Home » News Lavoro

Apple: 1 milione di dollari a chi scova bug all’interno dei suoi dispositivi

Il colosso mondiale della Apple ha innalzato ad 1 milione di dollari i premi per coloro che riescono a scovare bug all’interno dei suoi dispositivi prima che questi siano messi in commercio. In arrivo anche speciali iPhone.


Apple, la nota e famosa azienda nel settore tecnologico e multimediale, offre 1 milione di dollari per chi riesce a scovare bug nei suoi dispositivi elettronici, prima che questi siano immessi nel mercato. Si tratta di quello che è stato chiamato il programma Bug Bounty che oggi prevede ricompense nettamente più alte. Sono in arrivo anche speciali iPhone per rintracciare le vulnerabilità di sistema.

apple

Apple offre 1 milione di dollari a chi rintraccia bug

La Apple ha rivoluzionato il programma Bug Bounty, offrendo 1 milione di dollari a chi riesce a scovare bug all’interno dei suoi dispositivi. E’ quello che la stessa Apple ha confermato nella conferenza annuale sulla sicurezza informatica Black Hat tenutasi a Las Vegas. Un milione di dollari sarà così dato come ricompensa in denaro a chi è in grado di riportare le segnalazioni bug relativa a vulnerabilità, exploit, di macOs, tvOs, watchOs, iCloud e dispositivi iOs.

Ricordiamo che il programma bug bounty non è altro che un accordo proposto da sviluppatori software e siti internet. Grazie a questo, sono riconosciute e rilasciate ricompense in denaro, per i soggetti in grado di segnalare bug nei dispositivi, solitamente bug riferiti a exploit e vulnerabilità. Inoltre, tali programmi sono molto importanti in quanto permettono di scovare e risolvere problemi, prima che i prodotti siano messi sul mercato.

L’aumento delle ricompense per scovare i bug

Il colosso mondiale nel settore tecnologico, ha innalzato la taglia, ossia le ricompense in denaro rivolte a chi scova i bug nei dispositivi. Inizialmente la ricompensa era di 200 mila dollari, ora il tutto è stato alzato ad 1 milione di dollari, come lo stesso responsabile security engineering di Apple, Ivan Krstić ha confermato e reso noto. Fu nell’agosto del 2016 che la Apple avviò il programma Bug Bounty, con ricompense a partire dai 25 mila dollari.

Nel corso degli anni, l’azienda ha deciso di aumentare tali ricompense, in quanto scovare bug prima che divengano di dominio pubblico è molto importante per l’azienda, la sua visibilità e ovviamente il suo fatturato. Le ricompense attualmente offerte dalla Apple, sono quelle più alte, rispetto agli altri competitors. Inoltre, l’azienda starebbe per consegnare agli esperti di sicurezza speciali iPhone, di capaci di portare alla luce falle, malfunzionamenti e vulnerabilità dei dispositivi.

Il programma Bug Bounty

Il programma Bug Bounty della Apple fu avviato nel 2016, permettendo di scovare le vulnerabilità dei dispositivi stessi prima della loro vendita. Attualmente, si tratta di un programma aperto solamente ad esperti di sicurezza, prettamente scelti e selezionati dall’azienda stessa, anche se non si esclude, entro fine anno, l’apertura del programma a tutti i ricercatori di sicurezza. Ed ancora, il milione di dollari messo a disposizione dalla società, sarà destinato a coloro che riusciranno a trovare una modalità per hackerare il kernel di iOS attraverso zero click.

 Apple, premi da 500 mila dollari

Sono previsti anche premi in denaro di 500 mila dollari, destinati ai soggetti capaci di compiere un attacco di rete, senza dover prevedere interazioni da parte dell’utente stesso. Ma l’offerta non finisce qua. Infatti, previsto un premio pari al 50% della taglia, rivolto agli hacker in grado di scovare e rintracciare i bug di un software, prima che venga messo sul mercato e diventi di dominio pubblico. Insomma, parliamo di una grande azienda che cura nei minimi particolari i prodotti da immettere sul mercato e vendere ai clienti di tutto il mondo. Non si bada a spese per migliorare giorno dopo giorno l’operato e la qualità dei prodotti a marchio Apple.