Home » News Lavoro » economia e risparmio

Fisco: i controlli a tappeto dell’Agenzia delle Entrate. Chi è a rischio?


Sono in programma dei controlli a tappeto da parte dell’Agenzia delle Entrate per scovare chi evade o elude il Fisco. Si tratta di un progetto finanziato dall’Unione Europea per andare a contrastare il più possibile quello che è uno dei mali maggiori della nostra economia, ossia l’evasione fiscale. Stanziati 900 milioni di euro per il nuovo sistema con tanti controlli serrati.

Fisco e le verifiche dell’Agenzia delle Entrate

pace fiscale

Novità sul versante Fisco. Sono in arrivo dei controlli a tappeto da parte dell’Agenzia delle Entrate per cercare di prevenire, contrastare e scovare fenomeni di evasione fiscale. Si tratta di un nuovo programma finanziato dall’Unione Europea con lo stanziamento di 900 milioni di euro. Sarà possibile procedere con una ricca sequenza di controlli mirati, partendo dalle informazioni già possedute dall’Agenzia delle Entrate stessa. Il Fisco non deve essere evaso, soprattutto in un periodo particolarmente delicato come questo. C’è bisogno di controlli per assicurarsi che nessuno abbia indebitamente usufruito dei vari bonus ed agevolazioni in circolazione.

Il Fisco ed il nuovo sistema finanziario

L’Agenzia delle Entrate metterà in campo il nuovo sistema finanziario proposto dall’Unione Europea. I primi controlli a tappeto partiranno quest’anno. Infatti, si parla di circa 300 controlli al giorno per i liberi professionisti, che andranno ad interessare 110 mila partite Iva nei prossimi 12 mesi. Il Fisco, sulla base delle informazioni già in possesso dell’Anagrafe Tributaria andrà a verificare le traslazioni ed i movimenti sospetti di tutti i contribuenti, non solo dei liberi professionisti. Queste verifiche sfrutteranno l’intelligenza artificiale e una serie di strumenti altamente tecnologici, per avere dei risultati soddisfacenti e particolarmente attendibili. Si tratta di un intervento studiato e messo a punto come conseguenza della pandemia da coronavirus. Il Fisco tra le tante cose, vuole anche scovare chi ha indebitamente usufruito dei bonus e delle agevolazioni in periodo di pandemia.

Gli strumenti utilizzati

I controlli fiscali del nuovo programma finanziato dall’Unione Europea useranno sistemi di intelligenza artificiale così da poter potenziare gli strumenti di network analysis, machine learning e data visualization. Per essere più precisi:

  • network analysis: andrà a scovare ed esaminare le relazioni nascoste e celate tra le società economiche che hanno lo scopo di evadere o eludere il Fisco;
  • il machine learning: sulla base di una serie di algoritmi già adoperati dall’Agenzia delle Entrate arriverà ad informazioni di notevole importanza, migliorando la loro efficienza;
  • data visualization: andrà a trasformare le informazioni raccolte in rappresentazioni grafiche, il tutto per rendere più facile ed accessibile l’operazione d’analisi da parte dei funzionari dell’Amministrazione finanziaria.

Chi è a rischio controlli?

A rischiare sono tutti i contribuenti che potranno essere sottoposti a controlli per scovare chi evade o elude il Fisco. Il progetto ha lo scopo di prevenire e contrastare in tempi brevi e con strumenti sempre più efficaci i fenomeni di evasione. Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini ha specificato che tutte queste procedure di verifica, saranno condotte nel pieno rispetto della normativa sulla privacy e dati sensibili. A dormire sogni tranquilli saranno solo coloro che sono perfettamente in regola con il Fisco senza aver provato a truffare ed imbrogliare.

Il problema dell’evasione fiscale in Italia

L’evasione fiscale in Italia resta una delle problematiche maggiori nel comparto lavoro ed economia. Sono tanti i soggetti che cercano di evadere o eludere il Fisco non pagando le imposte e tutto il dovuto. Questo provoca delle conseguenze negative sull’intero sistema economico e sugli altri contribuenti, che da persone oneste pagano le imposte. Ogni anno, il Ministro dell’Economia e delle Finanze si preoccupa di pubblicare le stime relative l’evasione fiscale nel nostro Paese. Purtroppo le cifre non si azzerano, ed il numero dei truffatori e di chi cerca di fare il furbetto si mantengono sempre abbastanza alte. Bisogna mettere in campo delle misure ferree, rigide e soprattutto efficaci per cercare di eliminare una delle problematiche che ormai ci portiamo dietro da troppo tempo.

Condividi questo bel contenuto