Concorso ARPA Lombardia per 12 collaboratori tecnici

Assunzioni a tempo pieno ed indeterminato nell’ area tecnica - cat. D: le informazioni per partecipare al concorso entro il 19 gennaio 2020

L’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Lombardia ha indetto un concorso pubblico per la copertura di 12 posti di Collaboratore tecnico Professionale – area tecnica (cat. D). Le assunzioni avverranno con contratto a tempo pieno ed indeterminato, le selezioni per titoli ed esami. Di seguito trovi i dettagli del concorso e come partecipare entro il 19 gennaio 2020, oltre ad una descrizione dell’ente ARPA.


Profilo di ARPA

Prima di parlare dei dettagli del concorso, vediamo che cosa è l’ARPA Lombardia e che funzioni svolge. ARPA è l’acronimo di Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Lombardia, ente di diritto pubblico dotato di autonomia amministrativa, organizzativa e contabile, operativo dal 1 dicembre 1999.

concorso ARPA Lombardia

L’ARPA si occupa della prevenzione e della protezione dell’ambiente, in affiancamento ad altri istituzioni regionali e locali. Grazie alla consolidata competenza tecnico-scientifica svolge attività di raccolta ed elaborazione di dati necessari a supportare le scelte politiche ambientali di Regione Lombardia, Province, Comuni, Comunità montane, ATS (ex Asl) e di altri enti pubblici del territorio regionale. Le attività che svolge sono molteplici: dalla lotta all’inquinamento atmosferico e acustico agli interventi per la tutela delle acque superficiali e sotterranee, dal monitoraggio dei campi elettromagnetici alle indagini sulla contaminazione del suolo e sui processi di bonifica.

Inoltre, coerentemente ai criteri di trasparenza pubblica, attraverso azioni di informazione, comunicazione ed educazione ambientale, permette a cittadini e imprese di conoscere e valutare lo stato dell’ambiente in cui vivono e operano e di reperire agevolmente indicazioni sulle attività ad essa delegate.

Requisiti di ammissione

Per partecipare al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o cittadinanza di Stato membro dell’Unione Europea
  • idoneità fisica all’impiego
  • non essere esclusi dall’elettorato politico attivo
  • non aver riportato condanne penali incompatibili con lo status di pubblico dipendente
  • non essere stati destituiti dall’impiego, dichiarati decaduti, dispensati ovvero licenziati disciplinarmente da una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, né dichiarato decaduto da altro impiego pubblico per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile o aver rilasciato dichiarazioni sostitutive di atti o fatti, false
  • titolo di studio:
    • Laurea Magistrale in Ingegneria delle seguenti classi: LM22 Laurea Magistrale in Ingegneria Chimica, LM23  Laurea Magistrale in Ingegneria Civile,  LM24  Laurea Magistrale in Ingegneria dei Sistemi Edilizi,  LM26  Laurea Magistrale in Ingegneria della Sicurezza,  LM27  Laurea Magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni,  LM28  Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica,  LM30  Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica e Nucleare,  LM31  Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale,  LM32  Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica,  LM33  Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica,  LM35  Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio
    • Laurea Magistrale in Fisica delle seguenti classi: LM17  Laurea Magistrale in Fisica,  LM44  Laurea Magistrale in Modellistica matematicofisica per l’Ingegneria,  LM58  Laurea Magistrale in Scienze dell’Universo
    • Laurea vecchio ordinamento o lauree specialistiche equipollenti ed equiparate alle sopra citate classi magistrali

Prove e materie d’esame

La selezione dei candidati avverrà tramite titoli ed esami. Le prove previste sono le seguenti:

  • prova preselettiva: consistente in un questionario a risposta multipla su materie oggetto del concorso. La prova si terrà nel caso in cui le domande risultino essere in numero superiore a 100;
  • prova scritta: svolgimento di un elaborato scritto o soluzione di quesiti su uno dei seguenti argomenti: normativa nazionale istitutiva del SNPA e regionale istitutiva di ARPA Lombardia – norme in materia ambientale D.lgs. 3 aprile 2006 n. 152; procedimenti di monitoraggio e controllo ambientale;
  • prova teorico-pratica: svolgimento di un elaborato scritto o soluzione di quesiti su uno dei seguenti argomenti: tecniche, procedure e modalità di monitoraggio e controllo ambientale; elementi di diritto penale limitatamente ai reati ambientali e contro la pubblica amministrazione; elementi di sicurezza sul lavoro;
  • prova orale: colloquio finalizzato ad approfondire la conoscenza delle materie trattate nella prova scritta e teorico-pratica. Verrà inoltre accertata la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e la conoscenza della lingua Inglese.

Manuali di preparazione agli esami

Per arrivare preparato agli esami ti consigliamo questi manuali in vendita su Amazon:

[asa2]8891421634[/asa2]

[asa2]8891422460[/asa2]

Come partecipare al concorso e Bando

Le domande di partecipazione al concorso devono essere presentate direttamente online, compilando il modello fac-simile predisposto dall’ARPA. La scadenza per l’invio è fissata entro le ore 12 del giorno 19 gennaio 2020. Per maggiori informazioni ti consigliamo di consultare il bando del concorso ARPA Lombardia per 12 collaboratori tecnici.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro

CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)