Come e perché fare ricerche su un’azienda prima di candidarsi

Fare ricerche su un'azienda per la quale vuoi candidarti non è una perdita di tempo, anzi, può essere il confine tra essere assunti oppure no.

Immaginate di andare in vacanza: fareste una ricerca su dove andare per trovare gli alberghi migliori, le offerte più allettanti, sapere cosa vedere, insomma per non perdere tempo? Così è per il lavoro e l’azienda per la quale andrete a candidarvi. Perché fare ricerche?


Perché per prima cosa vi può dare un’idea di quale possa essere la vostra scelta quali aziende prendere di mira e quali invece lasciar perdere. Scoprendo così chi ha delle posizioni aperte e chi no e quali. Inoltre dovendo fare un colloquio è immaginabile tu voglia sapere tutto dell’azienda per poter poi fare domande significative e fare bella figura. Più si è informati più si è a proprio agio, Conoscere cosa fa un’azienda, chi sono le persone che ci lavorano, cosa fanno qual è la loro mission i loro scopi etc, può anche impressionare un hiring manager. E tu, quel giorno, quello del colloquio, sei lì proprio per impressionare.

ricerca

Tutto quello che puoi imparare, imparalo. La storia, la cultura, i valori, tutto. Tutto quel che serve insomma. Non sai cosa potrebbe servirti, quindi impara più che puoi. Se riesci contatta le persone che ci lavorano dentro e fai con discrezione qualche domanda. Non è mica detto che non ti rispondano, anzi potrebbero esserne felici. Chiedi loro anche se l’azienda potrebbe aver bisogno delle tue specifiche qualità oppure la necessità è più generale. Perché questo allarga o stringe il campo di ricerca di molto, se ci pensi. Insomma se qualcuno che conosci o riesci a conoscere, lavora dentro l’azienda per la quale ti stai candidando, “usalo” in senso bonario, cerca di sfruttare le sue conoscenze per saperne di più

Il colloquio

Anche per quanto riguarda il colloquio la ricerca è importante, giusto per non farsi spiazzare da domande semplici semplici come “Perché vuole essere assunto qui?” o “Cosa pensa di noi?”. Sono le più classiche ma anche le più a trabocchetto perché sono talmente aperte che se la risposta non è già pronta in testa rischia di essere decisamente difficile rispondere a tono. La ricerca è ciò che ti aiuta a dare una risposta precisa, informata, efficace insomma. Qualcosa che possa se non stupire, almeno colpire l’attenzione del recruiter che, devi sempre pensare, non deve esaminare solo te.

Quindi prima del colloquio leggi tutto quello che puoi, anche sui social. Non è un male “perdere” un po’ di tempo nell’informarti. Quel tempo non lo stai perdendo, lo stai usando. E’ pur vero che è una noia perché non è poi detto che tu venga assunto ed è comunque difficile capire qual è l’azienda migliore per informarsi. Probabilmente è un lavoro che va fatto su più aziende e diventa quindi ancora più lungo, però sappiamo tutti che candidarsi a caso non è certo la strada migliore. Sappiamo tutti che più curriculum spediti non equivale per forza a più possibilità di avere un colloquio. E  anche fosse, se poi al colloquio non sei informato che fai?

In lingua inglese esistono diverse risorse come hoover’s online o che permettono la ricerca per nome dell’azienda o per parola chiave. Superpages lo permette per località o per tipo di business. Vault da responsi molto precisi. Tutto questo può essere un grande aiuto ad esempio per chi vuole andare a lavorare all’estero.  Spendere un po’ di tempo per arrivare poi più preparati è sicuramente un investimento da non sottovalutare anche se si pensa che si stia perdendo tempo. Quel tempo infatti può essere la differenza tra l’essere notato e passare ad un colloquio e l’essere scartato a favore di quello dopo di te, che non è detto sia migliore, magari è solo più informato.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro

CATEGORIES
Share This