Come scegliere il miglior corso di Oss: consigli ed informazioni utili

Alcuni consigli utili per scegliere il miglior corso Oss. Potrai ricevere l’Attestato con validità su tutto il territorio nazionale e lavorare presso strutture pubbliche e private

La figura professionale dell’Oss si è affermata nel corso degli ultimi anni, diventando di rilievo nelle varie strutture socio-sanitarie sia pubbliche che private. Per diventare Oss è necessario seguire dei corsi, organizzati dalle varie Regioni o da enti privati. Se anche tu stai prendendo in considerazione un futuro professionale nel settore sanitario e vuoi diventare Oss, bada bene a scegliere il miglior corso presente sul mercato. Ecco alcuni consigli utili su come orientarsi alla ricerca evitando truffe.


Chi è l’Oss (Operatore Socio Sanitario)

corso oss

Nel corso degli anni la figura professionale dell’Operatore Socio Sanitario, più comunemente detta Oss, si è affermata sempre di più nelle varie strutture pubbliche e private. Si tratta di una figura professionale che è stata istituita nel 2001 dalla Conferenza Stato-Regioni. Diventando un Oss, al termine del percorso di studi, potrai operare all’interno di strutture sanitarie, socio-sanitarie e sociali, pubbliche ma anche private residenziali e semi residenziali. Insomma, le opportunità di lavoro non mancano, infatti ogni anno sono davvero tanti gli Operatori Socio Sanitari ricercati dalle varie strutture, presenti non solo sul territorio nazionale ma anche internazionale. Ti starai giustamente chiedendo: praticamente cosa fa un Oss?

Quali mansioni svolge un Oss?

Si tratta di una domanda che sicuramente ti sarà balenata nella mente. Prima di iniziare il percorso per diventare Operatore Socio Sanitario è importante conoscere cosa effettivamente fa questa figura professionale. In linea generale il suo compito è quello di sostenere l’equipe di medici ed infermieri oppure le altre figure che operano in ambito sociale-edicativo. Un bravo Oss deve conosce le principali tecniche di intervento infermieristico e di primo soccorso. Tale figura deve essere in grado di maturare una certa autonomia, ma anche di rispettare i compiti che gli infermieri ed i medici gli assegnano. Ed ancora, un Oss si occupa dell’assistenza diretta alla persona, svolgendo:

  • supporto diagnostico e terapeutico attraverso la corretta somministrazione dei farmaci, l’uso dei dispositivi medici ad uso domestico, osservare e riconoscere i sintomi che il paziente sviluppa, trasporto dei pazienti in barella, piccole medicazioni, piccoli interventi di primo soccorso;
  • assistenza a persone non autosufficienti, aiutandole nelle mansioni di vita quotidiana, come: lavare e vestire i pazienti, preparazione e somministrazione di pasti, seguendo eventuali diete assegnate, cambio della biancheria, aiuto nella deambulazione, uso corretto di presidi, ausili ed attrezzature varie;
  • aiuto nel mantenimento delle capacità psico-fisiche residue nei pazienti, attraverso la rieducazione ed il recupero di determinate funzionalità;
  • aiuto ai pazienti nella gestione della loro vita, promuovendo anche attività di socializzazione ed animazione di piccoli gruppi.

L’oss si preoccupa anche di interventi igienico- sanitari e sociali:

  • occupandosi della pulizia e sterilizzazione degli strumenti medici, lo stoccaggio dei rifiuti, trasporto di materiale sanitario e biologico;
  • collabora con altre figure professionali in interventi diagnostici, infermieristici, di primo soccorso e terapeutici;
  • offre supporto organizzativo, formativo e gestionale;
  • collaborazione nella verifica della qualità del servizio svolto;
  • collaborazione nell’organizzazione e valutazione di tirocini per operatori appartenenti allo stesso profilo professionale

Sono queste le principali mansioni svolte da un Operatore Socio Sanitario.

