro per obiettivi: uno degli aspetti più importanti che dovresti possedere se vuoi svolgere questo mestiere è il lavoro per obiettivi. Se ti concentri infatti su ogni singolo recupero, potresti restare frustrato, con le difficoltà che comporta. Se invece ti concentri su un risultato mensile, lavorerai in maniera più rilassata;
  • capacità di problem solving: cioè la capacità di trovare una soluzione ad ogni possibile problema che possa nascere;
  • comunicatività: si deve parlare con il cliente, e ciò vuol dire che si devono conoscere le basi della comunicazione umana, per avere un dialogo più costruttivo possibile;
  • distacco emotivo: alla fine di tutto, se è utile empatizzare, non lo è farsi intimidire o impietosire. Si ha un lavoro da svolgere e si deve farlo al meglio.

Vediamo adesso qual è il percorso formativo che dovresti seguire se vuoi diventare un bravo addetto al recupero credito.

Corsi e formazione per diventare addetto recupero crediti

La prima cosa da dire in questo senso, è che non esiste un titolo, un diploma o tanto meno una laurea in ‘recupero credito’. Proprio per questo motivo è fondamentale, per fare la differenza, studiare in maniera seria grazie ai corsi che si possono trovare per non improvvisarsi tale.
Certamente una laurea specifica in Economia o Giurisprudenza potrebbe, e dovrebbe essere, un requisito immancabile. Anche la provenienza da un istituto di Ragioneria predispone nel modo giusto la mente di chi vuole cominciare a lavorare in questo settore.

Una volta partiti con il piede giusto, si potranno poi frequentare corsi specifici. In tal senso è utile ed anzi opportuno seguire con costanza tutti gli aggiornamenti pubblicati sul portale UNIREC, cioè dell’unione nazionale imprese a tutela del credito, dove si possono sempre trovare news e info utilissime. Quindi, sappi che non serve un titolo specifico per lavorare, ma che basta il diploma. A questo punto è la pratica e l’esperienza che fanno la reale differenza, e cominciare la famosa gavetta in uno studio professionale potrebbe essere lo start più adatto per imparare.

recupero crediti

Spesso, e questo vale se si frequenta l’Università, si può entrare in contatto con il mondo del lavoro grazie a tirocini, praticantati o percorsi formativi affianco di chi già svolge questo delicato lavoro. Considera poi che, qualora ci si mettesse in proprio come libero professionista, sarebbe davvero difficile farsi assumere da un’azienda nel settore del recupero credito se non si può già vantare un curriculum che attesti la propria esperienza preferibilmente pluriennale.

Tipologie di addetto recupero crediti

Un altro aspetto interessante da sottolineare è la varietà del lavoro che può svolgere un addetto al recupero crediti. Anche in questo caso, infatti, non si tratta solo di andare a riscuotere soldi, ma sono tante le azioni da compiere. Facciamo un esempio pratico e proviamo ad immaginare un addetto al recupero crediti in una giornata tipo.

Innanzitutto il nostro professionista potrebbe lavorare sia come dipendente, presso uno studio, o come libero professionista, lavorando ad esempio a partita Iva e operando come consulente di una società nel settore relativo. Immagina il caso in cui la ditta che lo ha assunto debba riscuotere un credito. La prima cosa che dovrebbe tenere a mente è che sta svolgendo qualcosa di lecito e anzi dovuto: l’azienda ha tutto il diritto di rientrare del proprio credito. Potrà quindi, come primo tentativo, contattare il debitore e fissare con lui un incontro. Immaginiamo anche il caso più semplice, e cioè quello in cui il debitore sia ben disposto al rientro. Il professionista potrà quindi studiare con lui un piano di rientro basato sulle sue reali possibilità per fare in modo che l’azienda ottenga il suo denaro, magari un po’ alla volta ma con certezza. L’addetto al recupero crediti quindi è in grado di calcolare ad esempio rate con relativi interessi, e dovrà poi verificare che i pagamenti avvengano con regolarità e secondo i metodi e le somme stabilite.

Alternative al rientro totale del debito

Ci sono due situazioni particolari di fronte alle quali l’addetto al recupero crediti potrebbe trovarsi. Vediamole:

  • rientro parziale: in questo primo caso l’addetto al recupero crediti sa anche che a volte ci si può trovare davanti a qualcuno che per reale difficoltà non può rientrare del tutto del debito. In questo caso allora saprà calcolare quello che si chiama rientro parziale del debito. Si tratta di fare una stima di qual è la somma minima della quale l’azienda deve rientrare per non perdere quanto meno le spese vive sostenute e proporre al debitore un rientro in più tappe per, se così può dirsi, accontentare tutti;
  • necessità di decreto ingiuntivo: in questo secondo caso invece l’addetto al recupero crediti potrebbe trovarsi davanti a qualcuno di disonesto che, pur potendo pagare il proprio debito, non intende farlo. In questo caso allora dovrà intendersi di legge per eseguire quello che si chiama ‘decreto ingiuntivo’, cioè un documento con il quale imporre per legge al debitore il saldo di quanto dovuto.

