Consapevolezza e coaching: un percorso di evoluzione nella vita e nel lavoro

Durante 4 webinar, cinque professionisti TOP nei rispettivi settori di appartenenza, hanno combinato lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche, in cui si sono raggiunti degli importanti obiettivi. Vediamo come si è sviluppato

Si è concluso con successo il percorso “Consapevolezza e Coaching – Evolviti nella vita e nel lavoro costruendo una nuova consapevolezza!” ideato ed organizzato da Alessia Costarelli, architetto e CEO della brillante start-up ACK Service & Design in collaborazione con Marco Fattizzo, CEO di Euspert – Bianco Lavoro. Ma vediamo come si è sviluppato il percorso e gli obbiettivi raggiunti.

Percorso e obiettivi di Consapevolezza e Coaching

Durante 4 incontri online, professionisti TOP nei rispettivi settori di appartenenza, hanno condotto degli interessanti percorsi in cui sono state combinate lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche, in cui si sono raggiunti i seguenti obiettivi:

  • Scoprire dove collocarsi rispetto alla propria crescita professionale
  • L’individuazione di strumenti pratici per essere soggetti attivi e rendersi autonomo nelle scelte
  • Recuperare gli elementi della propria responsabilità individuale e collettiva
  • Individuare i punti di forza e di debolezza (autoanalisi)
  • Riconoscere una relazione sana
  • Come gestire una relazione
  • Strumenti pratici da usare nella quotidianità

I professionisti di cui parliamo sono:

  • Vittorio Balbi – Laurea in ingegneria elettronica. Coach co-fondatore della ICTF. Formatore di tecniche Outdoor, dove l’elemento natura consente di evocare risorse e motivazioni che resterebbero altrimenti inesplorate.
  • Barbara Lattanzi – Sociologa, counselor, riflessologa plantare e Biocostellatore, da molti anni si occupa del servizio agli altri come operatore della relazione d’aiuto e le sue competenze sono in continuo approfondimento e studio.
  • Stefano Grimaldi – Psicologo. Poggia il suo intervento terapeutico sul recupero della sfera affettiva e sul riconoscimento delle dimensioni conflittuali nelle relazioni e la loro successiva risoluzione. Ha un Master in Psicomotricità ed un Master in Psicologia dello Sport.

Le live del percorso sono state molto efficienti anche grazie all’utilizzo di preziosi Booklet: una serie di slide intelligenti, che hanno accompagnato graficamente gli importanti concetti che i professionisti hanno proposto!

Day 1 – Lezioni pratiche e teoriche con il coach Vittorio Balbi

Il lavoro si è concentrato sull’individuazione degli strumenti pratici per essere soggetti “Attivi” capaci di prendere scelte autonome e coerenti, apprendendo come si possono gestire le influenze esterne e restare in focus sui propri valori ed obiettivi.

un momento dell’intervento di Vittorio Balbi

DAY 2 – Allenamento con il counselor Barbara Lattanzi

Questa lezione è stata caratterizzata da un alternarsi di aspetti teorici e pratici, finalizzata a sperimentare tramite l’autoanalisi e tecniche di meditazione, l’individuazione dei punti di forza e debolezza focalizzandosi su una situazione particolare della propria vita e come riconoscere e attribuire significato ai segnali del corpo.

un momento dell’intervento di Barbara Lattanzi

DAY 3 – Allenamento con lo psicologo Stefano Grimaldi,

Durante questa sessione si è lavorato sul recupero della propria dimensione valida ed evolutiva attraverso la corporeità utilizzando la Psicomotricità Relazionale come veicolo comunicativo e strumento ludico per lo sviluppo dell’intelligenza emotiva cardine del pensiero creativo, quindi un modo nuovo di conoscere se stessi. Il programma della lezione è stato:

  • Dall’intelligenza emotiva all’educazione emotiva
  • La Ri-scoperta delle sfera emotiva
  • L’importanza del benessere psicofisico
  • La circolarità tra pensiero e azione_ psicomotricità
  • La Cooperazione: strumento per la relazione valida e la produttività
un momento dell’intervento di Stefano Grimaldi

DAY 4 – Allenamento di gruppo

Il percorso si è poi concluso con un’ultima sessione nella quale tutti i partecipanti ed i professionisti sono”andati” a video ed audio su Zoom! Con una serie incalzante di esercizi di consapevolezza, confronti, strumenti pratici, tanta allegria e buonumore.

un momento significativo dell’incontro finale con tutti i partecipanti

Consulenza personalizzata

E non è finita qui! I partecipanti avranno ora una sessione di consulenza individuale con i professionisti di ACK, dove potranno esprimere in maniera sincera e riservata il proprio potenziale e capire il proseguo di un concreto percorso di consapevolezza.

anteprima di uno dei tre preziosi booklet in PDF a disposizione dei partecipanti

Le dichiarazioni degli organizzatori

Alla domanda “Perchè questo percorso?”, Alessia Costarelli risponde: “Parto da un’immagine che ho preso come riferimento per la mia crescita personale, dopo la lettura di un meraviglioso libro Punto Linea e Superficie di Kandinsky. Lui afferma: “Il punto è l’elemento da cui si generano tutte le altre forme, come un centro germinativo; la linea stessa è infatti la sua più diretta conseguenza manifestazione del punto in movimento“.

Costarelli prosegue: “Questo corso è stato creato a rappresentare il punto da cui tutto nasce. I temi trattati, le esperienze che abbiamo voluto far sperimentare e provare nuovamente anche noi di ACK Service & Design, sono paragonabili alla condizione in cui ci si trova all’inizio di un percorso progettuale, davanti ad un foglio bianco, e solo sperimentando la confusione e l’incapacità di prendere una direzione e di saper rispondere alle domande, ha permesso di creare le condizione del primo passo, portare la penna sul foglio ed iniziare a scrivere.

E così che il punto da cui tutto origina ha permesso di scrivere parole, emozioni, condividere e scoprire una parte di noi con occhi nuovi. L’obiettivo di ACK Service & Design è continuare a proporre alle persone e alle aziende percorsi di allenamento e crescita il cui scopo è accedere al potenziale inespresso ed espandere i confini della mente. Come? Iniziando con l’acquisire consapevolezza del fatto che siamo frutto di automatismi ereditati dalla cultura sociale ed educativa, ed è necessario metterli in discussione per liberarsene, avviandoci verso un meraviglioso cammino di incontro verso la nostra autenticità. Nell’ultima serata di incontro abbiamo concluso il primo percorso interamente online, ho sentito una forte emozione, ho vissuto con empatia la fatica e la curiosità del loro primo passo, perchè mi ha ricordato il mio inizio. Grazie al coraggio del mio inizio, oggi mi trovo, come desideravo a poter contribuire, con il supporto di un meraviglioso team, al miglioramento della qualità della vita di altre persone”.

In merito al percorso, Marco Fattizzo dichiara: “Quando Alessia Costarelli mi ha proposto questo progetto e chiesto di supportarla nell’organizzazione, ho colto subito la palla al balzo, comprendendone le potenzialità. La formazione di punta della Bianco Lavoro Academy è sulle Risorse Umane e proprio molti corsisti ed ex corsisti del Master in Risorse Umane hanno reputato opportuno partecipare a questo percorso. Non ci può essere, infatti, una gestione del personale e delle Risorse Umane senza riuscire a “capire” se stessi prima ancora degli altri. Ed infatti gli immediati feedback che sono arrivati (grazie anche ad un articolato questionario) dimostrano quanto questo approccio sia stato apprezzato e valutato in maniera più che positiva”.