Home » News Lavoro

Opportunità di lavoro in Italia: le figure più richieste da Nord a Sud

Le maggiori figure professionali ricercate dalle aziende da Nord a Sud. Perchè ci sono posti vacanti e pochi professionisti da reclutare? Ecco una panoramica

Condividi questo bel contenuto


In Italia le opportunità di lavoro sono numerose, anche se spesso le aziende non riescono a trovare le giuste figure professionali, capaci di ricoprire determinati ruoli. Tuttavia, qualcosa si sta muovendo anche nel nostro Paese, con interessanti e redditizie offerte di lavoro da Nord a Sud. Ecco i professionisti maggiormente ricercati dalle aziende.

Lavorare in Italia non è più un sogno

linguaggio del corpo in un colloquio

Negli anni passati, sono state tante le persone che hanno lasciato il nostro Paese per cercare fortuna professionale all’estero. Questo perché altre alternative non c’erano, così tra dispiacere e malinconia, tanti giovani e non solo, hanno fatto la valigia e sono partiti alla volta di nuove città, per garantirsi e costruirsi un futuro lavorativo. Oggi, la situazione sembra essere leggermente cambiata, o comunque qualcosa si sta smuovendo nello scenario delle opportunità di lavoro. Infatti, in Italia ci sono ancora molti posti vacanti, che aspettano proprio voi per essere assegnati. Le aziende che operano da Nord a Sud, sono spesso alla ricerca delle giuste figure professionali da reclutare ed assumere. Questa operazione è difficile, in quanto i professionisti con le giuste conoscenze e competenze per ricoprire determinati ruoli, sono quasi introvabili. Ecco perché i tassi di disoccupazione scendono lentamente anche se le opportunità professionali non mancano.

Lavoro al Nord: le figure professionali più richieste

L’economia del Nord Italia è molto diversa da quella del Sud, per questo motivo anche i professionisti ricercati dalle imprese hanno caratteristiche differenti e specifiche. La maggior parte delle offerte di lavoro nel settentrione, si concentra soprattutto nelle aree del Nord-Est, quelle più industrializzate. Qui, le imprese si stanno ampliando sempre di più, ricercando nuove figure professionali da inserire nel loro team. Ad oggi, circa il 32% dei posti di lavoro è ancora sguarnito e privo di personale. I dati parlano di circa 130 mila posti di lavoro ancora vuoti, in attesa di personale capace di ricoprire determinati ruoli. Perché tanti posti di lavoro e nessuno a rivestirli? Le cause sono essenzialmente due, da una parte la scarsa preparazione dei candidati a determinate mansioni, dall’altra la vera e propria mancanza di candidature idonee. Nelle aree geografiche del Nord Italia, le figure professionali maggiormente richieste sono:

  • addetti alla vendita,
  • esperti marketing,
  • tecnici informatici,
  • ingegneri,
  • progettisti,
  • cuochi,
  • operatori metalmeccanici ed elettromeccanici,
  • camerieri.

Lavoro al Sud: le figure professionali più richieste

L’economia del Sud Italia si basa essenzialmente sul turismo. Infatti è proprio in questo settore che ritroviamo la maggior parte delle offerte, con altrettanta difficoltà a reclutare le giuste figure professionali. Tra i principali professionisti richiesti al Sud Italia:

Ed ancora, si cercano anche:

La lista è abbastanza lunga, con offerte di lavoro interessanti ma nonostante ciò ancora vacanti. Perché tutto questo? Come mai anche al Sud c’è molta difficoltà a trovare figure professionali esperte, competenti e con esperienza nel settore? La stessa Istat ci fornisce interessanti dati a riguardo. La formazione è sicuramente la causa principale di questo mismatch che oggi caratterizza il mondo del lavoro in Italia.

La formazione che non risponde alle esigenze delle imprese

Tra le principali cause della difficoltà da parte delle imprese di reclutare personale, c’è la formazione. Spesso questa non soddisfa le esigenze del mercato del lavoro. Sono sempre di più i giovani che si laureano in settori poco richiesti e gettonati sul mercato, mentre sono davvero pochi coloro che studiano e si formano in settori strategici, dove la richiesta di personale è davvero alta. Se questo non cambierà, le aziende avranno sempre più difficoltà nell’assumere personale esperto e qualificato. Bisogna avviare un dialogo continuo e ben saldo tra mondo del lavoro e formazione, invitando le nuove generazioni a scegliere particolari percorsi di studio, in maniera tale che dopo la laurea si possano inserire nel mondo del lavoro senza grosse difficoltà. Questo gioverebbe sia elle aziende che ai giovani alla ricerca di una professione nel nostro Paese.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro

Condividi questo bel contenuto