I chiarimenti ufficiali Inps sulla rivalutazione delle pensioni nel 2020

Arriva la circolare Inps per chiarire la percentuale fissata allo 0,4% di rivalutazione delle pensioni 2020. Vediamo i dettagli

L’Inps tramite la circolare n.147 del 11 dicembre 2019, ha fornito importanti chiarimenti per quanto riguarda la rivalutazione delle pensioni nel 2020. La circolare contiene anche le date per l’erogazione degli assegni pensionistici nel corso del prossimo anno. Vediamo in maniera sintetica di cosa si tratta ed i punti affrontati dall’Inps in questa circolare.


I chiarimenti Inps sulla rivalutazione pensioni

pensione

Arrivano importanti ed utili chiarimenti da parte dell’Inps per quanto riguarda la questione relativa alla rivalutazione pensioni 2020. E’ stata pubblicata sul sito Inps la circolare n. 147 del 11/12/2019 sul rinnovo delle pensioni, delle prestazioni assistenziali e delle prestazioni di accompagnamento alla pensione per l’anno 2020. Si tratta dunque di una circolare di carattere esplicativo, in accompagnamento al Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze risalente allo scorso 15 novembre 2019. La circolare riconferma quelle che sono le percentuali di rivalutazione del 2019 del 1,9%, valore stabilito dal Ministero l’anno scorso. Questo in parole povere, significa che a fine 2019 non ci sarà per i pensionati alcun tipo di conguaglio. La circolare contiene informazioni molto più importanti, sulle percentuali di rivalutazione pensioni applicate nel 2020, alle varie fasce di reddito.

La percentuale di rivalutazione pensioni nel 2020

La percentuale di rivalutazione pensioni 2020 è stata fissata allo 0,4% e confermato dalla stessa Inps. Tale rivalutazione sarà applicata alle varie fasce di reddito individuate. In particolar modo, l’aumento previsto dello 0,4% verrà applicato alle pensioni con un importo fino a 1.539,01 euro lordi al mese. Tuttavia, l’Istituto di Previdenza Sociale ha individuato il valore minimo per quanto riguarda le pensioni dei lavoratori sia dipendenti che autonomi, fissandolo a 515,07 euro in riferimento all’anno 2020. Si tratta di un valore significativo e molto importante, in quanto viene preso in considerazione per il calcolo e l’applicazione della rivalutazione in previsione.

La rivalutazione delle pensioni Inps

Vediamo di seguito la rivalutazione che sarà applicata alle pensioni nel corso del prossimo anno ad opera dell’Inps:

  • la rivalutazione del 100% per tutte le pensioni fino a 3 volte il trattamento minimo 2020;
  • rivalutazione del 97% per i trattamenti pensionistici oltre 3 e fino a 4 volte il valore del trattamento minimo 2020;
  • la rivalutazione del 77% per le pensioni oltre 4 e fino a 5 volte il trattamento minimo per il 2020;
  • rivalutazione del 52% per tutte le pensioni oltre a 5 e fino a 6 volte il valore minimo 2020;
  • la rivalutazione del 47% relativamente alle pensioni oltre 6 e fino ad 8 volte il trattamento minimo per il 2020;
  • rivalutazione del 45% per le pensioni oltre 8 e fino a 9 volte il trattamento minimo 2020;
  • il 40% della rivalutazione per le pensioni oltre 9 volte il trattamento minimo dell’anno 2020.

Sono questi i valori resi noti per il prossimo anno, in riferimento alla rivalutazione del trattamento pensionistico.

Il calendario dei pagamenti della pensione nel 2020

La circolare resa nota dall’Inps, tra le tante informazioni e chiarimenti, presenta anche l’intero calendario relativo ai pagamenti degli assegni pensionistici nel corso del prossimo anno. Solitamente l’erogazione dei trattamenti pensionistici, assegni, pensioni ed indennità di accompagnamento, così come le rendite vitalizie, sono erogate il primo del mese, oppure il giorno successivo in caso di festività. L’unica eccezione viene fatta nel mese di gennaio, con il pagamento previsto il secondo giorno bancabile. Ecco il calendario completo dei pagamenti:

  • Venerdì 3 gennaio 2020;
  • Sabato 1° febbraio 2020 per gli accrediti su conto corrente postale e lunedì 3 febbraio 2020 per i conti correnti bancari;
  • Lunedì 2 marzo 2020;
  • Mercoledì 1° aprile 2020;
  • Sabato 2 maggio 2020 per accredito su conto corrente postale e lunedì 4 per conto corrente bancario;
  • Lunedì 1° giugno 2020;
  • Mercoledì 1° luglio 2020;
  • Sabato1° agosto 2020 per conto corrente postale e lunedì 3 luglio 2020 per conto corrente bancario;
  • Martedì 1° settembre 2020;
  • Giovedì 1° ottobre 2020;
  • Lunedì 1° novembre 2020;
  • Martedì 1° dicembre 2020.

Non vi resta che tenere a mente il calendario ed andare a riscuotere la vostra pensione.

CATEGORIES
Share This

Commenti