Dalle pensioni agli aumenti in busta paga, tutte le novità della Legge di Bilancio 2020

Il testo definitivo della Legge di Bilancio 2020 sta per essere approvato. Tante le misure a favore dei cittadini, dalla lotta all'evasione fiscale, al bonus famiglia, passando per il taglio del cuneo fiscale

La legge di Bilancio 2020, il documento più importante per le sorti economiche e fiscali del nostro Paese, si avvicina all’approvazione definitiva. Tante le novità introdotte, dalle pensioni, al cuneo fiscale, passando per la lotta all’evasione fiscale e bonus famiglia.


La Legge di Bilancio 2020 si avvicina l’approvazione del testo definitivo

Legge di Bilancio 2020

La Legge di Bilancio con il Def (documento economico e finanze), sono i più importanti e significativi strumenti con cui si definiscono gli obbiettivi finanziari ed economici che il Paese seguirà nel corso dei prossimi 3 anni. Il testo definitivo per quanto riguarda la Legge di Bilancio 2020, che non ha ancora finito tutto il suo iter burocratico, sarà approvato entro il 31 dicembre 2019. Dunque, per evidenti cause di carattere tempistico, non saranno apportate ulteriori modifiche, oltre a quelle che già si sono avute nel corso dei mesi precedenti. Insomma, tutto dovrebbe filare liscio. Il testo contiene al suo interno tante ed importanti misure, dalla lotta all’evasione fiscale, al taglio del cuneo fiscale, passando per il bonus famiglia, oltre alla riforma pensioni 2020. Per quanto riguarda il Decreto Fiscale 2020, il testo definitivo è stato approvato in data 27 ottobre 2019, ed ora si attende la sua conversione in legge.

Le novità introdotte nella Legge di Bilancio 2020

Come accennato precedentemente, il testo della Legge di Bilancio 2020 racchiude al suo interno tante misure, alcune delle quali sono state modificate nel corso dei mesi scorsi. Tra le novità ricordiamo l’accordo raggiunto dalla maggioranza per quel che riguarda la tassa sulle auto aziendali 2020, con la riduzione dell’imponibile di carattere fiscale sulle automobili promiscue affidate ai dipendenti. La tassa sulla plastica e sullo zucchero 2020, che partirà non più a gennaio ma ad aprile del prossimo anno. Ed ancora continua la lotta all’evasione fiscale e di tutte le forme con cui questa si manifesta. Saranno aumentate le risorse per le industrie 4.0 solo se sostenibili, nel pieno rispetto dell’ambiente, con uno sguardo di riguardo per la salute del nostro pianeta.

Il taglio del cuneo fiscale con aumento in busta paga

Importante è il taglio del cuneo fiscale presente nel testo della Legge di Bilancio 2020. La conseguenza più importante relativa al taglio del cuneo fiscale, prevede l’aumento in busta paga di cui i vari lavoratori potranno beneficiare. Ricordiamo che questo aumento arriverà a partire da luglio del prossimo anno e comporterà:

  • aumento di 15 euro al mese per tutti coloro che già beneficiano del bonus di 80 euro, avendo un reddito compreso tra gli 8 mila e 24 mila euro lordi all’anno;
  • l’aumento di 33 euro in busta paga per chi percepisce un bonus parziale ed ha un reddito compreso tra i 24 mila ed i 26.600 euro lordi all’anno;
  • aumento di 95 euro in busta paga per chi non gode del bonus di 80 euro ed ha un reddito tra i 26.600 e 35 mila euro.

Si tratta di aumenti che comunque fanno comodo ai vari lavoratori, pensati apposta in risposta alla loro situazione reddituale.

Il bonus famiglia presente nella Legge di Bilancio

A sostegno delle famiglie e delle agevolazioni fiscali a loro destinate, arrivano 100 milioni di euro in più per il prossimo anno. La Legge di Bilancio ha previsto l’accorpamento dei fondi destinati alle varie misure destinate alle famiglie, per la creazione di un fondo unico per la famiglia. Ecco cosa prevede:

  • la Carta bimbi da 400 euro al mese riconosciuta per ogni figlio. Questi fondi servono per aiutare le famiglie nell’acquisto di beni e servizi rivolti ai bambini;
  • l’Assegno universale natalità, ossia il bonus bebè esteso a tutti, indifferentemente dall’Isee. L’importo riconosciuto si divide in tre fasce: 80 euro, 120 e 160 euro al mese;
  • il bonus asilo nido fino a 250 euro al mese;
  • il bonus mamma domani 2020 che sarà rifinanziato, ma scomparirà nel 2021, facendo largo all’assegno unico figli a carico;
  • il congedo di paternità che è stato aumentato, passando da 5 a 7 giorni all’anno;
  • il bonus latte artificiale riconosciuto alle neo mamme.

Le novità relative al decreto fiscale 2020

Tra le novità previste dal Decreto Fiscale 2020 ricordiamo:

  • il rinvio al 6 marzo delle sanzioni per tutti coloro che non si adeguano alle nuove direttive relative ai seggiolini auto, per la sicurezza dei bambini;
  • passa dal 23 luglio al 30 settembre la scadenza relativa al modello 730, per quel che riguarda la dichiarazione dei redditi del prossimo anno;
  • incremento della platea di beneficiari del 730, infatti potranno presentarlo anche i titolari di redditi assimilati a quello da lavoro dipendente, così come i titolari di reddito derivante da lavoro autonomo-occasionale;
  • la Rc auto familiare 2020, che riconosce la una sola classe di merito per tutta la famiglia.

Lotta all’evasione fiscale

Tra i punti fermi del Governo resta la lotta all’evasione fiscale, grazie all’approvazione di varie misure:

  • il super bonus previsto per i pagamenti con la carte di credito o bancomat, in modo da incentivare la moneta elettronica. Il movimento di denaro tramite carta o bancomat potrà essere tracciato e controllato dal Fisco, in maniera da evitare qualsiasi forma di evasione;
  • introduzione di varie agevolazioni fiscali per tutti coloro che decidono di pagare con carta;
  • l’introduzione del cashback che prevede una percentuale di detrazione alla fine dell’anno, per chi paga con la carta;
  • l’esenzione delle commissioni Pos per quanto riguarda i micro pagamenti;
  • l’introduzione della Carta Unica.

Insomma evadere il Fisco diventerà sempre più complicato nei prossimi anni.

CATEGORIES
Share This

Commenti