Home » News Lavoro » economia e risparmio

Bonus Tv: in arrivo più fondi per acquistare televisori e decoder


Più fondi per l’acquisto di nuovi televisori e decoder. Il potenziamento del bonus Tv è qualcosa a cui si sta lavorando con serietà, per dare alle famiglie più sostegni economici nella fase di acquisto di televisori e decoder di ultima generazione, necessari per poter continuare a captare il segnale.

Più fondi per il bonus Tv

L’Esecutivo sta pensando di destinare ai nuclei familiari più fondi e risorse per comprare nuovi televisori e decoder in vista del passaggio al nuovo segnale digitale terrestre. Per il bonus Tv, lo stanziamento dei fondi ad oggi previsto è di 150 milioni di euro. Questi serviranno per avvantaggiare la gente ed aiutarla a sostenere le spese connesse all’acquisto di nuovi decoder e televisori. Tuttavia si vuole fare di più, mettendo a disposizione delle famiglie ulteriori fondi. Una misura importante che punta ad aiutare le famiglie, le quali per continuare a vedere la Tv dovranno adattarsi al nuovo segnale.

Che cos’è il bonus Tv?

Quando parliamo di bonus Tv ci riferiamo ad un’agevolazione destinata all’acquisto di televisori e decoder adatti a ricevere il segnale con i nuovi standard trasmissivi. Questi diverranno operativi dal 2022. Il valore del bonus Tv arriva fino a 50 euro, uno sconto che sarà applicato al momento dell’acquisto direttamente dal venditore. Possono accedere a questa particolare agevolazione le famiglie con un Isee non superiore a 20 mila euro, che non abbiano già usufruito della misura. Il bonus in questione è valido fino al 31 dicembre 2022 o comunque fino a quando non saranno esaurite le risorse messe a disposizione. Un sostegno molto importante per tante famiglie che vogliono continuare a vedere i canali televisivi e si trovano a dover comprare nuovi dispositivi elettronici.

Il potenziamento del bonus Tv

Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti in audizione alla Camera ha sottolineato come sia importante aprire una riflessione su come poter potenziare il bonus Tv. Un provvedimento che deve essere analizzato al più presto, visto che dal 1° luglio 2022 avremo lo spegnimento dell’attuale digitale terrestre conosciuto come Dvb-T. Ci sarà il passaggio ad un nuovo segnale digitale di seconda generazione, ossia Dvb-T2 più efficace e potente del precedente. Per questo motivo diventa essenziale possedere un televisore compatibile con il nuovo segnale o un digitale in grado di codificare il segnale stesso. L’obiettivo ora è quello di incrementare i fondi e le risorse messe a disposizione utili per procedere con l’acquisto di nuovi apparecchi televisivi e decoder.

Le fasi dello switch off

Le fasi dello switch off saranno graduali ed interesseranno diverse zone del nostro Paese. In pratica, dal 1° settembre 2021 inizierà la dismissione della codifica Mpeg2 per la Mpeg4. Questo significa che solamente i televisori Hd funzioneranno e saranno in grado di captare il segnale per la visualizzazione dei canali. Come già affermato il tutto avverrà per gradi. Entro la data del 31 dicembre 2021 passeranno al nuovo segnale digitale: Piemonte, Valle d’Aosta, Veneto, parte della Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna. Dal 1° gennaio 2022 al 31 marzo 2022 sarà la volta di: Liguria, Toscana, Umbria, Campania, Lazio e Sardegna. Ed ancora, dal 1° aprile al 20 giugno 2022 toccherà a Sicilia, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Calabria, Molise e Marche. Il 1° luglio 2022 il passaggio al nuovo segnale digitale terrestre Dvb-T2 sarà completato in maniera definitiva. A quel punto solamente i televisori compatibili saranno in grado di trasmettere i canali televisivi.

Televisione ed intrattenimento

Il Bonus Tv è di notevole importanza perché consente a tante famiglie di ottenere uno sconto sull’acquisto di televisori e decoder. Oggi la Tv è diventata uno strumento presente in tutte le case e le famiglie. Un mezzo per intrattenere con tanti contenuti capaci di soddisfare una platea molto ampia di pubblico. Un servizio di spettacolo a cui è difficile rinunciare, per questo saranno in molti ad affrettarsi per comprare dispositivi in grado di trasmettere i canali anche con il nuovo segnale digitale terrestre di ultima generazione.

Condividi questo bel contenuto