Bonus bici e monopattini: a luglio i rimborsi del 60%. Come riceverli?

Da luglio sarà possibile richiedere il bonus bici e monopattini con relativi rimborsi per chi ha già acquistato mezzi di trasporto green ed alternativi. Ecco come accedere alla misura

A partire dalla metà di luglio sarà possibile richiedere i rimborsi connessi al bonus bici e monopattini. Chi a partire dal 4 maggio 2020 ha già acquistato una bici nuova o usata, una bicicletta a pedalata assistita, un monopattino, handbike, hoverboard, segway, potrà ricevere il rimborso della spesa già sostenuta. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta, chi sono i beneficiari e come godere del bonus in questione con relativi rimborsi.


Che cos’è il bonus bici e monopattini?

bonus bici

Il bonus bici e monopattini, anche detto bonus mobilità alternativa, è un sostegno economico a favore dei cittadini che decidono di acquistare ed utilizzare mezzi di trasporto green ed alternativi. Tale misura è contenuta nel Decreto Rilancio, con lo scopo di incentivare una valida alternativa ai classici mezzi di trasporto. Con la riapertura delle attività economiche, un sacco di persone sono tornate a lavoro, necessitando di spostarsi ogni giorno. Per evitare assembramenti sui mezzi di trasporto pubblici ed alleggerire il traffico, il bonus bici e monopattini vuole incentivare all’uso di mezzi green. Il bonus consiste in un ticket che arriva fino a 500 euro per l’acquisto di: bici, sia normali che con pedalata assistita, veicoli elettrici, come monopattini, segway, hoverboard, ma anche per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa. La validità del bonus in questione va dal 4 maggio al 31 dicembre 2020. Per garantire tale misura, il Governo ha messo a disposizione 220 milioni di euro.

Come funziona il bonus bici e monopattini

Il bonus pensato per alleggerire il traffico ed evitare assembramenti nei mezzi di trasporto pubblici, prevede 2 differenti fasi. I cittadini che dal 4 maggio alla data di attività della piattaforma online del Ministero dei Trasporti (previsto entro la metà di luglio), hanno già acquistato bici e mezzi elettrici green sopra elencati, hanno diritto al rimborso. Questi, muniti dello scontrino che documenta le caratteristiche dell’acquisto e la spesa sostenuta, potranno richiedere il rimborso del 60% non appena l’apposita piattaforma sarà operativa. I cittadini che ancora non hanno comprato e sono intenzionati ad acquistare i veicoli rientranti nel bonus bici e monopattini, da metà luglio fino al 31 dicembre 2020, al momento dell’acquisto pagheranno il 40% della spesa, mentre i commercianti otterranno il rimborso del 60% dallo Stato.

L’app per accedere al bonus e richiedere i rimborsi

Come accennato nelle righe precedenti, il Ministero dei Trasporti sta lavorando all’app che sarà attiva a metà luglio. Grazie a questa, sarà possibile richiedere il bonus bici e monopattini. Per ottenere il contributo è necessario conservare lo scontrino, che attesta la spesa sostenuta. Successivamente, non appena l’app sarà attiva, bisognerà accedervi usando il proprio SPID. Nel caso in cui l’acquisto non sia stato già effettuato, da metà luglio accedendo all’ app, si potrà richiedere un buono spesa digitale, riportando l’indicazione del mezzo che si vuole comprare. Il buono spesa elettronico, dovrà essere presentato ai fornitori autorizzati, dunque ai negozi che aderiscono all’iniziativa. Il cittadino pagherà solo il 40% della spesa, mentre il restante sarà rimborsato al venditore dallo Stato.

I beneficiari della misura

Spiegate le modalità di funzionamento del bonus bici e monopattini, vediamo chi sono i beneficiari di questa misura alla mobilità alternativa. Si tratta di un bonus che può essere richiesto una sola volta dai soggetti maggiorenni residenti in particolari luoghi con un numero specifico di abitanti. Precisamente possono richiedere il bonus:

  • maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50 mila abitanti);
  • maggiorenni residenti nei capoluoghi di Provincia (con popolazione anche sotto i 50 mila abitanti);
  • i maggiorenni residenti in Comuni (popolazione al di sopra dei 50 mila abitanti);
  • residenti dei Comuni di Città metropolitane con popolazione anche al di sotto dei 50 mila abitanti.

Sono questi i requisiti che bisogna rispettare per poter accedere liberamente al bonus sulla mobilità alternativa.

Su quali acquisti vale il bonus?

Ricordiamo che la misura può essere applicata solamente per l’acquisto di particolari e determinati mezzi di trasporto green. Come lo stesso Ministero dei Trasporti ha ribadito, il bonus può essere richiesto per l’acquisto di:

  • bici nuove oppure usate, siano esse tradizionali che a pedalata assistita;
  • handbike sia nuove che usate;
  • monopattini, hoverboard, segway nuovi o usati;
  • per servizi di mobilità condivisa di sharing auto e moto.

Queste sono le tipologie di spese coperte dal bonus bici e monopattini.

CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)