Bonus abbigliamento e calzature: una pioggia di incentivi per far ripartire l’economia

In arrivo ulteriori bonus ed agevolazioni per sostenere i settori economici in crisi. Possibile bonus abbigliamento, calzature, arredi ed elettrodomestici

In arrivo tanti nuovi bonus ed incentivi per sollevare le sorti di tanti settori in crisi. Questa è l’idea a cui il Governo sta ancora lavorando e che potrebbe prendere vita nei prossimi giorni, inserendo una vera a propria pioggia di incentivi nel decreto agosto. Lo scopo resta sempre quello di aiutare i settori economici in crisi.


Bonus abbigliamento e calzature: in arrivo tanti incentivi

bonus abbigliamento

Il decreto agosto potrebbe contenere al suo interno tanti bonus ed incentivi per sostenere i settori economici maggiormente in crisi. Ad anticipare l’idea è stata la sottosegretaria al Mise Alessia Morani. Sembra proprio che il Governo stia seriamente valutando la possibilità di introdurre incentivi e bonus nei tanti settori colpiti dalla crisi da coronavirus. Così, si vocifera su possibili bonus abbigliamento, scarpe, ristorazione, arredamento, elettrodomestici e tanto altro. Per ora si tratta solo di un’idea da valutare attentamente, dunque non si hanno notizie certe e dettagliate ma solo voci di corridoio. Fatto sta che l’obiettivo primario resta sempre quello di sostenere la ripartenza dei settori economici in difficoltà a causa della pandemia, che sta interessando ancora il mondo intero. Quale strada migliore dei bonus per rilanciare i consumi e di conseguenza reparti interi nella nostra economia?

Rilanciare i consumi per far ripartire l’economia

L’idea è quella di concedere ai consumatori ulteriori bonus per i propri acquisti. In questo modo tante persone sono incentivate a comprare e di conseguenza l’economia potrà ripartire più facilmente. Così, oltre al bonus per i clienti di ristoranti, agriturismi, tavole calde, in arrivo anche bonus per chi decide di acquistare capi di abbigliamento, calzature, elementi di arredo e forse elettrodomestici. Anche in questo caso i benefici saranno concessi a chi paga con carta. La misura, se confermata, dovrebbe essere valida fini alla fine dell’anno. Non è tutto, in quanto le varie forze politiche impegnate nella realizzazione del decreto agosto, stanno pensando ad un meccanismo che consenta di garantire immediata liquidità, così da avere un effetto benefico per commercianti, consumatori ed imprese.

Una proposta davvero rilevante, che non vuole abbandonare al loro destino i vari settori in evidente difficoltà. Il Made in Italy così importante ed affermato nel mondo intero ha bisogno di essere salvaguardato. Questo avviene proprio attraverso un fitto sistema di bonus ed incentivi, studiati a misura dei commercianti e dei consumatori.

Fondo per la ristorazione ed il rilancio dei centri storici

La ministra all’Agricoltura, Teresa Bellanova, ha lanciato un’ulteriore proposta, ossia quella di un fondo del valore di 1 miliardo di euro per la ristorazione, con un bonus di 5.000 euro per chi compra prodotti agroalimentari italiani. Ricordiamo che questo settore assieme a quello del turismo è stato uno dei più colpiti dalla crisi economica post coronavirus. Attenzione data anche all’arte ed ai centri storici italiani, con la proposta avanzata da Franceschini di fornire sostegni ai centri storici delle nostre città, che dopo il lockdown sembrano quasi deserti a causa della mancanza di turisti stranieri.

Bonus abbigliamento e calzature in fase di definizione

Come abbiamo anticipato nelle righe precedenti, il nuovo pacchetto di bonus ed incentivi è ancora in fase di definizione. Per ora si hanno solo idee e proposte che comunque verranno discusse ed analizzate dalle varie forze politiche, per mettere in campo un sistema efficace capace di sostenere la ripresa italiana. In questo particolare periodo che ci troviamo a vivere, il Governo deve far sentire la sua presenza ed il suo impegno. La lotta all’evasione fiscale avviata con il pugno di ferro prima della pandemia, ora passa in secondo piano pur restando una problematica rilevante da dover comunque risolvere. Oltre ai tanti bonus già introdotti con i vari decreti, ad agosto ci potrebbe essere una pioggia di ulteriori incentivi, che agevoleranno gli acquisti degli italiani. In fondo, se non si ha la possibilità di comprare, l’economia non riparte e l’Italia non si riprende.

CATEGORIES
TAGS
Share This

Commenti

Wordpress (0)