Bonus Tv 2019: agevolazioni sull’acquisto di televisori e decoder. Tutto quello che c’è da sapere

In arrivo il bonus Tv 2019 per sostenere parte delle spese che le famiglie italiane dovranno sostenere per acquistare un nuovo televisore o decoder, in vista dello switch off previsto nel 2022

In arrivo cambiamenti per quanto riguarda televisori e decoder. Il bonus tv 2019 è un’agevolazione economica di 50 euro, per facilitare il passaggio e l’adeguamento dei televisori a quella che è la nuova tecnologia della tv Dvb T2. Sono 25 milioni di euro l’anno, quelli messi a disposizione dal Governo per il bonus tv e decoder tra il 2019 ed il 2022.


Che cos’è il bonus tv 2019?

bonus tv 2019

Il bonus tv 2019 è un’agevolazione economica, del valore di 50 euro, che ha la funzione di coprire parte delle spese che le famiglie dovranno sostenere, per cambiare il proprio televisore oppure per acquistare un decoder. Tra il 2019 ed il 2022, il Governo ha messo a disposizione 25 milioni di euro all’anno.

Tale contributo economico partirà da questo dicembre, fino al 31 dicembre 2022, e consisterà nello sconto di 50 euro sul prezzo da listino dei televisori o decoder da acquistare. Infatti, a partire dal 1° luglio 2022, le attrezzature per ricevere il segnale televisivo, oltre ai televisori e decoder con tecnologia Dvb T1, non saranno più in grado di ricevere il segnale televisivo. Per questo motivo, in molti casi, sarà necessario cambiare il proprio televisore o comprare un decoder adeguato.

Il passaggio alla nuova tecnologia Dvb T2

Tra il 2019 ed il 2022 si avvierà in maniera graduale il passaggio alla nuova tecnologia Dvb T2, ossia al digitale terrestre 2.0, cioè alle frequenze comprese tra i 694 ed i 790 MHz. Questa nuova tecnologia sarà in grado di offrire una migliore qualità di immagini, suoni e video, oltre a raggiungere e coprire più facilmente dispositivi come smartphone e tablet. Saranno inoltre garantiti più contenuti ad alta definizione. Una nuova rivoluzione tecnologica che punta al miglioramento della qualità, ma che necessita il passaggio a nuovi televisori o decoder. Tuttavia, non tutti i televisori devono essere cambiati, infatti quelli già dotati di tecnologia Dvb T2 non dovranno essere sostituiti, in quanto saranno in grado di captare i nuovi segnali.

Cosa cambierà in Italia?

Cambiamenti in arrivo per quanto riguarda segnali televisivi, tv e decoder. Oggi in Italia, funzionano due differenti tipologie di televisori, ossia quelli dotati di tecnologia Dvb T1 e quelli con tecnologia Dvb T2. A partire dal 1° luglio 2022 le cose cambieranno, in quanto funzioneranno solo ed esclusivamente i televisori con tecnologia Dvb T2 oppure i decoder con il nuovo digitale terrestre 2.0. Di fatti, da luglio 2022 ci sarà il passaggio obbligatorio alle frequenze 700 megahertz. Il passaggio a queste nuove frequenze farà in modo che i vecchi apparecchi televisivi Dvb T1 non saranno in grado di captare le nuove frequenze, e dunque non funzioneranno più. Bisognerà comprare un nuovo televisore oppure un nuovo decoder digitale terrestre. A questo punto entra il gioco il bonus tv 2019.

Bonus tv 2019 chi potrà beneficiarne

Il bonus tv 2019 consiste nello sconto di 50 euro dal prezzo di listino dei nuovi televisori o decoder. Si tratta di una misura che il Governo ha voluto mettere a disposizione delle famiglie italiane, per facilitare il passaggio alle nuove tecnologie e frequenze tv. Stando alle bozze del Mise, (si aspettano ancora conferme), i cittadini con i seguenti requisiti potranno beneficiare del Bonus tv 2019:

  • i residenti in Italia;
  • possedere un Isee di fascia 1 (redditi fino a 10.632,94 euro), oppure di fascia 2 (redditi fino a 21.256,87 euro);
  • il bonus sarà riconosciuto per nucleo familiare, cioè un solo membro potrà beneficiarne per acquistare un solo televisore, tra dicembre 2019 e dicembre 2022, fino ad esaurimento fondi;
  • la durata del bonus è fino dicembre 2022 e sarà applicato indipendentemente dal tipo di televisore acquistato.

Da quando partirà lo switch off?

Lo switch off partirà in maniera graduale in Italia. In particolare:

  • dal 1° gennaio 2017 è diventata obbligatoria la vendita dei soli televisori con tecnologia Dvb T2;
  • tra il 2020 ed il 2021 è previsto un periodo di transizione, in cui le due tecnologie, la vecchia e la nuova funzioneranno entrambe;
  • dal 2022 è previsto lo spegnimento delle attuali frequenze, per passare alle nuove.
  • dal 1° luglio 2022 i vecchi televisori e decoder non funzioneranno più.

Sono queste le tempistiche previste per passare alle nuove frequenze tv. Tuttavia, prima di cambiare il vostro attuale televisore, ed usufruire del Bonus tv 2019, assicuratevi che questo non sia già di nuova generazione.

Quando il nuovo digitale terrestre arriverà in Italia?

Importanti da tenere a mente sono le date in cui il nuovo digitale terrestre 2.0 arriverà in Italia:

  • dal 1° gennaio 2020 al 31 maggio 2020 saranno interessate le seguenti regioni: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna;
  • dal 1°giugno 2020 al 31 dicembre 2020 saranno interessate: Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia (esclusa la provincia di Mantova), la provincia di Piacenza, la Provincia di Trento, la provincia di Bolzano;
  • dal 1°gennaio 2021 al 30 giugno 2021: Sicilia, la provincia di Reggio Calabria, Vibo Valentia e Catanzaro;
  • dal 1°settembre 2021 al 31 dicembre 2021 saranno interessate: Veneto, la provincia di Mantova, il Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, la provincia di Cosenza e Crotone.

Dunque, preparatevi nel migliore dei modi al cambiamento.