Fare social trading con eToro, istruzioni ed opinioni

Ecco come investire nel social trading grazie ad eToro. Istruzioni, esperienze ed opinioni

Per essere un trader di successo bisogna avere molta competenza in materia, questo è risaputo. Ma esiste un altro modo per poter far trading con successo: copiare le “mosse” dei più bravi. Parliamo quindi di social trading, la cui piattaforma leader è certamente eToro.

Personalmente utilizzo la piattaforma da alcuni anni ed ho trovato semplicità nell’utilizzo e molti punti di forza rispetto al trading tradizionale. Non per ultimo la possibilità di copiare dai migliori. In questo contenuto ti spiegherò quindi come funziona eToro e come riuscire a guadagnare. Ma una premesse (seppur scontata) è d’obbligo: il trading è investimento, si può guadagnare ma si può ovviamente anche perdere (specie se non si fanno le mosse giuste). Per cui se non sei disposto a rischiare o cerchi un normalissimo lavoro da casa, lascia perdere questa pagina. Se invece te la senti e vuoi iniziare a fare dei test, andiamo avanti.

Cenni preliminari su eToro

Approfittano della presenza di eToro al Web Summit (dove siamo presenti da molti anni come media partner) abbiamo approfondito molti aspetti direttamente con i dirigenti e gli specialisti di eToro a livello internazionale.

eToro con Bianco Lavoro
Helena Hagan di Bianco Lavoro approfondisce i delicati aspetti del trading con gli specialisti eToro

Volendo dare una prima definizione, possiamo dire che eToro è sostanzialmente la piattaforma dedicata al trading online più importante al mondo. Rispetto all’agguerrita concorrenza, questa piattaforma ha puntato su un mercato specifico: quello dei principianti, inteso come soggetti che non hanno alcuna competenza di mercati finanziari.

Come tutte le rivoluzioni, infatti, anche questa si basa su un concetto semplice: dato che il trading online è materia ostica per i non addetti ai lavori, eToro ha deciso di inserire nel suo portale l’opzione di copy trader, dove l’utente neofita che si iscrive può impostare automaticamente di copiare le mosse degli investitori più esperti. In questo modo, partendo da un budget prestabilito, l’utente si troverà automaticamente il suo capitale investito in varie operazioni, con l’altissima probabilità di ottenere un guadagno da tale operazione.

Nonostante il mercato sia zeppo di piattaforme per il trading online, eToro è stata la prima a intuire che si potevano attirare milioni di utenti con il “copy trader”. Nel corso degli anni ci sono state diverse piattaforme che hanno provato a copiare eToro, ma hanno miseramente fallito, per due sostanziali motivi: il primo è che dietro il copy trading di questa piattaforma vi è una tecnologia complessa coperta da brevetto, che nessuno finora è riuscito a carpire. In secondo luogo, motivo ben più importante, questa piattaforma è estremamente meritocratica nei confronti nei trader professionisti che si iscrivono: più operazioni finanziare portano a buon fine, maggiori sono i benefit. In questo modo, i trader professionisti più bravi sono incentivati a fare sempre meglio, e di contro gli utenti inesperti sanno che possono trovare ottimi spunti da cui copiare.

In un mondo in cui si possono trovare tanti sedicenti portali di trading online, che spesso si rivelano fregature che si abbattono sui malcapitati, eToro è una piattaforma che può vantare le autorizzazioni CySEC e CONSOB. Si tratta quindi un’ulteriore garanzia per te che vuoi iscriverti su questo portale. Nel prossimo paragrafo, a tal proposito, vedremo nello specifico come puoi registrarti sulla piattaforma.

Come attivare un account

Il primo passo per conoscere il mondo di eToro è quello di:

aprire un conto eToro

Come per tutti i siti web che prevedono una registrazione, la procedura è davvero semplice, seppur un po’ lunga (ma questo è normale quando si parla di finanza ed investimenti. Ed è anzi, segnale di serietà).

Una volta collegato sul portale, assicurati che sia impostata come lingua principale l’italiano (o comunque la lingua che preferisci). Qualora non lo sia, ti sarà sufficiente cliccare sull’icona a forma di bandiera in alto a destra dell’home e selezionare l’italiano fra le 21 lingue disponibili.

