Bonus edicole: dal 1° ottobre si parte con le domande. Come ricevere 500 euro

Bonus edicole 2020, dal 1° ottobre al via alle domande per accedere al sussidio economico. Ecco come inviare la richiesta

Dal 1° ottobre via alle domande per richiedere il bonus edicole 2020. Si tratta di un contributo economico di 500 euro da corrispondere agli edicolanti che hanno continuato la loro attività nel periodo di emergenza sanitaria da Coronavirus. Ecco i requisiti necessari per accedere alla misura, come e quando presentare la domanda.


Bonus edicole 2020 si parte con le domande

Dal 1° ottobre si parte con le domande per accedere al bonus edicole 2020. Questo consiste in un contributo economico una tantum di 500 euro, che è stato previsto dal decreto Rilancio. Per essere più precisi, si tratta di un sostegno economico destinato alle persone che hanno punti vendita di giornali e riviste. Per intenderci, la misura economica si riferisce a tutti gli edicolanti e rappresenta una sorta di aiuto per tutti coloro che hanno continuato l’attività in piena emergenza sanitaria da Coronavirus. Ebbene, dal 1° ottobre fino alla fine del mese sarà possibile inoltrare le domande di richiesta in modalità telematica. Potranno accedere solo i soggetti che rientrano in particolari requisiti.

A chi spetta il bonus edicole?

Buone notizie per i tanti edicolanti che hanno continuato l’attività nel periodo di emergenza sanitaria da Covid. Arriva il bonus edicole che potrà essere richiesto a partire dal 1° ottobre. Per poter accedere al beneficio economico, bisogna rispettare determinati requisiti di accesso. In particolare:

  • l’attività di rivendita di giornali e riviste deve essere fatta da persone fisiche nella forma di impresa individuale o da una persona fisica come socio di una società di persone. L’attività deve essere indicata nel registro delle imprese con il codice di classificazione ATECO 47.62.10, con sede legale in uno degli Stati dell’Unione europea oppure nello spazio economico europeo;
  • il titolare dell’attività e beneficiario del bonus, non deve avere redditi da lavoro dipendente o da pensione.

Sono questi i requisiti necessari per poter accedere al bonus edicole 2020.

A quanto ammonta il bonus?

Per il bonus edicole 2020, il Governo ha stanziato 7 milioni di euro per tutto il corrente anno. Il contributo economico riconosciuto è pari a 500 euro per ogni singolo soggetto che ne fa richiesta. Saranno ammesse solamente le domande che soddisfano tutti i requisiti di accesso sopra elencati. Chi non rientra in questi, non potrà beneficiare della misura di sostegno economico. Inoltre, nel caso in cui i contributi richiesti dovessero essere superiori alle risorse effettivamente disponibili, la normativa afferma che si procederà al riparto proporzionale tra gli aventi diritto.

Come presentare la domanda

Per accedere al bonus edicole 2020 bisogna presentare apposita domanda. La richiesta va inoltrata al Dipartimento per l’informazione e l’editoria dal giorno 1° ottobre al 30 ottobre 2020. Tutto deve essere fatto online, seguendo una procedura telematica disponibile sul portale del Governo. Si può accedere utilizzando lo Spid o CNS. Una volta effettuato l’accesso, il richiedente dovrà cliccare sulla dicitura “Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l’informazione e l’editoria” poi bisogna andare su “Bonus una tantum edicole” il tutto presente nel menù “Servizi online”. Infine, non bisogna dimenticare che ogni domanda deve essere corredata dalla dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà oltre che indicare gli estremi del conto corrente del destinatario del beneficio. Una procedura semplice e molto intuitiva che consentirà a tanti edicolanti di poter accedere al beneficio economico pensato per loro dal Governo stesso.

Sostenere l’economia in un periodo delicato

Sostenere l’economia in un periodo particolarmente delicato come quello che stiamo vivendo è davvero importante. Sono tanti i lavoratori che hanno avuto problemi a causa della pandemia da Coronavirus che inevitabilmente ha fatto sentire i suoi effetti anche sull’economia. Purtroppo nessuno è in grado di dirci con sicurezza quando lo stato d’emergenza sarà finito, fino ad allora dobbiamo imparare a convivere con il virus ed il pericolo di contagi. Tuttavia non bisogna disperare ma andare avanti e cercare di risollevare le sorti del nostro Paese. Il tutto rispettando le norme sulla sicurezza.

CATEGORIES
Share This

Commenti