Bonus assunzioni 2020: alcune misure a favore dell’occupazione

I bonus assunzioni 2020 a favore dell'occupazione di determinate categorie di lavoratori. Quali sono e come funzionano?

I bonus assunzioni 2020 sono davvero tanti, tutti con lo scopo di ridurre il costo del lavoro per le aziende, andando ad incentivare l’occupazione di particolari categorie di soggetti. Ecco alcune tra le misure più importanti previste dalla nostra legislazione.


Bonus assunzioni 2020

bonus assunzioni

La nostra legislazione è piena di bonus assunzioni. Si tratta di tutte quelle misure, vecchie e nuove, che puntano a favorire l’occupazione di particolari categorie di soggetti, andando a ridurre i costi del lavoro sostenuti dalle aziende. Per evitare che i manager blocchino le assunzioni, perché sempre più costose, il Governo ha creato tutta una serie di agevolazioni fiscali per le aziende, così da permettere l’assunzione di nuova manodopera. Oltre a formule di carattere strutturale, ossia già inserite nel nostro ordinamento, ci sono dei bonus di nuova generazione, che fanno da sostegno agli altri già conosciuti. Vediamo quali sono e soprattutto chi può beneficiarne.

Il contratto di apprendistato

Si tratta della classica e ben conosciuta forma di agevolazione per le aziende, che assumono nuova e giovane manodopera. Il contratto di apprendistato si caratterizza per la sua natura contributiva ridotta e si può sottoscrivere con giovani fino i 29 anni di età. La Legge di Bilancio ha introdotto una novità in materia. Le aziende con un numero di dipendenti pari o inferire a 9, che dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 decidono di assumere con contratto di apprendistato di 1°livello, giovani tra i 15 ed i 25 anni, potranno beneficiare nei primi 3 mesi di contratto, di uno sgravio contributivo pari al 100%. Si tratta di una misura davvero importante, che permette elle nuove generazioni di fare il loro ingresso nel mondo del lavoro in maniera più semplice.

Bonus Sud

Altra misura di notevole rilievo è quella denominata il Bonus Sud anche per il 2020. Le aziende che hanno una sede operativa al Sud (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna) avranno determinate agevolazioni. Per tutto l’anno, le imprese che procederanno con l’assunzione di personale a tempo indeterminato, potranno beneficiare dell’esonero pari al 100% della contribuzione previdenziale spettante al datore di lavoro, il tutto con l’esclusione di premi e contributi dell’Inail fino ad 8.060 euro. I lavoratori da assumere devono essere disoccupati. Nel caso in cui il soggetto in questione ha più di 34 anni, può accedere al bonus solo ed esclusivamente se nel corso degli ultimi 6 mesi non ha avuto un lavoro retribuito. Inoltre, indipendentemente dall’età, i soggetti assunti con tale bonus, nei 6 mesi precedenti non devono aver avuto alcun rapporto lavorativo con l’azienda che ora li recluta.

Bonus assunzioni under 35

Tutti coloro che non possono accedere al contratto di apprendistato, possono beneficiare del bonus assunzioni under 35. Si tratta di una misura vigente per il 2020, a cui possono accedere i soggetti che non hanno ancora compiuto 35 anni di età. Le imprese potranno godere di sgravi fiscali, come la riduzione del 50% dei contributi previdenziali dovuti al datore di lavoro, per un massimo di 3 mila euro all’anno, relativamente ad un periodo di tempo pari a 36 mesi. Tuttavia, le assunzioni dovranno essere a tempo indeterminato. L’agevolazione vale anche in caso di passaggio da contratto a tempo determinato a quello indeterminato. I soggetti assunti non devono aver mai avuto un lavoro a tempo indeterminato nel corso della loro vita professionale.

Il bonus assunzioni per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza

Tra le nuove agevolazioni all’occupazione, troviamo anche il bonus per l’assunzione dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza. In questo caso, è indispensabile che le nuove assunzioni siano fatte tramite contratto subordinato a tempo pieno ed indeterminato. Si tratta di ulteriori facilitazioni per le aziende, che intendano procedere con il reclutamento di nuova manodopera, tra i beneficiari del sussidio economico messo a disposizione dal Governo. Il bonus prevede per il datore di lavoro, l’esonero dei vari contributi previdenziali, il tutto nel limite dell’importo mensile del Reddito di Cittadinanza che spetta al soggetto, nel momento stesso della nuova assunzione.

Over 50 e lavoratori in NASpI

Bonus assunzioni anche per i soggetti over 50 anni. Le imprese che decidono di assumere over 50 anni disoccupati, potranno godere di sgravi fiscali connessi all’aliquota contributiva, pari al 50%. Il periodo di validità di tale incentivo è variabile andando dai 12 mesi, nel caso di assunzione con contratto di lavoro a tempo determinato fino ai 18 mesi nel caso di assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Ed ancora, 18 mesi complessivi nel caso in cui l’assunzione sia stata fatta con contratto a tempo determinato, trasformato poi in contratto a tempo indeterminato. I lavoratori in Naspi che vendono assunti da un’azienda, daranno la possibilità al datore di lavoro di usufruire del 20% dell’indennità mensile di disoccupazione, che sarebbe stata versata al lavoratore nel restante periodo di indennità.

Sono questi alcuni dei tanti bonus assunzioni di cui i datori di lavoro potranno beneficiare nel caso di reclutamento di nuovo personale.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro



CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)