Bando Digital Impresa, 5mln a PMI e professionisti: requisiti e come fare domanda

Bando Digital Impresa, contributi a fondo perduto per PMI e liberi professionisti: requisiti richiesti, progetti ammessi, come ed entro quando presentare domanda.

È stato pubblicato il Bando Digital Impresa della Regione Lazio: 5 milioni di euro saranno destinati a PMI e liberi professionisti che operano sul territorio. Se sei interessato a saperne di più sei capitato nel posto giusto, di seguito proverò a fare il punto su scadenze, requisiti e modalità di partecipazione.


Bando Digital Impresa: contributi a fondo perduto per PMI e liberi professionisti

La Regione Lazio, attraverso la pubblicazione del Bando Digital Impresa, vuole favorire lo sviluppo di aziende innovative e all’avanguardia nel settore tecnologico. Essere al passo con i tempi è diventato ormai importantissimo, quasi fondamentale se si vuole sopravvivere e tenere testa alla concorrenza. Se stai cercando di far decollare il tuo business o se – semplicemente – vuoi iniziare ma ti mancano le risorse economiche per farlo, allora la nuova iniziativa targata Regione Lazio può fare al caso tuo.

Il Bando Digital Impresa, è bene precisarlo subito, si rivolge ai professionisti e alle PMI operanti nel territorio laziale. Gli incentivi promessi, nello specifico, hanno come obiettivo quello di rendere possibile (e accessibile) la digitalizzazione dei processi aziendali, velocizzando il percorso verso l’ammodernamento tecnologico. Per rendere tutto questo possibile, allora, sono stati previsti incentivi specifici, ovvero contributi a fondo perduto che copriranno fino al 70% dell’importo complessivo del progetto presentato, progetto che, a sua volta, può arrivare fino a un massimo di 25mila euro.

Per far fronte a questo impegno la Regione ha stanziato ben 5 milioni di euro, con una riserva pari a 1,5 milioni di euro per le imprese operanti nel settore commercio.

Bando Digital Impresa: requisiti richiesti

Se sei interessato a presentare domanda, onde evitare di sprecare tempo ed energie dietro alla consegna di un progetto che potrebbe essere rifiutato, faresti meglio a verificare prima che i requisiti richiesti dal Bando Digital Impresa siano effettivamente da te posseduti.

I beneficiari degli incentivi dell’iniziativa Digital Impresa Lazio, o comunque quelli che potenzialmente possono usufruire dei contributi a fondo perduto (perché hanno tutte le carte in regola per poter presentare domanda), sono:

  • PMI in forma singola, ovvero tutte le piccole e medie imprese operanti nel territorio della Regione;
  • liberi professionisti e digitalizzazione dei processi aziendali, anche questi attivi con la propria attività sul territorio regionale.

Avere sede operativa all’interno della Regione, come ho già ripetuto più volte, è un requisito indispensabile per poter partecipare con il proprio progetto. Questo vuol dire che, in pratica, al Bando Digital Impresa possono partecipare anche i professionisti non residenti nel Lazio, perché ciò che conta è che l’azienda sia operativa all’interno del territorio regionale. Se anche tu rientri tra questi, dunque, ti ho appena dato la soluzione per non rinunciare a questa opportunità. Quello che devi fare, in pratica, è presentare un progetto che (oltre ad avere tutte le caratteristiche richieste dal bando) indichi specificatamente che l’impresa sarà operativa nella Regione. Se al momento ti trovi in un’altra Regione, dunque, basta indicare che hai intenzione di traferire la tua azienda nel Lazio.

Bando Digital Impresa: i progetti ammessi

Sopra ho fatto cenno ai requisiti che l’azienda o il professionista deve possedere per poter partecipare ma, di seguito, mi soffermerò sui progetti. Questi ultimi, per essere ammessi, devono infatti avere delle specifiche caratteristiche. Prima di tutto devi sapere che al Bando Digital Impresa si può partecipare presentando un solo progetto.

