Home » News Lavoro

Sostenibilità ambientale: i rimborsi chilometrici per chi si sposta in bici

Più pedalate e più guadagnate. In arrivo i rimborsi chilometrici per chi ha deciso di utilizzare la bici per gli spostamenti urbani. Il rimborso mensile può arrivare a 50 euro.

Condividi questo bel contenuto


Veri e propri rimborsi chilometrici fino ad un massimo di 50 euro al mese, per tutti coloro che si spostano in bici. Il progetto ViVO, ed il rispetto ambientale diventano entità sempre più importanti. Vediamo di cosa si tratta ed i Comuni interessati a tale iniziativa ecologica. Non si tratta ovviamente dei rimborsi chilometrici come tabelle ACI, riservati a chi viaggia in auto, ma al contrario dei bonus per invogliare i cittadini a muoversi in bici in maniera ecologica.

sostenibilità ambientale

Arrivano i rimborsi chilometrici per chi utilizza la bici

Oggi più che mai il rispetto ambientale è qualcosa di indispensabile e non rimandabile al domani. In quest’ottica si muove il progetto ViVO dei Comuni che fanno parte della Zona Ovest di Torino: Collegno, Alpignano, Buttigliera Alta, Druento, Grugliasco, Pianezza, Rivoli, Rosta, San Gillio, Venaria Reale, Villarbasse.  Questo prevede incentivi per chi decide di spostarsi utilizzando un mezzo ecologico come la bici. Nello specifico, sono previsti dei veri e propri rimborsi di carattere chilometrico, per tutti coloro che utilizzano la bici per andare a lavoro, per andare a scuola e più in generale per ogni tipo di spostamento urbano.

I rimborsi arriveranno ad un massimo di 50 euro al mese, e saranno calcolati in base ai Km percorsi in bicicletta ogni mese. Più si pedala e più si guadagna, è questo il messaggio alla base di questa iniziativa. Rispettare l’ambiente passa anche attraverso iniziative di questo tipo, messe in atto nei vari Comuni situati sul territorio nazionale.

Il progetto ViVO e la sostenibilità ambientale

Con questa importante iniziativa, si aggiunge un nuovo ed interessante tassello al progetto ViVO (Via le Vetture dalla zona Ovest). Il progetto ha attratto circa 1 milione di euro in finanziamenti vari, il tutto finalizzato a sensibilizzare i cittadini a lasciare la propria auto a casa, per privilegiare forme di trasporto green, come la bicicletta. In questo modo si procede al miglioramento sia della salute ambientale che dell’uomo stesso. Inoltre, andare in bicicletta non solo contribuisce a creare meno traffico, ma anche a fare la giusta dose di attività fisica quotidiana.

L’iniziativa stessa è stata finanziata con circa 105 mila euro, con cui si erogheranno i rimborsi a chi ha deciso di adoperare quotidianamente la bicicletta come principale mezzo di trasporto urbano. Ed ancora, nel corso degli scorsi mesi, circa 500 cittadini hanno deciso di investire in questo progetto, acquistando bici di vario genere, potendo godere anche di incentivi e sconti sull’acquisto.

Sostenibilità ambientale e la green economy

Studiare nuove metodologie e strategie in grado di garantire lo sviluppo economico, assicurando il rispetto dell’ambiente in cui viviamo, è la nuova sfida a cui i vari Governi ed imprese stanno puntando. Importanti passi avanti in questo settore si sono già fatti nel corso degli anni, tuttavia la ricerca non si ferma e continua a puntare in alto. Forme di energia alternative ed eco-sostenibili sono già utilizzate oggi, sia da privati che da aziende. Il settore green contribuisce anche a creare nuovi posti di lavoro, dunque, oltre a far bene all’ambiente, fa bene anche al lavoro stesso, con nuove opportunità di carriera. Si prevede che entro il 2023 la green economy andrà a generare il 50% di occupazione in più, rispetto a quella prodotta dal digitale.

La green economy è la nuova sfida del futuro, quella in grado di creare nuova occupazione, produzione e benessere nel pieno rispetto dell’ambiente. In vista delle tante forme di inquinamento che hanno colpito e continuano a colpire la nostra Terra, diventa davvero di primaria importanza cercare un cambio di rotta. Si tratta di abbracciare nuove filosofie di vita in grado di rispettare la Terra per il benessere di tutti. L’iniziativa della zona Ovest di Torino è sicuramente lodevole, così come lo sono tutte le iniziative a sostegno ambientale presenti non solo sul nostro territorio nazionale, ma anche nel mondo. Cambiare è possibile, bisogna solamente volerlo.

Condividi questo bel contenuto