Il mobbing sul posto di lavoro: cosa è e come difendersi

Un milione e mezzo di lavoratori su 21 milioni di occupati in Italia è vittima del mobbing (monitoraggio Ispesl). È un fenomeno diffuso in tutti i paesi cosiddetti occidentali ma negli ultimi anni, i dati delle varie ricerche stanno riportando risultati allarmanti. Forse questo fenomeno è sempre esistito e nessuno gli aveva dato un nome o forse veramente sta prendendo piede in maniera massiccia solo negli ultimi anni. In qualunque caso non va sottovalutata l’entità di questo problema sociale che turba la vita di moltissimi onesti lavoratori.

La cosa peggiore di questo fenomeno è l’omertà che lo circonda. Purtroppo, infatti, il lavoratore “colpito” da mobbing è spesso lasciato solo dalle istituzioni ma soprattutto messo in disparte dai colleghi che lo isolano nella speranza di non venir coinvolti anche loro in questo processo.

Leggi tuttoIl mobbing sul posto di lavoro: cosa è e come difendersi

Pubblica amministrazione e Fannulloni: ecco perché il ministro Brunetta fino ad ora ha fallito!

brutta

E’ vero ammettiamolo, quanti di noi all’inizio non hanno visto in Brunetta un eroe nella vendetta verso quei dipendenti pubblici che tanto spesso ci fanno penare, con le loro lungaggini, incompetenze, assenteismi, inutili burocrazie?

Tutti gli italiani e con cadenza periodica devono scontrarsi con quella macchina infernale che è la Pubblica Amministrazione, pronta a “punire” e “sanzionare” quando il cittadino è in difetto, ma quasi sempre assente ed indifferente quando si chiede aiuto.

Quanti giovani aspiranti imprenditori sono stati scoraggiati dall’avvio di una piccola realtà imprenditoriale dopo aver peregrinato in cerca di supporto ed informazione in sedi della Camera di Commercio, Agenzia delle Entrate, INPS, etc….

 

Leggi tuttoPubblica amministrazione e Fannulloni: ecco perché il ministro Brunetta fino ad ora ha fallito!

Cercare lavoro senza internet: mezzi consigliati

Buonasera sono un ragazzo di 20 anni che ha il diploma di un liceo scientifico e per motivi personali non potrò andare all’università. tra un paio di mesi dovrò cambiare città e non potrò cercare lavoro su internet. mi potreste consigliare più metodi di ricerca di un lavoro che non sia internet per piacere? ad esempio: mi devo proporre per negozi, ristoranti ecc. o devo andare in qualche posto in particolare? vi prego aiutatemi!

Tommaso (Posta di Bianco Lavoro: info@biancolavoro.it)


Risponde per Bianco Lavoro: Roberta Pace


Nell’era di internet hai fatto proprio una domanda intelligente! Non scherzo…

Leggi tuttoCercare lavoro senza internet: mezzi consigliati

Perché scoprire qual è la nostra “strada” ci aiuterà a trovare lavoro.

strd

Nel mare di offerte di lavoro e in piena crisi economica un po’ tutti ci dimentichiamo delle nostre aspirazioni professionali. Che lavoro vorremmo fare? Come vogliamo guadagnarci da vivere?

Certo che chi deve mettere la “pagnotta a tavola” non ha tempo per queste sciocchezze… i giovani neolaureati poi sono così presi dalla frenesia di non entrare nella schiera dei disoccupati che accetterebbero qualsiasi compromesso… per non parlare poi di tutte quelle persone che devono rientrare nel mondo del lavoro dopo una maternità o una cassa integrazione…

Leggi tuttoPerché scoprire qual è la nostra “strada” ci aiuterà a trovare lavoro.

Le aspirazioni dei giovani italiani? Lavoro sicuro, facile e vicino a casa

Questo emerge da alcune interviste ai manager dei principali jobseekers italiani. I giovani, soprattutto neolaureati, non sono disposti a spostarsi da luoghi vicini alla famiglia d’origine, figuriamoci se all’estero. Cercano il classico posto fisso che, negli ultimi anni, è costituito da aziende molto grandi tipo Barilla, Ferrero o Ferrari. Fino a qualche anno fa avremmo detto le banche e qualche anno prima il classico posto statale.

Purtroppo questi dati che vengono dal “privato” sembrano concordare con la tesi del nostro ministro Brunetta che definisce i giovani Italiani “mammoni”.

Leggi tuttoLe aspirazioni dei giovani italiani? Lavoro sicuro, facile e vicino a casa

Diritto al Lavoro: questa volta sono gli immigrati a scioperare

emigranti
Gli scioperi per il diritto al lavoro, ovvero il sacro santo diritto che ciascun cittadino italiano ha di godere di una attività lavorativa, non sono certo nuovi nella storia dello Stato Italiano.

La disoccupazione infatti (seppur non sempre ai livelli attuali, difficilmente sopportabili) c’è sempre stata, cosi come le relative proteste di tutti coloro che, a causa di quest’ultima, hanno sofferto davvero.