Come diventare Oss

Se vuoi diventare un valido Operatore Socio Sanitario, devi seguire un corso che ti fornisca le conoscenze pratiche e teoriche necessarie per operare. L’Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2001 ha regolamentato il percorso formativo Oss. La formazione di questa figura professionale è gestita dalle Regioni e Province autonome, che ogni anno organizzano corsi, erogati da enti di formazione accreditati dalla Regione e riconosciuti a livello nazionale. I corsi hanno una durata di 1.000 ore di cui una parte da svolgersi in tirocini, una struttura suddivisa in moduli didattici sia teorici che pratici. La pratica è infatti una delle componenti più rilevanti dei corsi Oss.

Se intraprenderai uno di questi corsi, ti troverai a studiare materie appartenenti alle seguenti aree disciplinari: socio-culturale, psicologico-sociale, igienico-sanitaria, tecnico-operativa. Una volta terminato il percorso di studio, dovrai sostenere una prova finale composta da una parte pratica ed una teorica. Se supererai la prova ti sarà rilasciato l’Attestato di Qualifica di I livello di Operatore Socio Sanitario con validità su tutto il territorio nazionale.

I requisiti necessari per accedere alla prova finale

Tuttavia, per avere libero accesso alla prova finale, dovrai aver maturato i seguenti requisiti:

  • essere stato presente per almeno il 90% delle ore previste dal corso;
  • valutazione positiva del profilo, comportamento del corsista in aula e durante il tirocinio;
  • valutazione positiva sulle caratteristiche psico-fisiche;
  • per gli stranieri è necessario un livello minimo A2 di comprensione linguistica.

Sono questi i requisiti che a fine corso dovrai aver maturato, per poter accedere all’esame finale.

Gli sbocchi occupazionali di un Oss

Una volta ottenuto l’Attestato Oss, potrai incominciare la tua ricerca di lavoro. Ricordati che in ambito sanitario non è difficile trovare un’occupazione, soprattutto negli ultimi tempi, in quanto si tratta di un settore in crescita. Potrai concentrare la tua ricerca in strutture sanitarie ma anche sociali. Ad esempio, tra le prime, potrai optare per lavorare presso:

  • Ospedali,
  • Hospice,
  • cliniche,
  • day hospital,
  • ASL,
  • IPAB ossia Istituti pubblici di assistenza e beneficenza.

Tra le strutture sociali potrai optare per:

  • centri educativi;
  • case di riposo;
  • case famiglia;
  • comunità di recupero;
  • servizi di integrazione scolastica;
  • assistenza domiciliare;
  • centri diurni integrati
  • scuole ed istituti di formazione sia pubblici che non.

Le strutture presso cui poter lavorare sono davvero tante.

Quanto guadagna un Operatore Socio Sanitario

Lavorare è importante ma anche lo stipendio che ricevi a fine mese è rilevante. Investire tempo e denaro in qualcosa che poi ti renderà poco o nulla non ti conviene. Per tale motivo fai attenzione a ciò che scegli. Lo stipendio di un Oss dipende molto dalla struttura per cui si lavora, tuttavia in linea generale si può arrivare a percepire anche 1.500 euro al mese.

Come scegliere il migliore corso Oss

Come accennato nelle righe precedenti, ci sono tanti corsi a disposizione per diventare Oss, alcuni di questi anche online. Per non cadere in confusione o vittima di una truffa, bisogna prestare attenzione a tanti particolari e cercare sempre informazioni sul corso in questione, sulla sua validità, sulla professionalità dei professori, sui costi e l’organizzazione generale. Di seguito ti fornisco alcuni consigli che ti potranno aiutare nel cercare il coro Oss che più si avvicina alle tue esigenze personali.

Focalizzati sui tuoi obiettivi personali

Devi decidere in che ambito volerti specializzare. L’Operatore Socio Sanitario può prestare servizio in differenti realtà e strutture. Ad esempio cerca di capire se vuoi prestare servizio a domicilio aiutando gli anziani o i soggetti non autosufficienti. Altra opzione è quella di lavorare a contatto con i bambini che necessitano di particolari forme di assistenza. Prima di scegliere qualsiasi corso, devi far luce su quelle che sono le tue esigenze, progetti ed ambizioni future, in maniera tale da specializzarti in un particolare settore.

