L’inserimento in percorsi professionali per rifugiati politici. Riconoscimento ad Orienta

Importante premio riconosciuto ad Orienta per il suo impegno a garantire integrazione lavorativa ai rifugiati politici. Lavoro e solidarietà

Arriva per Orienta un importane e prestigioso riconoscimento da parte dell’Alto Commissariato per i rifugiati dell’Onu. Orienta ha avviato un rilevante percorso di inserimento nel mondo del lavoro per i rifugiati, arrivando ad occuparne 119 nel corso di un solo anno. Il lavoro e l’integrazione sono due elementi importanti su cui bisogna investire sempre di più.


Chi è Orienta?

lavoro orienta

Orienta S.p.A. è una nota ed affermata Agenzia per il Lavoro attiva dal 1998. Questa, opera nel settore delle risorse umane, con particolare riferimento alla somministrazione a tempo determinato ed indeterminato, nella ricerca e selezione del personale, nell’importante percorso di ricollocazione professionale, nella formazione e tanto altro. Si tratta di una realtà attiva nel mondo del lavoro che nel corso degli anni è cresciuta sempre di più, dando a tanti la possibilità di inserirsi nel mercato professionale, trovando un lavoro idoneo alle proprie conoscenze e competenze. Orienta è presente sul territorio nazionale, con ben 55 filiali operative, 140 dipendenti totali ed un fatturato di 80 milioni di euro con 18 mila persone somministrate. Inoltre, questa importante realtà offre interessanti sevizi a tutti i settori produttivi, tra cui anche ICT (con Orienta IT), nell’edilizia (Orienta Edilizia), nella sanità (Orienta Sanità), nell’agricoltura (Orienta divisione Agricoltura), nel trasporto (Orienta Truck).

Il riconoscimento a Orienta

Dal 2017 l’Alto Commissariato per i rifugiati ONU (UNHCR), ha deciso di consegnare un riconoscimento a quelle aziende che si sono distinte per aver garantito l’integrazione lavorativa dei soggetti beneficiari di protezione internazionale. Il lavoro diventa una culla che accoglie i rifugiati, dandogli la possibilità di diventare parte attiva nel mondo del lavoro. Orienta ha dato il via ad un percorso di collocazione lavorativa dei rifugiati che nel corso di un solo anno ha dato lavoro a 119 persone. Un traguardo davvero rilevante, che ha fatto guadagnare ad Orienta il prestigioso e prezioso premio dell’UNHCR denominato: Welcome. Working for rifugee integration. L’azienda si è distinta per l’impegno dimostrato nel processo di promozione di specifici interventi finalizzati proprio all’inserimento nel mondo del lavoro dei rifugiati politici.

Lavoro e responsabilità sociale

Un traguardo di notevole importanza e rilevanza quello raggiunto da Orienta, che con il suo impegno ed operato ha garantito lavoro a tanti rifugiati. Lo stesso Giuseppe Biazzo, Amministratore Delegato di Orienta, sottolinea come questo premio è un grandissimo motivo di orgoglio per l’operato svolto nel settore sociale e professionale. Inoltre, continua Biazzo, il riconoscimento ottenuto è anche uno stimolo a fare sempre di più, impegnandosi a costruire un modello di società inclusiva, con particolare riguardo per tutti coloro che sono costretti a lasciare il proprio Paese a causa di gravi fatti e vicende come: guerre, persecuzioni e conflitti. Lavorare ed avere una professione è un diritto fondamentale di tutti, anche dei meno fortunati, costretti ad abbandonare la propria casa, i cari e le proprie vite. In Italia bisogna investire nella creazione di maggiore solidarietà ed inclusione sociale.

Lavorare è un diritto di tutti

Il lavoro è una parte rilevante della nostra vita. Non è solo il mezzo con cui guadagnare denaro che ci consente di vivere dignitosamente, ma è anche uno strumento che ci permette di sentirci vivi ed utili. Una vita senza lavoro non può considerarsi una vita completa. Mettere al servizio delle varie realtà professionali le nostre conoscenze, competenze ed idee permette non solo la crescita della realtà aziendale in cui si opera, ma anche lo sviluppo personale e professionale dei lavoratori. Tutti hanno diritto ad un lavoro, anche le categorie più deboli ed i rifugiati politici, coloro che a causa di guerre sono costretti ad abbandonare il proprio Paese, le case, le famiglie e gli affetti.

Dare a questi la concreta possibilità di entrare ed integrarsi nel mondo professionale è uno degli obiettivi di tante agenzie per il lavoro. Si tratta di un settore sociale e professionale su cui investire per arrivare alla creazione di società inclusive, pronte ad accogliere anche i meno fortunati o coloro che si trovano in particolari condizioni di vita.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro