Reddito di Cittadinanza: più soldi e vantaggi a chi si trasferisce per lavoro

Reddito di Cittadinanza, trasferirsi per lavorare a 250 o più Km di distanza dalla propria residenza è vantaggioso. Ecco le novità

Il Reddito di Cittadinanza è una misura di sostegno e ricollocamento nel mondo del lavoro. Sono in arrivo più soldi e vantaggi economici per i soggetti che accettano un’offerta di lavoro congrua a 250 o più Km di distanza dalla propria residenza. Vediamo di cosa si tratta e perché trasferirsi per lavoro conviene.


Il Reddito di Cittadinanza

reddito di cittadinanza

Quando parliamo di Reddito di Cittadinanza ci riferiamo ad una formula che ha fatto discutere molto nel corso del tempo. Si tratta di una misura di politica attiva del lavoro, con lo scopo di contrastare la povertà, la disoccupazione e l’esclusione sociale. I beneficiari hanno la possibilità di godere di sostegni economici ma anche di aderire a programmi atti all’inserimento e reinserimento nel mondo del lavoro. Con il Reddito di Cittadinanza l’incontro tra domanda ed offerta diventa più semplice, immediato ed efficace, per cui anche il processo di inserimento nel mondo professionale dovrebbe diventare più semplice. Per tale motivo questa misura è associata ad un percorso di reinserimento professionale e sociale, attraverso la sottoscrizione del Patto per il Lavoro e di quello per l’Inclusione Sociale. I Centri per l’impiego seguiranno i beneficiari nel loro percorso di inserimento lavorativo, cercando delle offerte di lavoro congrue al profilo dei beneficiari. Questi sono tenuti ad accettare almeno una delle tre offerte proposte.

Le offerte di lavoro congrue

I Centri per l’Impiego sono tenuti a presentare ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza 3 offerte di lavoro congrue. Per essere considerate congrue, oltre agli altri requisiti richiesti, le offerte di lavoro devono rispettare anche il requisito della distanza dal luogo di residenza del soggetto. La prima offerta di lavoro arriverà entro i 100 km di distanza dalla residenza del soggetto beneficiario, le seguenti a 250 km ed infine da tutta Italia. In caso di rinnovo del Reddito di Cittadinanza, già la prima offerta di lavoro può arrivare da tutta Italia, eccezion fatta per i nuclei familiari con persone disabili o minori. Per questi, le offerte di lavoro congrue non possono andare oltre i 250 km di distanza dalla residenza. Ebbene, le persone che accettano di lavorare trasferendosi a 250 o più km di distanza dal proprio Comune di residenza, hanno dei vantaggi economici rispetto agli altri. Per loro in arrivo più soldi e benefici, che vanno a compensare le spese sostenute per il trasferimento.

Reddito di Cittadinanza: perché conviene trasferirsi per lavorare?

Per molte persone, trasferirsi fuori dal proprio Paese o Regione per lavorare è qualcosa di spaventoso. In realtà non deve essere così, in quanto ci sono degli incentivi e sostegni economici per chi all’interno del programma Reddito di Cittadinanza, decide di trasferirsi per lavoro. Solitamente il sussidio economico contro la disoccupazione, decade o si riduce nel momento in cui i beneficiari trovano un’occupazione professionale. Infatti molto dipende da quanto si guadagna e a quanto ammonta il reddito con i nuovi guadagni. Se si superano i limiti reddituali richiesti per beneficiare del Reddito di Cittadinanza, questo diritto decade. Chi accetta un lavoro a 250 o più km di distanza dalla residenza, non perde il diritto di ricevere il sussidio economico. Questo sarà erogato per altri 3 mesi dopo l’assunzione, come compensazione per le spese legate al trasferimento. Infatti, l’art. 4 comma 10 del decreto 4/2019 parla chiaro a riguardo. Questo significa che oltre allo stipendio, per altri 3 mesi il beneficiario continuerà a percepire anche l’assegno relativo al sussidio economico, senza nessuna variazione dell’importo dovuto.

Vantaggi anche per le famiglie con disabili

La situazione diventa ancor più vantaggiosa per i nuclei familiari con minori o con persone disabili. Come accennato in precedenza, per questi soggetti le offerte di lavoro congrue non possono superare i 250 km di distanza dal luogo di residenza. Questi non sono tenuti a trasferirsi in qualsiasi parte del territorio nazionale per lavorare, proprio perché hanno una situazione familiare particolarmente delicata. Tuttavia, a loro spetta la percezione del Reddito di Cittadinanza per 12 mesi l’accettazione di un offerta di lavoro congrua. Più soldi percepiti, che vanno a sostegno del nucleo familiare. L’importo del sussidio economico non cambia, ma va ad aggiungersi al nuovo stipendio percepito.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro



CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)