Una volta impostata la lingua, clicca sul tasto “Iscriviti subito” posto quasi al centro della pagina per avviare la procedura di registrazione. Nella pagina che si aprirà, dovrai inserire solo tre dati: username, mail e password. Qualora tu non voglia perdere ulteriore tempo, può anche utilizzare direttamente i tuoi account Facebook o Google e sincronizzarli sul portale, utilizzando gli appositi tasti posti sotto la scritta “Crea Account”. Io personalmente preferisco sempre usare il login con Facebook, per risparmiare tempo e non dover ricordare la password.

Una volta riempiti i capi, dovrai obbligatoriamente flaggare le due opzioni legate ai Termini e alle Condizioni e da lì cliccare il tasto “Crea Account”. Successivamente, collegati alla tua casella di posta elettronica e, aprendo la mail che nel frattempo il sistema ti avrà inviato, clicca sul tasto “Verifica la mia mail”: verrai automaticamente reindirizzato al tuo browser e ti verrà richiesto di inserire la tua username e la tua password: a quel punto avrai finalmente accesso alla tua dashboard.

Quello appena visto è solo un primo passo della registrazione: in alto a sinistra c’è il tasto “Completa profilo” da utilizzare: cliccandoci sopra dovrai inserire nome, cognome, sesso, data di nascita, indirizzo e codice fiscale. Ancor più importante della parte anagrafica, tuttavia, è fondamentale la sezione dedicata all’esperienza: se sei completamente a digiuno della materia, flagga nelle tre caselle riportanti la scritta “mai fatto trading” riferite a Titoli, Asset-Cryptoe Prodotti a Leva.

Arriva poi la domanda legata alla pianificazione di investimenti: come settori su cui investire puoi scegliere fra Azioni, Valute, CriptoValute, Indici e Materie Prime. Puoi scegliere tranquillamente uno solo o tutti e cinque i settori di investimento.

La cura di eToro per i suoi utenti è palpabile anche nella sezione della registrazione in cui ti chiede l’eventuale destinazione dei proventi guadagnati sulla piattaforma: potrai sceglie fra Entrate Supplementari, Rendimenti a Breve Termine e Risparmi per la Casa. In questo caso la scelta è soggettiva e spetta a te, ma sappi che potrai selezionare solo uno dei quattro campi.

Sezione dedicata all’attitudine al rischio: qui dovrai selezionare, seppur indicativamente, quale importo prevedi di versare ogni anno, e che margini di guadagni speri di ottenere. Ricordati che non si tratta mai di operazioni redditizie al 100%, quindi ipotizza un importo la cui perdita non ti crea problemi.

Il passaggio finale della registrazione prevede, oltre alla conferma del numero di cellulare, anche il caricamento di un documento d’identità (fronte retro) e di una bolletta legata a un’utenza domestica. Entro tre giorni il tuo account sarà verificato e validato: tale tempistica viene accorciata se in sede di registrazione effettui contestualmente un versamento in denaro.

Come funziona la piattaforma

Una volta completata la fase di registrazione, utilizzare la piattaforma è un gioco da ragazzi. La pagina centrale, di default, mostra alcuni titoli, solitamente legati ad aziende famose, sui quali è possibile investire. Potrai modificare tale pagina lasciando, ad esempio, l’elenco dei trader da cui stati copiando gli investimenti. Sul fondo della pagina è invece indicato il denaro (sia esso virtuale o reale) caricato sull’account. La sezione fa un distinguo fra il capitale disponibile, quello investito, il margine di profitto e il totale del patrimonio. La sezione dedicata al profitto è quello che meglio di tutte fa capire lo stato degli investimenti: quando è in rosso vuol dire che in perdita, mentre il verde e il segno + indicano che stai guadagnando.

Le funzioni legate ai principali investimenti sono collocate sulla colonna di sinistra: il tasto “Mercati” ti permette di verificare appunto i mercati disponibili in cui investire in piena autonomia; il tasto Persone, invece, ti permette di trovare i trader più bravi e copiarne le mosse.

Interessante è anche il tasto Bacheca, dove tutti gli iscritti possono condividere contenuti e commentare quegli degli altri. Essendo una piattaforma conosciuta in tutto il mondo, ci si trovano commenti in varie lingue ed è quindi difficile interagire con gli altri utenti, ma rimane comunque un buon metodo per condividere competenze e conoscenze.