Qui sta la grande abilità del professionista: nel capire davanti a quale situazione si trova e come è meglio agire. La via detta ‘stragiudiziale‘ infatti è sempre la strada migliore da percorrere, e dovrebbe essere perseguita come prima alternativa. Diversamente, si dovrà andare per vie legali. L’addetto al recupero crediti non è un avvocato, ma dovrà conoscere gli atti necessari che vengono predisposti in questi casi, e potrà anche redigerli per poi metterli alla firma di un legale autorizzato.

Quindi l’addetto al recupero crediti sarà in grado di scrivere un decreto ingiuntivo, e dovrà avere anche delle competenze informatiche per creare ad aggiornare un database nel quale inserire i dati dei debitori via via che si occupa delle relative pratiche.

Recupero crediti

La carriera dell’addetto recupero crediti

Da quello che ti abbiamo detto, la carriera di un addetto al recupero crediti, può essere davvero soddisfacente, a patto che sia svolta con serietà e competenza. Fondamentale in questo senso è praticare una sorta di tirocinio in uno studio avviato, con il titolo di ‘junior‘, per poi arrivare alla qualifica di ‘senior‘ ed eventualmente poi mettersi in proprio aprendo una partita Iva e lavorando come libero professionista.

Come ti abbiamo detto all’inizio, difficilmente si potrà essere ingaggiati da un’azienda se non si ha esperienza, e lavorare quindi in apprendistato per conto terzi è un ottimo modo di cominciare. La carriera dell’addetto al recupero crediti, dallo scalino più basso, è una vera gavetta molto utile, che inizia in genere con il recupero al telefono. Si viene quindi muniti di un vero e proprio elenco telefonico dei creditori, da spuntare via via. È una fase pratica che dona un’ottima preparazione, e che non va mai sottovalutata.

Dove può lavorare un addetto recupero crediti

Le occasioni di impiego per un addetto al recupero credito sono molteplici. Il professionista può essere assunto infatti all’inizio nel recupero crediti telefonici presso una società o uno studio di recupero crediti. Può essere impiegato anche in uno studio legale. Molti sono gli studi legali specializzati nel recupero stragiudiziale o giudiziale del denaro. Il suggerimento è di cominciare sempre in queste strutture, sia per fare pratica sia per non sostenere i costi di una libera professione. Solo nel momento in cui ci si sentirà pronti per il grande salto, ci si potrà mettere in proprio e lavorare come consulente esterno.

Quanto guadagna un addetto recupero crediti

Veniamo adesso ad una domanda molto interessante alla quale certo non è possibile dare una risposta univoca. Possiamo però provare a fare qualche stima più che realistica. Intanto considera che il guadagno dipende da due fattori se si lavora come dipendente: il fisso e il variabile. In genere chi è assunto all’interno di uno studio percepisce un fisso che copre le spese, e una parte variabile che deriva da una percentuale sulle somme recuperate. Nel caso della libera professione gioca molto invece l’esperienza con la quale ci si ‘vende’ in qualità di consulente.
Se ti interessa una somma di massima, ebbene il guadagno medio che si può realizzare parte da una cifra che si aggira sui 700-800 euro al mese per arrivare fino a guadagni interessanti che possono toccare anche i 30.000 euro all’anno in caso di pratiche andate a buon fine con costanza. Considera che più si va avanti con l’esperienza, più recuperi si otterranno, più consulenze si avranno, e più si guadagnerà. Un credit manager può incassare anche 5060.000 euro in un anno.

Associazioni e/o gruppi

A fine di questa guida, vogliamo indicarti alcuni riferimenti utili di gruppi ai quali puoi rivolgerti per avere tutte le informazioni che potrebbero interessarti. Questi sono:

  • Uirs: unione italiana recuperatori stragiudiziale, raggiungibile cliccando qui;
  • Recupero crediti Italia ed Estero: gruppo Facebook raggiungibile qui;

oltre al citato UNIREC.

Se sei alla ricerca di un lavoro come addetto al recupero crediti, ecco le opportunità disponibili su Euspert: offerte lavoro recupero crediti in tutta Italia.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro



CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)