Home » News Lavoro

Reddito di Cittadinanza: in corso i pagamenti del mese di novembre

Pagamenti del Reddito di Cittadinanza di novembre in corso. Nessun ritardo dei versamenti. I beneficiari possono tirare un sospiro di sollievo

Condividi questo bel contenuto

I versamenti del Reddito di Cittadinanza relativi al mese di novembre sono in pagamento. I beneficiari possono tirare un sospiro di sollievo dopo l’allarme di qualche giorno fa su possibili ritardi nell’erogazione. Ecco come controllare lo stato del pagamento in maniera autonoma.

Reddito di Cittadinanza: pagamenti novembre 2020

navigator

I pagamenti di novembre del Reddito di Cittadinanza sono in corso. I beneficiari possono così tirare un sospiro di sollievo dopo che nei giorni scorsi si era parlato di possibili ritardi nei versamenti. Dalle ore 14 del giorno 27 novembre sono partiti gli accrediti dell’assegno mensile Reddito di Cittadinanza. Tutto in regola per consentire la fruizione della somma dovuta entro la fine del mese. Nelle scorse giornate si è parlato di possibili ritardi in quanto molte lavorazioni delle procedure connesse al Reddito di Cittadinanza sono partite in ritardo rispetto al solito. Questo ha creato agitazione nei beneficiari del sussidio economico. In ogni modo l’Inps ha confermando che non ci sarà alcun tipo di ritardo perché il pagamento del mese partirà regolarmente. Il 27 novembre sono infatti state date le disposizioni di pagamento alle Poste, che dovranno effettivamente completare l’interra procedura.

Come controllare lo stato dei pagamenti

I beneficiari del sussidio economico possono controllare lo stato dei pagamenti. Per fare ciò bisogna accedere all’area riservata Inps utilizzando le credenziali d’accesso SPID, CIE, CNS e Pin per coloro che lo hanno richiesto prima della data del 1° ottobre. In particolare è possibile controllare tre differenti voci:

  • l’ultima elaborazione,
  • invio disposizione a Poste;
  • la rendicontazione Poste.

Ricordiamo che per tutti coloro che hanno fatto la domanda per il rinnovo, il pagamento del Reddito di Cittadinanza dovrebbe arrivare entro il 15 di dicembre.

Rinnovo del Reddito di Cittadinanza

I beneficiari che ad ottobre hanno esaurito le diciotto mensilità si vedranno sospesi gli accrediti per 30 giorni. Nel caso in cui sia stata presentata la domanda di rinnovo e questa sia stata accettata, i pagamenti ricominceranno a partire dal 15 gennaio. Quali sono i requisiti generali da dover rispettare per accedere al Reddito di Cittadinanza? Ebbene bisogna seguire le seguenti indicazioni:

  • avere Isee inferiore ai 9.360 euro;
  • il patrimonio immobiliare differente dalla casa in cui si vive, non deve superare il valore di 30 mila euro;
  • patrimonio mobiliare non deve superare la soglia di 6 mila euro. Questa aumentata di 2 mila euro per ogni componente del nucleo familiare fino a 10 mila euro ed aumenta di altri 1.000 per ogni figlio successivo al secondo e di 5 mila euro per ogni soggetto disabile presente in famiglia;
  • reddito familiare deve essere inferiore i 6 mila euro che si moltiplica per il valore della scala di equivalenza corrispondente.

Questi sono i requisiti generali per poter accedere al sussidio economico.

Aiuti ai disoccupati

Il Reddito di Cittadinanza è una misura economica di rilievo che ha sostenuto ed aiutato svariate persone e nuclei familiari. Il suo scopo è quello di collocare e ricollocare nel mondo del lavoro i disoccupati, coloro che vertono in particolari situazioni economiche e faticano a trovare un lavoro. Sono state tante le domande per beneficiare di questa misura di sostegno economico, a dimostrazione del successo inaspettato di tale strumento di aiuto alle famiglie e non solo. Lavorare è importante per tutti, perché oltre a permettere di guadagnare soldi necessari per vivere, consente anche alla gente di collocarsi nel mercato del lavoro, di rendesi utile e di mettere a disposizione delle realtà economiche le proprie conoscenze. Per questo motivo, garantire un’attività professionale alla gente è un fattore rilevante che nessun Governo deve mettere in secondo piano. Il benessere di uno Stato passa anche attraverso il benessere dei singoli cittadini e della situazione economica nazionale. Per questo motivo le misure a sostegno del lavoro e dei lavoratori diventano sempre più necessarie ed importanti.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro

Condividi questo bel contenuto