Leggi tuttoDiritto al Lavoro: questa volta sono gli immigrati a scioperare

Stranieri in Italia: da dove vengono, che lavoro fanno e come vivono

Gli stranieri che lavorano in Italia, esattamente come gli Italiani, partecipano attivamente all’economia del paese svolgendo un’attività dipendente o autonoma. I paesi di provenienza sono soprattutto l’Europa Centro-orientale ( Ucraina, Polonia, Moldavia, Bulgaria, Romania ) con una percentuale del 43%, a seguire con un 30% dall’Africa ( Egitto, Marocco, Tunisia, Algeria, Camerun, Ghana, Capo Verde, …

Leggi tuttoStranieri in Italia: da dove vengono, che lavoro fanno e come vivono

Memorizzazione Efficace: la tecnica dei Loci di Cicerone

Stiamo parlando della tecnica dei loci di Cicerone. Già conosciuta ed utilizzatissima nell’antichità ha dimostrato la sua efficacia nei secoli fino ad essere una tecnica insegnata negli odierni corsi di “memoria e apprendimento”. M.T. Cicerone sosteneva nel suo “De Oratore” che: “nella memoria si fissano meglio le immagini che provengono dai sensi ed in particolar …

Leggi tuttoMemorizzazione Efficace: la tecnica dei Loci di Cicerone

Contratto a progetto: come funziona?

Ma il contratto a progetto cos’è? E che garanzie da? Abbiamo cercato di rispondere a queste due domande per capire meglio con cosa abbiamo a che fare. Il contratto a progetto è un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, le cui caratteristiche sono:

  • La riconducibilità a uno o più soggetti o programmi di lavoro che vanno gestiti in autonomia dal lavoratore in funzione del risultato, rispettando il coordinamento con il committente.

  • Il progetto da portare a termine deve essere portato a termine allo scadere del contratto.

Riguardo la disciplina che regola il lavoro a progetto, questa è finalizzata ad una maggiore tutela.

Con la Dlgs 276/2003, tutti i contratti stipulati dopo il 24 ottobre 2003 cessano se non sono finalizzati ad un progetto specifico. Decorsi i termini, il contratto può trasformarsi in lavoro intermittente, ripartito, distacco, somministrazione, appalto, oppure in contratto a termine o a tempo parziale. Riguardo invece la collaborazione coordinata e continuativa, che è molto simile al contratto a progetto, il collaboratore opera in autonomia con il datore di lavoro che in questo caso viene chiamato committente e si coordina a d esso. Questo tipo di collaborazione rientra nell’area di lavoro parasubordinato.

Leggi tuttoContratto a progetto: come funziona?

Offerte di lavoro legali e pulite

Spesso ce lo chiedono: cosa significa Bianco Lavoro? O ancora: Cosa è un Bianco Lavoro?

Su questo portale abbiamo intrapreso la strada di ospitare solo offerte di lavoro legali e garantite.

Cosa significa? Significa che su Bianco Lavoro non troverete mai offerte per multilevel illegali, offerte anonime (tutte le offerte riportano esattamente la ragione sociale dell’azienda, che abbiamo verificato prima della pubblicazione dell’offerta), offerte inserite da fantomatiche aziende con account hotmail o yahoo, offerte discriminatorie per età, razza, sesso o religione, offerte discriminatorie di qualsiasi genere, offerte di telelavoro che poi vi offriranno di acquistare un kit per iniziare a lavorare, corsi mascherati da offerte di lavoro, etc…

Come facciamo? Investiamo sulla qualità, controlliamo le offerte inserite dalle aziende una per una, eliminando le offerte illegali e contattando l’inserzionista in caso di dubbi o semplici imprecisioni da correggere. Lo Staff di Bianco Lavoro è composto non solo da informatici ed esperti in comunicazione online, ma soprattutto da Esperti in Politiche del Lavoro e delle Risorse Umane.

La mobilità compensativa o interscambio

Di mobilità abbiamo già parlato. Ma in cosa consiste invece la mobilità compensativa, detta anche di interscambio? Come e dove si può applicare? Innanzitutto cerchiamo di interpretare l’articolo della Legge in cui si parla di questo tipo di mobilità. L’Art 7 del D. p.c.m. del 05/08/1988 prevede la possibilità di uno scambio tra i dipendenti della pubblica amministrazionemobilità volontaria; i dipendenti, anche se provenienti da un settore diverso, se l’amministrazione è d’accordo, in possesso di profili professionali corrispondenti ( ad es. se sono entrambi funzionari, o addetti alla contabilità, ecc), possono scambiarsi le mansioni. La norma lascia spazio alla discrezionalità, ciò vuol dire che le amministrazioni di riferimento possono stabilire il tipo di mansione da affidare ai dipendenti che usufruiscono di questo interscambio.

L’amministrazione, in ogni caso, si riserva sempre il diritto di cambiare la mansione e lo scambio non avviene mai senza il suo nulla osta.

Leggi tuttoLa mobilità compensativa o interscambio

Il contratto di lavoro in appalto

magaz

Sapevate che anche un contratto di lavoro si può appaltare? Come? Beh,  basta che ci sia un committente, ovvero un qualsiasi soggetto che incarichi un altro soggetto imprenditore, che sarà appunto l’appaltatore, di compiere un dato servizio o un’opera per denaro. L’appaltatore, ovvero l’imprenditore di turno dovrà, per compiere l’opera, organizzare i mezzi necessari e …

Leggi tuttoIl contratto di lavoro in appalto

Investire all’Estero, consigli e supporti

investire all'estero
Ad esempio: si possono trovare una serie di servizi di assistenza, informazione, promozione per internazionalizzare la vostra impresa, ovvero renderla internazionale e operativa all’estero.
Le camere di commercio sono costantemente a disposizione degli imprenditori che vogliono investire all’estero, attraverso il loro portale Globus. Da qui viene la prima idea fondamentale: partecipare alle grandi fiere internazionali, per farsi vedere e soprattutto conoscere. Poi si possono organizzare iniziative per far inserire le imprese italiane nei principali mercati esteri. Come? Organizzando ad esempio, viaggi di business all’estero per gli operatori italiani e meeting con gli imprenditori stranieri in Italia. Tutto finalizzato ad un’idea di business, creativa e con finalità produttive.

Leggi tuttoInvestire all’Estero, consigli e supporti