Il progetto, inoltre, deve essere stato avviato dopo il 1° gennaio 2019 e deve essere ancora attivo al momento della presentazione della domanda. La domanda, a sua volta, deve contenere tutte le indicazioni relative agli interventi che il professionista (o PMI) vuole portare a termine grazie ai finanziamenti del Bando Digital Impresa. L’importo complessivo degli interventi finanziabili va da un minimo di 7mila euro a un massimo di 25mila.

Quello che devi sapere, però, è che il tuo progetto, per rientrare tra quelli ammessi dal Bando Digital Impresa, deve riguardare interventi di miglioria o di innovazione tecnologica che riguardano specificatamente uno dei seguenti settori:

  • software o app di logistica digitale;
  • strumenti amministrazione digitale;
  • sistemi sicurezza digitale;
  • sistemi integrati;
  • digital marketing;
  • siti di e-commerce;
  • realizzazione di un punto vendita digitale;
  • sistemi di prenotazione e pagamento via internet e/o mobile;
  • attrezzature ed applicazioni per la progettazione e la stampa 3D.

Nel bando si parla anche di interventi di “Internet of Things“, letteralmente Internet delle cose. In questa definizione rientrano i sistemi e le applicazioni in grado di permettere la comunicazione e la condivisione dei dati e e delle informazioni grazie a una rete di sensori intelligenti.

Bando Digital Impresa: come ed entro quando presentare domanda

Se hai tutte le carte in regola per poter partecipare al Bando Digital Impresa allora sarai arrivato fino a questo punto per sapere cosa – concretamente – devi fare per presentare domanda. PMI e professionisti possono inoltrare la propria domanda direttamente online, attraverso il form disponibile sul portale gecoweb.lazioinnova.it. Alla piattaforma sarà possibile accedere fino alle ore 12:00 del 2 ottobre 2019, termine ultimo di presentazione della domanda.

Una volta effettuato l’accesso e compilato il form dovrai:

  • scaricare il file generato dal sistema, ovvero la ricevuta della domanda;
  • sottoscrivere il documento generato da GeCoWEB;
  • inviare via PEC la modulistica all’indirizzo incentivi@pec.lazioinnova.it entro le ore 18:00 del 2 ottobre 2019.

All’indirizzo Pec indicato per l’invio della domanda vanno allegati anche altri (ed eventuali) documenti necessari per considerare la richiesta completa come, per esempio, dichiarazioni o autocertificazioni prodotte e sottoscritte con Firma Digitale. Tutte le informazioni sulla modulistica necessaria, comunque, sono contenute nel bando pubblicato sul sito della Regione Lazio (www.lazioinnova.it).

Imprese digitali: tutte le opportunità per chi vuole crescere nel settore e punta all’innovazione

Innovazione tecnologica e digitale sono ormai indispensabili per lo sviluppo economico. Per questo motivo, sopratutto negli ultimi tempi, molte sono state le iniziative statali promosse per avvantaggiare le piccole e medie imprese sotto questo punto di vista. A luglio, per esempio, è stato presentato ufficialmente il Fondo Nazionale Innovazione, destinato a PMI, scaleup e startup innovative. A tal proposito sono stati annunciati aiuti e stanziamenti per 1 miliardo di euro, col fine appunto di  riunire e moltiplicare risorse pubbliche e private relative al tema strategico dell’innovazione.

Se ti interessa saperne di più sul Fondo Nazionale Innovazione, oltre a cliccare al seguente link per conoscere modalità di partecipazione e requisiti richiesti, ti dico subito che fai ancora in tempo a partecipare. Le istanze, infatti, possono essere inoltrate a partire a partire dalle ore 10.00 del 27 settembre 2019.

Sempre per rimanere in tema, inoltre, non sono da sottovalutare le misure di sostegno e agevolazioni per le PMI introdotte dal Decreto Crescita. Si va da un nuovo credito di imposta al riconoscimento di aiuti economici per determinate spese sostenute, fino ad arrivare ad agevolazioni fiscali rivolte alle aziende che vogliono allargare i propri orizzonti e affermarsi nel mercato internazionale.