Provare senza rischiare: il portafogli virtuale

Stai leggendo queste righe, magari stai seriamente pensando di provare eToro, ma c’è un pensiero che ti frulla per la testa: “col cavolo che rischio il mio denaro senza prima fare un po’ di esercizio!”. Bene, eToro ha pensato anche a coloro come te, che prime di affidarsi a un prodotto lo vogliono provare, creando l’opzione di Portafogli Virtuale. Se hai già fatto la registrazione, accedendo nella tua area riservata, troverai nella colonna a sinistra un piccolo tasto con scritta verde “reale”: cliccando su quella dicitura potrai “switchare” su “Portafogli Virtuale”, provando quindi a fare trading partendo da una cifra finta. Nell’opzione Portafogli Virtuale avrai 100mila “fantadollari” da investire nel trading, senza alcun rischio. A quel punto potrai scegliere se fare di testa tua e investire nei vari mercati in piena autonomia, o se simulare le operazioni di copy trader e verificare come va.

Il Portafogli virtuale è lo strumento più utilizzato dagli investitori neofiti, che non hanno alcuna competenza in materia di mercati finanziari. Non serve solo a capire quanto effettivamente si possa guadagnare sulla piattaforma, ma è anche il modo migliore per testare i trader da cui copiare senza rischiare nulla di tasca propria. Il nostro consiglio è quello di utilizzare i 100mila fantadollari per testare quanti più trader possibili: solo quando avrai trovato il tuo “dream team” ti converrà versare del denaro vero sul tuo account.

I segreti del Social Trading

L’attitudine che hanno gli utenti neofiti dal copiare dai trader esperti viene definita oggi Social Trading. Il termine rappresenta l’incontro fra il mondo del trading con quello dei social network: eToro è stata la prima piattaforma a capire le potenzialità dei due mondi e a farli incontrare in maniera proficua.

Il Social Trading è un metodo che sta riscuotendo successo perché vincono tutti. Vincono i trader esperti perché meglio fanno il loro lavoro, e più “follower” ottengono. Il maggior numero di follower corrisponde anche a una maggiore remunerazione da parte di eToro nei confronti di questi professionisti.

Guadagnano ovviamente pure i neofiti perché, pur non avendo alcuna competenza in materia, possono investire in mercati finanziari e guadagnarci su. Inoltre eToro non prevede alcun genere di commissione.

Tuttavia, nonostante vi siano numerosi aspetti positivi, nemmeno su eToro i soldi sono regalati. Per essere un “copy trader” di successo, infatti, occorre seguire alcune regole basilari.

La prima è stata già accennata nel paragrafo dedicato al Portafogli virtuale: trovare i migliori trader e seguirli periodicamente. Vi sono infatti alcuni trader che, alla lunga, potrebbero perdere il loro “fiuto” per gli investimenti e quindi scendere nelle graduatorie. Il sistema del Portafogli Virtuale ti insegna non solo a trovare i migliori trader, ma anche a monitorarli nel tempo e a eliminarli se si rivelano improduttivi. Non ti si chiede una costanza massiccia: ti basta monitorare la situazione anche pochi minuti al giorno per rendere i tuoi investimenti proficui.

Il fatto di scegliere più trader, inoltre, è anche un modo per diversificare i tuoi investimenti. In questo modo non solo non affiderai i tuoi soldi a una singola persona, ma ti cimenterai anche in mercati diversi, compreso quello delle criptovalute, e potrai così aumentare le tue probabilità di guadagno. Personalmente preferisco azioni e valute, evitando le criptovalute, non perchè non mi fidi o pensi si possa guadagnare meno, ma semplicemente perchè trovo più difficoltoso studiarne l’andamento. Se tuttavia hai la passione per bitcoin e criptomonete varie:

Investi in Bitcoin e criptovalute su eToro

Ma in quanti guadagnano e quanti perdono?

Questa domanda è così importante che la legge obbliga le piattaforme a dichiarare e scrivere pubblicamente quanti investitori hanno perso denaro. Ebbene, nel caso di eToro il 75% perde denaro. Cosa vuol dire? Che hai solo il 25% di possibilità di guadagnare? Assolutamente no, non si tratta di fortuna o estrazione a sorte. A guadagnare è chi studia e ci mette impegno. Quasi tutti coloro che perdono invece sono persone che vogliono semplicemente “provare” senza applicarsi più di tanto. Il mio consiglio è quindi di andare per gradi, investendo poco alla volta copiando davvero i migliori, riuscendo così a trovarsi in quel 25% che guadagna.

Mio consiglio finale:

apri subito un conto eToro

ed inizia con il portafoglio virtuale (non hai nulla da perdere e non devi investire niente). Appena prendi dimestichezza inizia poi ad investire qualche euro e…. buon trading!