Quali sono i siti migliori per cercare lavoro?

Sono molto soddisfatta di Euspert Bianco Lavoro e della sua iniziativa di pubblicare solo offerte di lavoro controllate una ad una…. nella maggior parte di altri siti trovo tantissimi annunci “spazzatura”, dove non si capisce chi sia l’azienda, spesso c’è da chiamare un cellulare, cercano “ambosessi” (ma “ambosessi” è una professione???) e cercare un’offerta seria diventa uno stress…Non voglio però limitare la mia ricerca solo a Bianco Lavoro, sono disoccupata e vorrei avere un ventaglio più largo di opportunità… mi consigliate altri siti utili?
Giordana D. – e-mail inviata a La Posta di Bianco Lavoro
Gentile Giordana,se trattassimo un altro settore e non quello del lavoro potremmo rispondere: “Ci chiedi di consigliarti la nostra concorrenza?”… Ma noi non vendiamo pentole e posate e siamo consapevoli che nel nostro delicato mondo più importante della “concorrenza” tra portali di web-recruiting è la reale soddisfazione dell’utente. Preferiamo tuttavia non fare una mera lista di siti validi, ma dare dei punti chiave, semplici e concisi per guidarti a scegliere i siti sui quali navigare ed effettuare le tue candidature.Mettiamo questi punti non in ordine casuale ma in ordine di rilevanza:


  1. il punto più importante è questo: scarta assolutamente i siti “generalisti”, che non trattano cioè esclusivamente “lavoro” ma sono dei siti di annunci (magari anche fortissimi) con una sezione dedicata alle offerte di lavoro. Queste sezioni non sono mai gestite da professionisti nell’ambito delle Risorse Umane e sono La Mecca di truffatori, aziende poco serie ed imprenditori improvvisati. Le aziende serie che offrono lavoro lo offrono su siti che si occupano di lavoro e non che pubblicano annunci di auto usate, incontri per adulti, animali da accoppiare e televisori di seconda mano!
  2. Scarta i siti che non pubblicano offerte “originali” dove cioè non sono le aziende che accedono ed inseriscono l’offerta ma sono i gestori del sito che in maniera automatica o manuale copiano ed incollano offerte già presenti nel web (solitamente nei siti delle agenzie per il lavoro). Questi siti non offrono alcun valore aggiunto alla ricerca di lavoro ma hanno il solo scopo di aumentare il loro traffico scopiazzando in giro per la rete. Come verificarlo? Semplicemente copia titolo e città dell’offerta ed inseriscilo in Google, scoprirai se quell’annuncio è “originale” o prelevato da altri siti. Naturalmente non confondiamo questa cattiva abitudine con i “motori di ricerca lavoro” che sono appunto dei veri e propri motori di ricerca (peraltro molto efficaci e seri come: Jobrapido, Trovit Lavoro, etc…) che classificano le offerte e poi rimandano al sito originale.
  3. Evita i siti che una volta aperti aprono una finestra parallela di pubblicità. La pubblicità va bene nel sito, ma se apro un sito voglio visitare quel sito e non mi piace che contro la mia volontà il browser apra un’altra pagina (spesso di siti di incontri o gioco d’azzardo). L’interesse di questi siti è quello di avere molte visite (magari “incollando” annunci riciclati come detto prima) poiché quel tipo di pubblicità è pagata “per ogni finestra aperta”. E la finestra si apre anche contro la tua volontà…
  4. Prediligi i siti che oltre ad inserire gli annunci hanno una sezione “Blog”, “Magazine” o comunque informazione e discussione. Non siano dei semplici annuncifici insomma ma che, come Bianco Lavoro, offrano informazione e consigli.
  1. Prediligi i siti che ti danno la possibilità di caricare il tuo CV ed i tuoi dati, di modo da non dover tutte le volte riallegare il CV per spedirlo. Questo sistema ti permette inoltre di essere ricercabile dalle aziende. I siti che, come Bianco Lavoro, danno questa opportunità manifestano grande serietà, poiché creare la Banca Dati CV è costosissimo in termini di spazio sui server e tecnologie informatiche. Sia chiaro che il sito (a meno che non sia autorizzato dal Ministero del Lavoro) non utilizzerà, non gestirà e non entrerà nel merito del tuo CV per motivi di Selezione del Personale, ma si limiterà a mettere a disposizione gli strumenti informatici a te ed alle aziende per un efficace incontro domanda/offerta.

Credo che questi siano cinque punti molto chiari e semplici per identificare siti seri… se altri utenti hanno altri punti da inserire o suggerire sono i benvenuti…