Home » News Lavoro » impresa e lavoro autonomo

Green Economy: agevolazioni e incentivi per iniziare

Quello della Green Economy non è certo un fenomeno passeggero, ma una vera e propria transizione, che prevede un cambiamento radicale per quanto riguarda l’attività delle aziende, sia sotto il profilo della produzione che sotto quelli della progettazione e della distribuzione dei prodotti.

Condividi questo bel contenuto


L’economia verde punta a creare un mercato più sostenibile non solo sotto il profilo ambientale, ma anche sotto quello sociale. Al rispetto per l’ambiente e alla riduzione della produzione di sostanze e materiali inquinanti deve affiancarsi un miglioramento delle condizioni generali della società nel suo complesso. Quello dell’uguaglianza sociale è infatti uno dei punti cardine della transizione, la quale punta a ridurre gli sprechi e le disparità, guardando non solo al presente e agli interessi immediati, ma anche al futuro.

Per favorire la transizione sostenibile e verde, sono stati pensati vari tipi di incentivi, finanziamenti e agevolazioni volti a permettere a tutte le aziende, sia le PMI che le grandi realtà industriali, di effettuare un passaggio graduale e sereno, che non incida negativamente sulle finanze e le aiuti a mantenere o ritrovare una certa stabilità. Tra gli aiuti volti a favorire la crescita delle aziende e la loro transizione green rientra anche la garanzia SACE, un tipo di garanzia finanziaria che favorisce l’accesso a crediti e finanziamenti per la Green Economy.

Quali sono gli obiettivi della Green Economy

Gli obiettivi principali dell’Economia Verde riguardano la riduzione dell’immissione nell’ambiente di sostanze e di materiali inquinanti e difficili da smaltire, la protezione dei diversi ecosistemi e l’efficientamento delle risorse disponibili. Per raggiungere questi obiettivi, le aziende dovranno operare modifiche che coinvolgano tutto il ciclo di vita dei prodotti immessi sul mercato e dovranno adottare macchinari e sistemi di produzione più green.

Incentivi e agevolazioni per la transizione verde e la sostenibilità delle aziende

La trasformazione Green è destinata a coinvolgere tutte le aziende operanti sul territorio europeo, senza alcuna distinzione. Con la sottoscrizione del Green New Deal, l’Unione Europea ha stabilito quale data ultima per la trasformazione ecologica e la riduzione delle emissioni inquinanti il 2050; entro questa data, tutti i Paesi della UE dovranno aver raggiunto gli obiettivi stabiliti. Per favorire il processo di trasformazione, il quale può risultare oneroso per le aziende, lo Stato, anche tramite il supporto dell’Unione Europea, ha messo in gioco incentivi e agevolazioni destinati a vari tipi di realtà imprenditoriali.

Gli incentivi e le agevolazioni premiano le aziende che si impegnano a introdurre nel ciclo produttivo tecnologie verdi, che permettono di ridurre sprechi, consumi ed emissioni nocive. Tra questi rientra, ad esempio, il credito d’imposta agevolato, applicabile sugli acquisti effettuati all’interno di un piano di trasformazione in ottica verde. Tra le numerose iniziative troviamo anche i contributi a fondo perduto, assegnati dallo Stato a quelle aziende che operano trasformazioni rilevanti in ambito produttivo o che offrono agli utenti finali prodotti e servizi a basso impatto ambientale.

Per accedere subito e facilmente ai finanziamenti necessari per avviare la trasformazione verde, è possibile ricorrere a contratti di garanzia finanziaria che, grazie all’intermediazione di agenzie di fideiussione, favoriscono l’accesso al credito e ai fondi.

Condividi questo bel contenuto
× Eccomi!