Fai delle ricerche per valutare le certificazioni rilasciate

Prima di iscriverti a qualsiasi tipologia di corso, devi fare una serie di ricerche sui servizi offerti e soprattutto sulla validità dell’Attestato rilasciato. Purtroppo oggi ci sono anche tanti corsi non riconosciuti, che ti spillano un sacco di soldi per offrirti una formazione ed una certificazione non idonea. Ricorda che in linea generale ci sono due differenti tipologie di corsi:

  • corsi a pagamento con costi che possono arrivare anche a 2 mila euro, organizzati da enti privati;
  • corsi gratuiti organizzati dalle varie Regioni a seconda del numero di Oss da impiegare.

Se scegli un corso privato, devi fare attenzione che sia un ente accreditato dalla Regione.

Professionalità dell’ente che eroga il corso

Alcune Regioni hanno pubblicato sui loro siti l’elenco completo dei vari enti accreditati per offrire corsi Oss. Per questo motivo ti consiglio vivamente di controllare se l’ente da te scelto sia presente o meno in questa lista. Tuttavia, se sul sito della tua Regione non è presente alcuna lista, contatta personalmente l’ufficio dell’Assessorato regionale alla Salute e chiedi tutte le informazioni all’operatore. Non affidarti mai al primo corso che trovi, devi sempre fare ricerche ed appurare che l’ente sia davvero professionale ed abilitato a rilasciare attestati validi.

Richiedi il programma del corso Oss

Non dimenticarti un altro fattore molto importante, ossia chiedere informazioni sul programma del corso da te scelto. Contatta direttamente l’ente e chiedi tutte le informazioni a riguardo, con tanto di copia del programma didattico e dei docenti che svolgeranno il corso in questione. E’ molto importane conoscere i contenuti e le materie che andrai a studiare nel percorso di formazione che ti porterà a diventare un valido ed efficiente Operatore Socio Sanitario.

La professionalità dei docenti

Oltre a cercare informazioni sull’ente, sul contenuto del corso, ricordati di fare delle ricerche anche sui professori. Solitamente i docenti sono infermieri, psicologi oppure docenti universitari con una solida carriera professionale alle spalle. Internet ed il web ti aiuteranno in questo processo di raccolta dati. La validità dei docenti è garanzia di una buona formazione che ti permetterà di acquisire tutte le conoscenze necessarie per diventare Oss e incominciare il tuo percorso professionale.

Corsi Oss online

Ci sono tanti corsi online a cui potresti partecipare. Ci troviamo nell’era del digitale, dove tutto si muove sul web. Spesso si è portati a pensare che i corsi online non siano efficaci e soprattutto completi. In realtà non è così, tutto dipende da come questi vengono organizzati e dalla bravura dei docenti coinvolti. Se decidi di seguire un corso online, informati sul suo funzionamento ed ovviamente sulla professionalità dell’ente che eroga le lezioni. In alcuni casi è possibile studiare da casa e concordare con i professori la data dell’esame, ma anche fare tirocini presso le varie strutture convenzionate presenti nella tua città.

Dai uno sguardo al costo

Se da una parte ci sono corsi gratuiti organizzati dalla propria Regione, dall’altra ci sono tanti corsi a pagamento. Non è facile accedere ai corsi gratuiti, per via della distanza geografia o del fatto che spesso sono aperti ai soli disoccupati. A questo punto non ti resta che optare per i corsi a pagamento, che puoi frequentare nella tua città, senza spostarti e fare lunghi tragitti ogni giorno. Il costo è variabile e può raggiungere anche i 2 mila euro. Diffida dai corsi troppo economici e da quelli con costi esorbitanti. Una giusta via di mezzo è sempre preferibile. Chiedi informazioni e consigli ad ex alunni che hanno già frequentato corsi erogati dagli stessi enti, così da avere un’idea generale sulle spese da sostenere, organizzazione e validità dell’offerta formativa.