Aumentano gli stipendi: fino a 100 euro in più in busta paga. Ecco come e quando

In arrivo aumenti salariali per i lavoratori italiani, che potranno beneficiare fino a 100 euro in più in busta paga.

Buone notizie per i lavoratori e per le loro buste paga. In arrivo aumenti salariali, garantendo fino a 100 euro in più al mese. L’idea è stata accettata e sostenuta dai vari sindacati. La manovra riguarderà circa 16 milioni di lavoratori. Ecco di cosa si tratta e quando ci saranno i primi aumenti di stipendio.


Aumentano gli stipendi degli italiani

aumenti busta paga

Il Governo sta lavorando a delle misure di carattere fiscale, che possano aiutare i cittadini, in particolare quelli con redditi medio bassi. Il taglio del cuneo fiscale, permetterà di procedere con l’aumento degli stipendi dei lavoratori, che significherà avere delle buste paga più pesanti, contenenti fino a 100 euro in più. Saranno interessati circa 16 milioni di contribuenti, ossia 4,3 milioni in più, rispetto agli attuali beneficiari del Bonus Renzi di 80 euro. Si tratta di un benefit economico per i lavoratori, che si aggirerà intorno i 1.200 e 192 euro lordi all’anno. Insomma una cifra di tutto rispetto che farà gioire i contribuenti. Come lo stesso Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha confermato, si tratta di un primo passo per la realizzazione di una vera e propria riforma fiscale, per andare a sostenere ed aiutare gli italiani con redditi medio bassi.

L’aumento degli stipendi: arriva l’ok dei sindacati

Arriva l’ok da parte dei sindacati, relativamente alla manovra fiscale che andrà ad aumentare gli stipendi egli italiani. Tra le varie proposte avanzate dal Ministro dell’Economia e delle Finanze è stata scelta quella che allarga notevolmente la platea dei beneficiari. A godere della misura, i redditi fino i 40 mila euro, mentre restano fuori gli incapienti, cioè coloro che dichiarano meno di 8.200 euro di reddito, che comunque saranno agevolati con altre misure. Tuttavia, si stratta di un buon punto di partenza, anche secondo i sindacati dei lavoratori, in quanto, finalmente qualcosa si comincia a muovere in una situazione che per molto tempo era rimasta statica. Dunque, si conserva il bonus di 80 euro, andando ad ampliare la platea dei possibili beneficiari con ulteriori aumenti salariali, il tutto in attesa della definitiva riforma Irpef.

Il taglio dell’Irpef, il prossimo step in programma

Intanto, già si guarda al futuro, aprendo i cantieri per quella che sarà la tanto attesa riforma Irpef che il Governo intende studiare a tavolino coinvolgendo i sindacati dei lavoratori. Inoltre, nel corso dei prossimi giorni, ci saranno degli incontri per discutere del piano investimenti, della fiscalità, della crescita ed anche del piano per il rilancio del Sud Italia. Il taglio del cuneo fiscale, la diminuzione delle tasse sui cittadini, l’aumento degli stipendi è solo un primo passo per qualcosa di più grande, che potrà davvero aiutare economicamente gli italiani, partendo dalla rivalutazione e riorganizzazione del sistema fiscale che grava sulle spalle dei cittadini e delle imprese stesse.

I fondi stanziati per questa importante manovra a favore dei contribuenti

Molti si chiederanno se il Governo possiede davvero i fondi necessari per poter procedere con il taglio delle tasse e l’aumento dei salari. Fino ad oggi, la Legge di Bilancio ha stanziato 3 miliardi di euro, che nel 2021 arriveranno a 5 miliardi. Questo permetterà di incominciare ad aumentare gli stipendi già da luglio 2020. In particolare, gli 11,7 milioni di lavoratori che beneficiano del bonus Renzi, riceveranno ulteriori 20 euro in più. Insomma i benefici economici in busta paga saranno ben distribuiti fino ai redditi di 40 mila euro lordi. Ovviamente la macchina fiscale non è perfetta, ma nel corso dei mesi si lavorerà a miglioramenti di qualsiasi tipo, per garantire il buon funzionamento della manovra a sostegno dei contribuenti italiani.

Dopo anni di promesse, fatte dalle varie forze politiche, sembra che i tempi per godere di maggior denaro in busta paga siano maturi e soprattutto vicini. Del tipo: mai dire mai nella vita, perché tutto può succedere.

CATEGORIES
Share This

Commenti