Giovani e pensioni: parte oggi l’iniziativa Cgil “Rivolti al Futuro”

Parte oggi l'iniziativa promossa dalla Cgil denominata "Rivolti al Futuro". Si tratta di una serie di incontri che vogliono aprire un confronto sulla questione legata alle pensioni, per poter permettere a tutti i lavoratori un dignitoso trattamento pensionistico.

Parte oggi, 19 luglio 2019 l’iniziativa promossa da Cgil “Rivolti al Futuro” in cui si affronteranno diverse tematiche, tutte connesse alla pensione, tra cui anche la delicata questione giovani e pensioni. Una serie di iniziative che hanno lo scopo di aprire un confronto sul tema più caldo, ossia quello della previdenza sociale e del futuro stesso dei tanti giovani, che potrebbero non “vedere mai” la loro pensione.


Cgil Rivolti al futuro

 

Giovani e pensioni: parte il confronto promosso da Cgil

Parte oggi, 19 luglio il primo di tanti altri incontri promossi dalla Cgil e denominato “Rivolti al Futuro”. Appuntamento a partire dalle ore 10.00 a Roma, presso la sede principale Cgil in corso d’Italia 25. Il tema centrale di questo primo incontro è quello della pensione delle nuove generazioni. Si tratta del primo di una serie di incontri organizzati dal sindacato, con lo scopo di aprire un vero e proprio confronto sul tema giovani e pensioni. Il tutto affinché la stessa riforma Fornero possa essere superata, garantendo un dignitoso trattamento pensionistico anche ai giovani, alle donne ed a tutti i lavoratori in situazione gravosa.

Il tema giovani e pensioni è davvero caldo, sono tanti i soggetti che purtroppo non hanno un lavoro fisso, stabile, duraturo e continuo. Tutto questo è a discapito del futuro trattamento pensionistico. Per questo motivo diventa sempre più importante trovare delle soluzioni immediate a favore di tutti i lavoratori.

“Rivolti al Futuro”: ecco i punti che saranno affrontati nel corso dei vari incontri

L’appuntamento di apertura della serie di incontri organizzati dalla Cgil, previsto oggi, 19 luglio a Roma, diventa l’occasione non solo di affrontare la dura questione giovani e pensioni, ma anche quella di presentare il progetto e le varie tematiche che saranno affrontate nel corso dei vari incontri. Ecco i temi che saranno affrontati:

  • giovani e pensione: dove si discuterà della situazione lavorativa e pensionistica dei giovani, cercando delle soluzioni per garantire a questi un lavoro sicuro ed una relativa pensione sicura;
  • l’istituzione di una pensione contributiva: in particolare l’obiettivo è quello di creare una pensione contributiva di garanzia, il tutto per dare la possibilità a coloro che hanno un lavoro discontinuo oppure con salari minimi, di poter ricevere una pensione dignitosa;
  • no ai vincoli per accedere alla pensione nel sistema contributivo i quali vanno a penalizzare chi riceve salari minimi o comunque svolge dei lavori di carattere discontinuo;
  • superare il meccanismo connesso all’aspettativa di vita. Questo costringe ad andare in pensione dopo i 70 anni con penalizzazione nel calcolo dell’assegno pensionistico;
  • sostenere ed incoraggiare l’adesione dei giovani alla previdenza di carattere complementare.

Sono questi i punti salienti che saranno affrontati nel corso degli incontri Cgil, dove la questione pensione è la protagonista indiscussa.

Chi prenderà parte all’incontro?

All’incontro partecipano diverse ed importanti personalità. Giuseppe Massafra, segretario confederale della Cgil introdurrà l’iniziativa ed aprirà il dibattito, assieme ad una relazione presentata da Roberto Ghiselli, segretario confederale. Ed ancora, il professore dell’Università la Sapienza di Roma, Michele Raitano, presenterà l’analisi relativa alle proiezioni delle future pensioni. Previsto anche l’intervento di Jacopo Buffolo (studente), Mazzuferi Naomi (giovane lavoratrice Nidil Cgil) e di Raffaele Atti, segretario nazionale dello Spi Cgil. A tutto ciò seguirà una tavola rotonda a cui prenderà parte Maurizio Landini, il segretario generale della Cgil, Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro, Tommaso Nannicini della Commissione Lavoro del Senato e Renata Polverini, Commissione Lavoro della Camera.

Pensione e mondo del lavoro

La pensione è uno dei tanti temi che il Governo deve prendere a cuore per trovare delle soluzioni veloci ed efficaci. Il mondo del lavoro è cambiato, non si basa più sulla stabilità ma sull’instabilità. Sono pochi i fortunati che possono contare su un’occupazione a tempo indeterminato e sono ancora meno i giovani che subito dopo gli studi, riescono a trovare un lavoro dignitoso. L’ingresso nel mondo del lavoro in ritardo affiancato con lavori temporanei, discontinui e poco stabili, sono i fattori principali che mettono a rischio la pensione futura. Poter contare su un giusto e dignitoso trattamento pensionistico è un diritto di tutti, ma con il sistema attuale tutto questo diventa difficile.

CATEGORIES
Share This