E’ giusto inseguire il lavoro dei sogni?

Alcuni tendono a “idealizzare” una professione che non conoscono bene, altri devono rinunciarci per urgenze di vario tipo

Essere pagati per fare quello che ci piace di più è indiscutibilmente un privilegio. Lo sanno bene gli artisti (attori, registi, pittori, scrittori, musicisti ecc…) che scelgono di incardinare la loro intera esistenza su una passione che – pur non garantendo alcuna stabilità economica – continuano a coltivare senza riserve. Lo chiamano lavoro dei sogni ed è quello che ognuno di noi ha immaginato di fare, fantasticando (almeno una volta) nella propria vita. Ma il lavoro dei sogni esiste davvero? E va inseguito e cercato sempre? Inutile prenderci in giro: in molti casi, la nostra più profonda aspirazione fa a pugni con la necessità di trovare velocemente un impiego. E con l’urgenza di procurarci un salario che ci permetta di andare avanti. I bisogni più impellenti rischiano, insomma, di soffocare le nostre più autentiche velleità professionali, spingendoci a fare scelte che ci entusiasmano poco. Ma non disperiamo: per sentirci gratificati, possiamo percorrere altre strade.


Come riconoscere il lavoro dei sogni

lavoro dei sogni

Cos’è il lavoro dei sogni? Quello che ci piacerebbe svolgere, se non fossimo costretti a fare i conti con le bollette da pagare. Il mestiere che potrebbe renderci persone più soddisfatte e gratificate e, dunque, più produttive. Individuarlo è già un successo: molti giovani faticano, infatti, a riconoscere la strada che vorrebbero intraprendere da grandi e temporeggiano in attesa di un'”illuminazione” fulminante. Per arrivarci più celermente, dovrebbero analizzarsi a fondo e scovare le ambizioni che li spingono a preferire un ambito e a scartare tutti gli altri. E poi? Dovrebbero informarsi per bene e fare i conti con le loro potenzialità e inclinazioni.

Prendiamo il caso di un diplomato orientato a iscriversi in Medicina, convinto com’è che quello del dottore sia il lavoro dei suoi sogni. Una chiacchierata con un professionista potrebbe fargli comprendere molte cose, portandolo a concludere che si tratti di un mestiere che non fa al caso suo. Il consiglio è quello di documentarsi per bene sul presunto lavoro dei sogni perché spesso si tende a “idealizzare” una professione che – alla prova dei fatti – richiede sforzi e sacrifici che non siamo disposti a fare. O che, più semplicemente, necessita di competenze e attitudini che non ci appartengono e non vogliamo coltivare.

Quando siamo costretti a rinunciare

E se la chiacchierata col medico avesse, invece, confermato i suoi orientamenti? Allora non resterà che fare i conti con la realtà: il corso di studi in Medicina è lungo e faticoso e non tutti possono permettersi di intraprenderlo. Chi ne ha la facoltà, dovrà impegnarsi fino in fondo, facendo leva su una motivazione che lo aiuterà a superare anche i momenti più difficili. Tutti gli altri (quelli che devono procurarsi un impiego che garantisca, entro tempi stretti, una qualche stabilità economica) dovranno, invece, ripiegare su qualcos’altro. La contingenza dei fatti può costringerci a rinunciare al nostro lavoro dei sogni e portarci a fare scelte diverse da quelle che avevamo fantasticato nella nostra mente.

Ma non disperiamo: la gratificazione che potrebbe “latitare” al lavoro (soprattutto se ci siamo ritrovati a fare un mestiere che ci appassiona e ci coinvolge davvero poco), può essere coltivata e raggiunta in altri modi. Una buona idea potrebbe rivelarsi, ad esempio, quella di dedicare del tempo libero a un’attività che presenta una qualche connessione col lavoro dei sogni che abbiamo dovuto “riporre nel cassetto”. Qualche ora di volontariato come assistente sanitario in un ospedale pubblico o in una struttura privata potrebbe permettere al mancato medico di ottenere robuste gratificazioni personali. E portarlo ad affrontare più serenamente anche la sua vita lavorativa. Le aspirazioni e i progetti professionali a cui non abbiamo potuto dare seguito possono trasformarsi, insomma, in “hobby” di straordinario valore.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro