Memorizzazione Efficace: la tecnica dei Loci di Cicerone

Stiamo parlando della tecnica dei loci di Cicerone. Già conosciuta ed utilizzatissima nell’antichità ha dimostrato la sua efficacia nei secoli fino ad essere una tecnica insegnata negli odierni corsi di “memoria e apprendimento”.


M.T. Cicerone sosteneva nel suo “De Oratore” che: “nella memoria si fissano meglio le immagini che provengono dai sensi ed in particolar modo quelle che si presentano alla vista”. È proprio sull’associazione di immagini che costruisce la sua tecnica di memorizzazione.

tecnica-dei-loci-ciceroniani

Questa tecnica è molto utile per la memorizzazione di elenchi di qualunque genere; Cicerone la utilizzava per memorizzare la scaletta delle tematiche dei suoi discorsi ma gli usi che potete farne sono i più disparati: dalla scaletta degli argomenti della vostra tesi di laurea ai più complessi discorsi di un conferenza internazionale.

La tecnica dei loci (che significa “luoghi”) si basa sull’associazione di un elemento di un luogo ai punti del nostro elenco. I luoghi o gli ambienti che scegliamo devono essere molto familiari come per esempio la nostra sala da pranzo o la strada che facciamo per andare a lavoro. Questi elementi devono essere già impressi nella nostra mente in maniera inequivocabile quindi scegliete con cura l’ambiente o il percorso. Poi scegliete ogni singolo elemento in modo che non possa esserci nessun tipo di confusione nella vostra testa:preferite oggetti grandi e ben evidenti agli oggetti piccoli, nessun oggetto nascosto dentro armadi o cassetti.

 

A questo punto dovete convertire i concetti del vostro elenco in immagini da associare agli elementi che avete scelto. Le associazioni che farete dovranno essere divertenti, insolite e molto vivide in modo da essere facilmente memorizzabili.

 

L’esempio classico che si riporta è il salotto di Cicerone che potrebbe avere un pilastro, una statua, un anfora; i punti del suo discorsi potrebbero essere “la situazione degli schiavi”, “i problemi delle terme” e “l’arrivo del console”. A questo punto le associazioni sarebbero:

  • Gli schiavi incatenati al piastro che tentano invano di liberarsi

  • L’acqua termale che sgorga dalla statua come alle terme

  • Il console che esce dall’anfora gridando “sorpresa!”

È una tecnica veramente semplice che tutti possiamo usare. Molti uomini dello spettacolo e bravi politici la usano correntemente perché da ottime garanzie anche nel caso in cui qualcosa dovesse proprio distrarci siamo sempre in grado di riprendere il filo e continuare il nostro percorso.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro