Avviare un’impresa nel 2020: tutti i finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto

Avviare un'impresa nel 2020 diventa più facile grazie ai finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto. Misure a livello nazionale e locale

Il 2020 sarà un anno florido e promettente per chi decide di avviare nuove imprese ed attività imprenditoriali. Sia a livello nazionale che locale, ci sono tante misure a sostegno dei nuovi imprenditori, per agevolare la nascita e l’avvio di imprese sul nostro territorio.


Misure a sostegno delle nuove imprese

Finanziamenti

Dare una spinta all’economia italiana è senza alcun dubbio qualcosa di rilevante non solo per il Paese ma anche per tutti coloro che vogliono mettersi in proprio ed avviare un’attività imprenditoriale. Possiamo ben immaginare che creare ed avviare una nuova azienda non è semplice, tra pratiche burocratiche, investimenti economici e la tassazione prevista, lo scenario si complica ancora di più. Tuttavia, anche per il 2020 ci sono tante opportunità e misure a sostegno dei neo imprenditori, con finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto. Fare impresa diventa più facile, potendo contare su determinati aiuti e sostegni finanziari, in quella che è la fase più delicata e vulnerabile di un’attività, ossia la sua nascita. Di seguito proponiamo alcune delle misure, attive sia a livello nazionale che locale, a sostegno dell’imprenditoria. Tale lista è puramente indicativa non esaustiva, ma tuttavia utile per farsi un’idea generale.

Finanziamenti agevolati, bando “Nuove Imprese a Tasso Zero”

Tra i vari bandi nazionali, ricordiamo quello denominato “Nuove Imprese a Tasso Zero” promosso da Invitalia. Si tratta di una misura a sostegno delle nuove imprese operanti nel settore tradizionale, non necessariamente di carattere innovativo, tecnologico ed avviate da giovani e donne. Per fare un esempio, potrà accedere a tali finanziamenti, chi decide di aprire un bed & breakfast, strutture alberghiere, palestre, centri benessere, bar, ristoranti e tanto altro. Le agevolazioni sono a livello nazionale, prevedendo il finanziamento a tasso zero dei vari progetti d’impresa, con una spesa fino a 1,5 milioni di euro. Prestiti che possono così arrivare a coprire fino al 75% delle spese totali. La dotazione finanziaria, concessa fino ad esaurimento fondi è di 150 milioni di euro. Un modo per incentivare anche la ripresa del settore classico, che comunque rappresenta una parte molto importante della nostra economia, assieme alle aziende di carattere più tecnologico ed innovativo.

Le agevolazioni per avviare un’impresa al Sud

Il bando “Resto al Sud” è un altro esempio di misure a favore delle imprese che nascono e si sviluppano nel Sud Italia. Si tratta di un incentivo che si rivolge ai soggetti con età tra i 18 e 45 anni, che risiedono ed avviano un’azienda in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Sardegna, Sicilia, Puglia e Molise. Chi vuole accedere a tale misura, deve comunque soddisfare determinati requisiti:

  • essere residenti nel Mezzogiorno al momento della presentazione della domanda, oppure trasferirsi entro 60 giorni dall’accettazione della domanda di partecipazione;
  • per tutta la durata del finanziamento il richiedente deve mantenere la sua residenza al Sud;
  • la sede legale ed operativa dell’impresa deve essere nel Mezzogiorno per tutta la durata del finanziamento;
  • chi richiede l’agevolazione economica, non deve essere già titolare di impresa;
  • il beneficiario della misura non deve essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato presso altro soggetto.

Questo tipo di agevolazione, oggi presente per le imprese del Sud, molto probabilmente sarà estesa anche alle aziende del Centro Italia colpite dai terremoti nel corso del 2016 e 2017.

I finanziamenti alle imprese a livello locale

Le opportunità per le nuove aziende non si esauriscono, infatti ci sono tanti altri finanziamenti ed agevolazioni anche a livello locale. La Toscana ad esempio, sta puntando sull’avvio di nuove attività giovanili e femminili, con l’interessante bando denominato “Microcredito a sostegno della nascita di nuove imprese giovanili, femminili e dei destinatari di ammortizzatori sociali nei settori manifatturiero, commercio turismo e terziario”. Il futuro è dei giovani, per questo motivo bisogna puntare sulle loro capacità, competenze ed idee, offrendogli sostegni ed aiuti economici.

Agevolazioni alle imprese nel Lazio

La Regione Lazio a sostegno dei giovani con la misura chiamata “Attività di accompagnamento all’avvio di impresa e supporto allo start-up di impresa”. Questa si rivolge ai disoccupati che non frequentano corsi di studio, aventi età compresa tra i 18 ed i 29 anni. Tale misura a sostegno delle imprese, fornisce alle nuove generazioni una serie di importanti servizi per il sostegno e lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali, così come i percorsi in grado di agevolare e facilitare l’avvio di un’attività in proprio, con il conseguente sviluppo di nuovi posti di lavoro ed opportunità professionali.

CATEGORIES
Share This

Commenti