Pensione e nuovi assegni previdenziali: ecco cosa cambia a febbraio

L'assegno pensionistico di febbraio con il conguaglio per riparare all'errore Inps relativo al mese di gennaio

Nella mensilità di febbraio 2020, i pensionati troveranno un conguaglio per risolvere un errore di calcolo commesso dall’Inps nella mensilità di gennaio. La questione pensione diventa sempre più delicata, per questo il consiglio è quello di controllare accuratamente i cedolini ed in caso di anomalie comunicarle immediatamente.


Nuovi assegni per la pensione

A gennaio sono scattati i nuovi assegni pensione per i tanti che ormai hanno lasciato il mondo del lavoro. Tuttavia, nella mensilità di gennaio, l’Inps ha commesso un errore di calcolo, che ha portato ad assegni pensionistici più bassi. Questo ha sconvolto e naturalmente irritato tanti pensionati, che hanno ricevuto questa brutta sorpresa, con un cedolino più basso del solito. Si tratta di un errore a cui bisogna porre rimedio al più presto, per riportare tutto alla normalità e tranquillizzare tanti pensionati. Tutti possono sbagliare, l’importante è rimediare senza arrecare danni a terzi. Ed è proprio quello che l’Inps sta facendo, comunicando ai pensionati che tutto tornerà alla normalità, senza riduzioni dell’ammontare del proprio assegno pensionistico.

Pensioni: nel mese di febbraio sarà presente un conguaglio

Nell’assegno pensionistico del mese di febbraio, ci sarà un conguaglio, con cui l’Inps restituisce ai tanti pensionati, la somma di denaro mancante relativa alla mensilità di gennaio. Infatti, lo scorso mese, circa 100 mila assegni sono stati ridotti per un errore di calcolo. Questo ha fatto preoccupare i pensionati, che pensavano ci fossero stati dei tagli a sorpresa sulle pensioni. L’Inps non ha esitato nel comunicare che si è trattato di un puro errore di calcolo, che sarà risolto a febbraio, con la restituzione di tutte le somme dovute. Dunque, controllate bene il cedolino di questo mese, in quanto deve contenere il tanto atteso conguaglio.

Pensioni: il consiglio di controllare attentamente i cedolini

Purtroppo gli errori di calcolo possono verificarsi, anche le migliori macchine e tecnologie possono andare in “tilt” qualche volta. Per questo motivo, il consiglio che resta valido è quello di prestare sempre molta attenzione. Nel caso delle pensioni, controllate attentamente ogni mese il vostro cedolino ed assegno pensionistico. Leggetelo accuratamente, verificando che tutto sia esatto. In quest’operazione potete anche chiedere aiuto ad un Caf, che vi sosterrà nel processo di verifica dell’assegno stesso. Dalla lettura del cedolino, potrete anche capire se è possibile o meno procedere con un ricorso amministrativo avvalendovi del supporto di un’avvocato specializzato in materia. Nel caso in cui riscontriate qualsiasi tipo di anomalia, non esitate a farlo presente all’Inps oppure al Caf, che con le apposite procedure, andranno a comunicarlo e garantirne la risoluzione.

Come incrementare il proprio assegno pensionistico

Tutti sappiamo quanto sia importante arrivare a percepire una pensione dignitosa e capace di far vivere nel miglior modo possibile. Per questo motivo, incominciare fin da subito a pensare e pianificare il proprio futuro pensionistico è di vitale importanza. Sono tanti i pensionati che ricevono delle somme di denaro davvero misere, con le quali non riescono ad arrivare a fine mese, avvicinandosi sempre di più alla soglia di povertà. Una realtà che purtroppo non ci fa onore. Dopo una vita di lavoro, ogni singolo individuo merita di vivere la pensione in tutta tranquillità. Ci sono dei consigli che possono essere utili per incrementare il proprio assegno pensionistico. Di fatti, l’ammontare della pensione è strettamente connessa al numero di contributi versati, dunque agli anni lavorativi svolti nel corso della vita.

Cercate, nel limite del possibile, di incominciare a lavorare in giovane età, con tanto di contratto e di contributi versati. Per fare questo, non accettate lavori a nero, oppure le professioni in cui si dichiara meno di quello che si percepisce. Denunciate queste realtà, così come le varie situazioni di evasione fiscale. Altra opzione è quella di decidere di aprire un fondo pensione in banca che vi permetterà di avere a disposizione una somma di denaro maggioritaria al momento della pensione.

CATEGORIES
Share This

Commenti