Le figure professionali più richieste al tempo del Coronavirus. I dati di QuoJobis

QuoJobis riapre i battenti dopo lo stop Coronavirus. Ecco le professioni più richieste in periodo di emergenza e quelle indispensabili nella fase di ripartenza

Il Coronavirus ha stravolto il mondo del lavoro, portando alla ribalta determinate figure professionali, che oggi risultano essere indispensabili. QuoJobis, una delle realtà più importanti nel settore delle Risorse Umane, ha mostrato quelle che sono le odierne esigenze nel mercato del lavoro. Finito il lockdown, anche le sedi QuoJobis presenti su tutto il territorio nazionale si apprestano a riaprire i battenti, avviandosi cautamente verso un post Coronavirus.


Riaprono le filiali QuoJobis

Quando parliamo di lavoro non possiamo dimenticare la QuoJobis, una grande realtà nel settore delle Risorse Umane, che raccoglie conoscenze, competenze ed esperienze dei migliori professionisti. L’azienda, grazie al team di esperti di cui si compone, offre alle varie imprese un supporto di carattere integrale, come ad esempio: ricerca e selezione di figure professionali, consulenza sul diritto del lavoro, strumenti per la formazione del personale, processi di career counseling,  outplacement,  outsourcing e tanto altro ancora. Parliamo di una realtà che non si è mai fermata, anche nel periodo di emergenza da Coronavirus, operando da remoto, per assicurare alle varie imprese tutta l’assistenza necessaria. Dal 18 maggio, così come previsto dal decreto 26 aprile, le sedi di lavoro della QuoJobis dislocate su tutto il territorio nazionale riapriranno i battenti, nel pieno rispetto delle normative sulla sicurezza.

Lavoro in sicurezza

La riapertura delle filiali QuoJobis avverrà il 18 maggio, dopo aver disposto la sanificazione degli ambienti di lavoro, l’approvvigionamento di DPI ma anche un apposito corso di formazione online. Quest’ultimo, consentirà a tutti i dipendenti di conoscere le misure da adottare sul posto di lavoro, per contrastare il Coronavirus. Non è tutto, in quanto, così come altre aziende hanno fatto, per garantire la sicurezza di tutti i suoi dipendenti, anche la QuoJobis ha ipotizzato ed optato per la presenza di personale in sede ma a rotazione. Questo significa che una parte dei dipendenti (sempre a rotazione) lavorerà dall’ufficio, mentre gli altri continueranno ad operare da casa. Di notevole interessa anche i dati relativi le esigenze del mercato del lavoro, in questo particolare periodo di emergenza sanitaria.

Le professioni più ricercate ai tempi del Coronavirus

Stando ai dati scrupolosamente elaborati dalla QuoJobis, le richieste di figure professionali da parte del mercato del lavoro, in questo periodo hanno subito una trasformazione radicale. Se da una parte ci sono stati dei settori colpiti dalla crisi, dall’altra ci sono altri che non hanno assolutamente avuto problemi, anzi hanno addirittura aumentato il loro fatturato. In particolare, un vero e proprio picco di richieste, pari al 50%, riguarda le professioni e figure professionali connesse alla Grande Distribuzione Organizzata. In particolare parliamo di Addetti al Banco, Magazzinieri, Cassieri e la nuova figura professionale Addetto agli Accessi. Altro settore investito da un’impennata di richieste, pari al 30% circa è quello della Sanità, con la ricerca di medici, infermieri, OSS, ASA. Ed ancora, il settore delle pulizie e della sanificazione di locali, ha registrato un incremento nel periodo Coronavirus, così come quello della logistica e delle consegne a domicilio.

Settori economici in crescita nella fase di ripartenza

Sempre secondo i dati e le previsioni della QuoJobis, nel periodo della ripartenza del Paese, ci sarà ancora bisogno di determinate figure professionali e settori che continueranno a svilupparsi più di altri. In particolare il lavoro non mancherà nel settore della Sanità ed in quello farmaceutico, con la ricerca di Tecnici ed Addetti al laboratorio. Sarà indispensabile anche il settore dell’Hi-tech, che necessita di sviluppatori e sistemisti. Anche nella Fase 2 resteranno indispensabili i professionisti operanti nel settore delle sanificazioni, così come autisti ed addetti alle consegne. Infatti, proprio in questo periodo di generale lockdown, l’e-commerce ha registrato un rilevante incremento che è destinato a proseguire nell’immediato futuro. Anche la Grande Distribuzione Organizzata resta un settore rilevante, anche se potrebbe incorrere in un leggero ridimensionamento rispetto al periodo di emergenza sanitaria.

L’importanza delle agenzie per il lavoro anche in periodi di emergenza

Sicuramente il Coronavirus ha comportato delle modifiche strutturali nel mondo del lavoro, mettendo in crisi alcuni settori e sviluppandone altri. Mario Straneo Amministratore Unico di QuoJobis, sostiene che anche nelle situazioni di crisi e di difficoltà, le agenzie per il lavoro restano un punto di riferimento per tante aziende operanti nel mercato. Ed ancora, il Coronavirus ha sviluppato il lavoro agile, che ha permesso alla stessa QuoJobis di continuare a lavorare, offrendo servizi ed assistenza a tante aziende. Con molta probabilità, lo smart working continuerà ad essere adoperato da tante realtà operanti nel mondo del lavoro, permettendo un miglioramento di quello che viene definito work-life balance di cui i dipendenti hanno bisogno per lavorare meglio in tutta tranquillità.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro