Home » News Lavoro » economia e risparmio

Bonus Inps 800 euro: cos’è, a chi si rivolge e come richiederlo

Bonus Inps 800 euro dal 1° maggio al 31 ottobre sarà possibile inviare la domanda per beneficiare dell’indennità mensile che varia da 250 ad 800 euro al mese.

Condividi questo bel contenuto


Dal 1° maggio sarà possibile presentare la domanda per accedere al bonus Inps 800 euro. Si tratta di un sussidio economico destinato a determinate categorie di lavoratori che hanno registrato perdite economiche a causa della pandemia e delle successive misure restrittive. Vediamo di cosa si tratta, a chi si rivolge tale misura, i requisiti richiesti e come presentare la domanda entro il 31 ottobre 2022.

Bonus Inps 800 euro: che cos’è?

bonus decreto rilancio

Il bonus Inps 800 euro è un’indennità riservata a determinate categorie di lavoratori che hanno registrato perdite economiche a causa della pandemia e di tutte le misure restrittive. La durata di tale incentivo è di massimo sei mesi. I beneficiari che rientrano nei requisiti, potranno dunque ricevere una somma di denaro da un minimo di 250 ad un massimo di 800 euro al mese. Si tratta di una misura sperimentale per il triennio 2021-2023 che si può richiedere una sola volta nel corso di tale triennio. Dal 1° maggio fino al 31 ottobre 2022 sarà possibile presentare la domanda necessaria per accedere al bonus.

Chi può beneficiare del bonus Inps 800 euro?

Il bonus Inps 800 euro è destinato ai liberi professionisti (compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici), iscritti alla Gestione Separata e titolari di Partita Iva da almeno 4 anni. Non tutti i lavoratori potranno godere di questo sostegno economico, nato appositamente per sostenere determinate categorie professionali messe in ginocchio dalla pandemia. Tuttavia, ci sono importanti chiarimenti forniti dall’Istituto di Previdenza Sociale da tenere in considerazione, riguardanti i soggetti esclusi dall’incentivo.

Chi non potrà accedere all’indennità

Non tutti coloro che rientrano nella categoria dei lavoratori autonomi hanno diritto al bonus. Infatti, chi nel 2021 ha già richiesto ed ottenuto l’indennità, non potrà chiederla per il 2022 e per il 2023. Il bonus può essere chiesto una sola volta nel corso del triennio 2021-2023. Ed ancora, chi lo scorso anno ha presentato la domanda ma non ha ottenuto alcun riscontro (per documentazione mancante o domanda incompleta) quest’anno può nuovamente fare domanda per ricevere il sussidio economico.

I requisiti di accesso

Per poter beneficiare del bonus della durata massima di sei mesi è necessario soddisfare alcuni requisiti reddituali e patrimoniali ed aver registrato delle perdite economiche a causa della pandemia. Ecco i requisiti fondamentali per ottenere l’indennità Inps:

  • aver aperto la Partita Iva da almeno 4 anni;
  • essere regolarmente iscritti alla Gestione Separata Inps;
  • aver versato tutti i contributi obbligatori;
  • aver dichiarato nel 2021 un reddito da lavoro autonomo non superiore gli 8.299,76 euro per le istanze da presentare nel 2022;
  • dichiarare un calo di fatturato nel 2021 di almeno il 50% dei corrispettivi rispetto ai tre anni precedenti.

Questi sono i requisiti necessari per poter beneficiare del bonus 800 euro. Va specificato che non possono aderire i lavoratori autonomi che siano titolari di trattamenti previdenziali o coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza.

Gli importi del bonus Inps 800 euro

Non esiste un importo unico che viene erogato ma un intervallo entro cui calcolare la somma della propria indennità. In linea generale si va da 250 ad 800 euro al mese. Tuttavia, per il corrente anno, l’Istituto di Previdenza Sociale ha previsto l’erogazione del bonus da un valore minimo di 254, 75 euro ad un massimo di 815,20 euro al mese. Per conoscere la somma che vi spetta è necessario calcolare il 25% dell’ultimo reddito appositamente dichiarato all’Agenzia delle Entrate, su base semestrale. Proviamo a fare un esempio pratico per capire meglio il metodo di calcolo.

Supponiamo che un lavoratore autonomo abbia dichiarato un reddito di 8 mila euro. Il calcolo dell’indennità Inps è su base semestrale, questo significa che come prima cosa bisogna dividere per 2 gli 8 mila euro avendo come risultato 4 mila euro. Su tale somma possiamo procedere calcolando il 25% che corrisponde a 1.000 euro, che sarà l’importo complessivo del bonus nell’arco di 6 mesi.

Come presentare la domanda?

Per richiedere il bonus Inps 800 euro è possibile presentare la domanda dal 1° maggio al 31 ottobre 2022. Per fare si può utilizzare il servizio online messo a disposizione sul sito dell’Inps, accedendo attraverso lo SPID, CIE o CNS. Altra opzione è quella di rivolgersi al Contact Center Inps al numero verde 803164 da rete fissa oppure al numero 06164164 da rete mobile. Ed ancora è possibile chiedere supporto ad un patronato per l’invio della domanda.

Condividi questo bel contenuto
× Eccomi!