Video Live di Bianco Lavoro: si è parlato di occupati e disoccupati, social network ed agenzie per il lavoro

E' andata online la prima puntata Video Live di Bianco Lavoro.


La rubrica è stata pensata allo scopo di fornire informazione mirate i molteplici aspetti del mondo del lavoro, comprendendo ovviamente le mille difficoltà legate alla ricerca di un impiego in tempi di crisi.

 

L’iniziativa, voluta e realizzata dal direttore Marco Fattizzo, si propone come uno spazio interattivo di orientamento, ma non solo; e’ infatti appositamente pensata in diretta per dare la possibilità agli utenti di confrontarsi tra loro (oltre che con gli esperti del portale), attraverso la chat. Pensiamo quindi di fare cosa utile riassumendo gli argomenti toccati oggi, specificando che a tutte le tematiche descritte nei paragrafi successivi ed a molte altre che, se vorrete, sarete voi stessi ad indicarci, verranno dedicate di volta in volta puntate ad hoc.

Nel prima diretta video sono stati toccati vari punti, tra questi, la differenza tra tassi di occupazione e disoccupazione. Fattizzo ha spiegato che le due misure non sono proporzionali, come forse si potrebbe pensare: “un tasso di disoccupazione del 10% non significa che il restante 90% della popolazione è occupato”. In Italia infatti, in riferimento agli individui di età compresa tra i 20 e i 64 anni, gli ultimi dati segnalano una percentuale di occupati vicina al 61%. Tornando alla teoria, utile però a capire le tendenze e potersi orientare al meglio, il “buco” esistente tra occupati e disoccupati, è riempito dagli inattivi (un dato che in Italia è decisamente più significativo rispetto agli altri Paesi Europei). Gli “inattivi” sono quelle persone che disposte o meno a lavorare, comunque hanno smesso di cercare lavoro e non rientrano nel computo del “tasso di disoccupazione”.

Si è poi parlato (grazie alle domande delgi utenti in tempo reale via chat) di Agenzie per il Lavoro e Centri pubblici per l'impiego.

Si è poi toccato poi il delicato tasto delle ricerche di lavoro online, con la promessa di dedicare all'argomento una delle prossime puntate.

Argomento richiesto via chat è toccato è stato anche quello dei social network: “Sono un vero fan dei social nella ricerca di lavoro – ha spiegato Fattizzo- sono estremamente utili”. Tenere un “profilo Linkedin molto curato, seguire i gruppi di settore e via dicendo è fondamentale, non solo per impiegati o dirigenti, ma anche, ad esempio, per gli operai specializzati”. Allo stesso modo “facebook” è importantissimo per quanto riguarda la “rete relazionale, sulla quale ormai un gran numero di lavori si basa, soprattutto nel settore commerciale”. Anche in questo caso è stata promessa una puntata specifica sull'argomento.

Per proporre nuovi argomenti è possibile scrivere a Bianco Lavoro.

Per seguire le dirette, le registrazioni e sapere quando ci saranno le prossime puntante: Video Live Bianco Lavoro

Registrazione della puntata

 

 



CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (10)
  • Franchinoromano 7 anni

    ciao marco sono un uomoche o 54 annisto in cerco di lavoro in tutti modi ma alla non riesco a fare niente o voglia di lavorare non so come fare marco se puoi fare qualcosa,a spetto la tua risposta ciao francesco

  • arctic monkeys. 7 anni

    basta pensare sempre ai pensionati loroci sono in pensione e poco o tanto che prendono hanno una mare di ” benefit ” cinema, spettacoli,teatri con riduzuoni, abbonamenti tra a volte gratis,esenzioni su esami del sangue e altri esami.  ma hai 4752 “enni” comeme e mio marito che abbiamo 2 figli, mio marito e’ in mobilita’ lavora solo i fine settimana con i voucher in una pizzeria ed io che ho un stipendio part-time perche’ come tale lavoro, chi ci da’ qualche facilitazioni per mandare i figli qualche volta  al cinema o al teatro? gli abbonamenti per autobus e treni per raggiungere la scuola sono arrivati a cifre da capogiro, le mense comunali costano piu’ dell’iscrizione del figlio alle scuoleobbligatorie per giunta: I medicinali ai pensionati sono quasi sempre gratis invece per i figli padssati i 6 annise non e’ unamalattia riconosciuta da una commissione vedi l’epilessia dovresti in teoria pagare tutto, elettroencefalogramma, risonanza magnetica cc…….
    insomma io non dico che certi pensionati vivano bene ma oggi in italia ci sono piu’ famiglie con 2 0 piu’ figli che a causa di tutte le spese che devono affrontare per l’istruzione e la salute dei loro figli e la propria se la passano molto peggio che dei pensionati ma le mie figli di 16 e 9 anni per il momento non votano,quind inon interessano a nessuno e tutto ricade sulle spalle di papa’ e mamma.  vorrei che qualcuno riflettesse anche su alcune di questa condizioni non sempre i pensionati sono i piu’ sciagurati a volte e sempre piu’ spesso sono intere famiglie ad essere le piu’ bistrattate. io non ho mai sentito una campagna elettorale che per una volta si dimenticasse dei pensionat ie pensassero alle famiglie dove ormai se uno dei 2 lavora e’ gia una fortuna e che gli concedessero dei sgravi e dei benefit  specialmente sullo studio dei figli.

  • Gaetano Vitale 7 anni

    cosa interessante , spero di potermi unire alla data ( la mia situazione e critica ) , a presto

  • Angelo Dagosta 7 anni

    si parla molto di disoccupazione giovanile e si dimentica troppo dei padri dei giovani che devono gestire una famiglia

  • Roberto 7 anni

    ok si vede e sente bene, Roberto, grazie

  • Andrè Cazan 7 anni

    salve!!!e vero che e un problema trovare lavoro…nn si trova…anche se saresti adatto x la posizione….nn ti prendono comunque…puoi aggiornare e cambiare tante di quelle volte il curric…e niente….voi cosa mi consigliate?????

  • geco567 7 anni

    bisogna fare guerra contro il governo italiano prenderli tutti a mazzate altro che andare a votare sti stronzi che ti fanno fare la fame popolo italiano bisogna tirare fuori le palle se no qua cia che fame che facciamo fare 

  • Tiziana Trabalza 7 anni

    l’ufficio di collocamento non serve a niente!!!!

  • Marcoerruno 7 anni

    …ecco l minuto 38 la voce è piu importante: occorre vvicnae il microfono al direttore..

  • Marcoerreuno 7 anni

    salve grazie per il servizio….ma la voce è chiara si ma poco percepibile…
    grazie ancora