Cosa fare se hai troppa paura per negoziare il tuo stipendio

Cosa fare se hai troppa paura di negoziare lo stipendio: alcuni consigli utili su come comportarsi e affrontare il datore di lavoro.

Se pensi di avere uno stipendio netto troppo basso in relazione alle tue competenze e a quel che sei in grado di offrire alla tua azienda, forse è arrivato il momento di provare a ri-negoziarlo. Certo, facile a dirsi e un po’ meno a farsi, poiché è facilmente comprensibile il timore di ricevere un no che potrebbe avere delle ripercussioni negative sul prosieguo della tua vita lavorativa. Cosa puoi fare, dunque, per sconfiggere questa paura? Ecco qualche suggerimento su come negoziare lo stipendio.


negoziare lo stipendio

Come negoziare lo stipendio: alcuni consigli utili

Per prima cosa, devi pensare che il tuo datore di lavoro non ti sta facendo lavorare perché vuole farti un favore, ma perché ha bisogno di te: ciò vuol dire che se ha intenzione di continuare a beneficiare delle tue conoscenze e delle tue capacità deve garantirti una retribuzione adeguata. Ogni contratto di lavoro è il frutto di due esigenze che si incrociano: quella del datore di lavoro e quella del dipendente. Ecco perché, a ben pensarci, hai ben poco di cui preoccuparti se decidi di provare a chiedere un aumento. Che cosa ti potrebbe succedere? Di certo non potresti essere licenziato; e se anche il tuo capo provasse in qualche modo a vendicarsi per quella richiesta che non ha ritenuto opportuna, per esempio mettendoti il bastone tra le ruote per complicare lo svolgimento della tua attività, vuol dire che in fin dei conti questo non è il posto che fa per te, e tanto vale che tu ti metta in cerca di un’azienda in cui ti possa sentire apprezzato e ammirato.

Insomma, a ben guardare la cosa peggiore che ti possa capitare dopo che avrai chiesto di rinegoziare il tuo salario è che la tua proposta venga rifiutata: ma anche se succede non cascherà il mondo, no? Ecco perché vale la pena di provarci comunque: il che non vuol dire, naturalmente, sparare una cifra priva di riscontri oggettivi, ma semplicemente studiare la situazione con attenzione per capire che cosa potresti ottenere da un possibile aumento.

Una analisi accurata della tua situazione e di quella della tua azienda è indispensabile come punto di partenza: è più probabile ricevere un aumento in un’impresa che conta mille dipendenti o in un’impresa che ne conta dieci? Una risposta univoca non c’è, perché nel primo caso i soldi che girano sono di più ma è possibile che i rapporti tra i vertici e la base siano più freddi e distaccati, mentre nel secondo caso è facile che i lavoratori abbiano un contatto diretto e costante con i propri capi ma che, al tempo stesso, le condizioni economiche siano meno favorevoli.

Per dire addio alla paura di chiedere un colloquio per provare a far salire il tuo stipendio hai bisogno di razionalità e calma: ciò significa anche pianificare la tua richiesta in considerazione del ruolo che ricopri, dell’importanza che hai e della tua “sostituibilità”. Se sei sicuro di poter apportare alla società in cui sei impiegato un contributo fondamentale, che in pochi sarebbero in grado di garantire, allora non hai niente da temere e sei pronto a negoziare per ottenere un risultato decisamente a tuo favore.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro

CATEGORIES
Share This

Commenti