Home » News Lavoro

Giovani imprenditori agricoli: al via iscrizioni a Oscar Green 2016

Il premio della Coldiretti tenterà di scovare, anche quest’anno, i giovani più innovativi e appassionati


Al via le iscrizioni all’Oscar Green 2016, il premio promosso da Coldiretti Giovani Impresa per gli under 40 che fanno innovazione nelle campagne. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di valorizzare le realtà imprenditoriali più dinamiche, capaci di coniugare tradizione e innovazione e di proporre modelli produttivi sempre più creativi e sostenibili. Un Oscar per i giovani imprenditori agricoli destinati – ci si augura – a rinforzare sempre più il successo del Made in Italy nel mondo.

imprenditori agricoli
image by Cherries

Per iscriversi c’è tempo fino al 15 marzo 2016: le domande dovranno pervenire al sito oscargreen.it dove sarà possibile reperire informazioni dettagliate sulla decima edizione dell’iniziativa che mira (anche quest’anno) a premiare i giovani più talentuosi. E più “spericolati”, come i primi classificati dell’anno scorso. La vincitrice, nella categoria “Campagna Amica”, è stata Federica Pascali che, con il suo cinema nel frantoio di famiglia ha, conquistato la giuria. A trionfare nella categoria “Fare Rete” è stato, invece, Gabriele Biscontini, titolare di un agriwelness nel cuore dell’Umbria. Mentre ad aggiudicarsi l’Oscar 2015 nella categoria “Impresa 2.Terra” sono stati Pietro Barachini e Dario Granchi che hanno messo a punto un’app per la tracciabilità e la certificazione dell’olio extravergine d’oliva che può aiutare a contrastarne la contraffazione.

E’ andato a Paolo Andrichi, unico agricoltore dell’isola di Torcello, il primo premio della categoria “Paese Amico”, mentre l’Oscar “We Green” se l’è aggiudicato Enzo Marascio, inventore della “carne” di frumento e legumi. Ma a rendere indimenticabile la scorsa edizione dell’Oscar Green promosso dalla Coldiretti sono stati anche altri progetti come quello della polenta alla spina, della gelatina di vino e del liquore di lumaca (solo per citare i più stravaganti). L’organizzazione del premio precisa che, anche quest’anno, “sarà prestata particolare attenzione ai progetti che avranno come obiettivo la tutela e l’arricchimento del territorio“. Ovvero alle idee proposte da quei giovani imprenditori che, pur scommettendo appieno sull’innovazione, non mancheranno di onorare la gloriosa tradizione agroalimentare del Bel Paese.