Calcolo festività di novembre 2019 in busta paga. Ecco quanto spetta ai lavoratori

Calcolo della festività del mese di novembre in busta paga. Ecco quanto spetta ai lavoratori

Nel mese di novembre ci sono due festività che vengono calcolate in busta paga. In particolare, ci riferiamo al 1° ed al 4 novembre, la prima di carattere religioso e la seconda di carattere civile. Le festività, solitamente coincidono con i giorni segnati in rosso sul calendario e sono quelle giornate in cui il lavoratore può assentarsi mantenendo intatto il diritto alla retribuzione. Vediamo cosa succede in busta paga.


Le festività del mese di novembre in busta paga

salario minimo

Per giornate festive o festività, si intendono quei giorni in cui i lavoratori possono assentarsi dal posto di lavoro, pur mantenendo completamente intatto il loro diritto alla normale retribuzione. Le festività, solitamente coincidono con i giorni rossi segnati sul calendario, e sono diverse nel corso di tutto l’anno, divise tra feste religiose e feste civili. Le festività hanno un determinato trattamento nel calcolo della busta paga di ogni lavoratore.

Sono due le festività che cadono nel mese di novembre, ossia il 1° in cui si celebrano tutti i Santi ed il 4 in cui si celebra la giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Bisogna fare una precisazione su quest’ultima, in quanto pur essendo stata mantenuta la festività, questa è stata spostata alla prima domenica del mese di novembre, secondo quanto afferma la Legge n.54 del 5 marzo 1977.  Dunque, questo mese in busta paga ci sarà una festività infrasettimanale ed una che cade di domenica. Per la festività infrasettimanale si potranno verificare due situazioni, ossia quella di festività goduta o non goduta.

Festività goduta

Nel caso delle festività godute, il lavoratore si assenta dal posto di lavoro, come previsto, pur non riscontrando a fine mese alcuna variazione in busta paga. Facendo un esempio molto semplice, un dipendente che viene pagato mensilmente per 26 giornate lavorative, anche in caso di festività goduta, a fine mese sarà pagato per 26 giornate lavorative. Le festività godute non comportano alcun tipo di variazione sul calcolo della busta paga, in quanto il lavoratore si avvale di un suo diritto, cioè di non lavorare nel giorno festivo in questione.

Festività non goduta

Per quanto riguarda le festività non godute, bisogna fare un discorso differente. In questo caso, il soggetto lavora anche nel giorno festivo, non avvalendosi del suo diritto di assentarsi. Per rendere possibile questo, è necessario che ci sia un accordo tra dipendente e datore di lavoro, ossia quest’ultimo deve richiedere espressamente al dipendente di lavorare nel giorno festivo. Questo comporta un diverso trattamento economico, con determinate maggiorazioni alla normale paga giornaliera. Dunque, nel caso delle festività non godute, il lavoratore che ha prestato servizio nei giorni di festa, avrà una maggiorazione in busta paga, relativa alle ore di lavoro effettuate nel giorno festivo.

La festività del 4 novembre in busta paga

La festività del 4 novembre, in cui si celebra l’Unità Nazionale e le Forze Armate, rappresenta una ex festività anche detta festività soppressa. Spieghiamo che cosa significa questo. Si tratta di una festività particolare, in quanto la legge, pur avendo conservato tale festa e celebrazione, l’ha spostata alla prima domenica del mese di novembre, in maniera tale da non perdere un’ulteriore giornata lavorativa. Dunque tale celebrazione cade sempre di domenica, giornata in cui la maggior parte dei dipendenti non lavora. Per tale motivo, bisogna compensare in qualche modo questa mancanza di riposo per i lavoratori.

Ecco che subentra un trattamento differente in busta paga. Di fatti, queste ore, relative alla giornata di festa che cade sempre di domenica, sono retribuite con una maggiorazione, sia nel sistema di paga mensile, sia in quello giornaliero. Nello specifico, i lavoratori pagati mensilmente, nella busta paga di novembre troveranno una quota giornaliera di retribuzione in più, riscuotendo 27 giornate lavorative invece che 26, mentre ai lavoratori pagati ad ora, sarà corrisposto in maniera aggiuntiva 1/6 dell’orario settimanale.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro