Home » News Lavoro

Pensioni gennaio e febbraio 2021: il calendario e le modalità di pagamento

Inps e Poste Italiane hanno reso noto il calendario del versamento delle pensioni di gennaio e febbraio 2021. Ecco le modalità di accredito e di riscossione

Condividi questo bel contenuto


Come funzionerà il versamento delle pensioni il prossimo anno? Continueranno gli accessi scaglionati presso gli uffici postali? Sembra proprio che nel rispetto delle norme sulla sicurezza anti Covid, la riscossione delle pensioni, almeno per i primi mesi del 2021 continuerà ad essere scaglionata seguendo uno specifico calendario.

Il pagamento delle pensioni 2021

pensione

Il prossimo anno, la riscossione delle pensioni seguirà, almeno per i primi mesi del 2021 la regola dello scaglionamento, dietro specifici calendari. Lo scopo è sempre quello di evitare il più possibile inutili assembramenti di pensionati davanti gli uffici postali sul territorio nazionale. L’Inps e le Poste hanno già reso note le date del calendario per il pagamento delle pensioni di gennaio e febbraio 2021. Confermato il versamento anticipato e scaglionato, proprio come ormai succede da diversi mesi, a causa della pandemia da coronavirus. La norma del distanziamento sociale resta indispensabile, anche quando si parla di pensione e della sua riscossione. Le lunghe code davanti agli uffici devono essere solo un ricordo, ora bisogna continuare a procedere con ordine ed attenzione, per non mettere a repentaglio la salute dei soggetti più deboli, ossia gli anziani.

Gli accrediti delle pensioni di gennaio 2021

Le regole per i pensionati che ricevono la pensione direttamente sul proprio conto sono differenti. Infatti, Poste Italiane ha comunicato che le pensioni di gennaio 2021, saranno accreditate sui libretti di risparmio, conto Banco Posta e Postepay Evolution a partire dalla giornata di domani 28 dicembre 2020. I pensionati che hanno scelto questa modalità di pagamento, domani potranno ritirare presso gli sportelli ATM le somme di denaro di cui necessitano, senza doversi recare presso uno sportello dell’ufficio postale. Una modalità di pagamento e di prelievo semplice, veloce ed indipendente, che alleggerisce il carico di lavoro presso gli sportelli, evitando file ed attese.

Gennaio 2021: il calendario dei pagamenti

Tutti i pensionati che devono ritirare la propria pensione presso gli uffici postali, dovranno rispettare il calendario reso noto dall’Inps e Poste Italiane. L’ordine da seguire è quello alfabetico, come ormai succede da diversi mesi. Ecco il calendario completo relativo il mese di gennaio 2021 a cui i pensionati dovranno fare riferimento:

  • cognomi dalla A alla C: lunedì 28 dicembre;
  • cognomi dalla D alla G: martedì 29 dicembre;
  • dalla H alla M: mercoledì 30 dicembre;
  • cognomi dalla N alla R: giovedì mattina del 31 dicembre;
  • dalla S alla Z: sabato mattina del giorno 2 gennaio.

I pensionati sono tenuti a presentarsi agli uffici postali muniti di mascherina, rispettando il distanziamento sociale. Questi potranno entrare in Posta solo all’uscita dei clienti precedenti, rispettando l’ordine e le norme previste. Gli anziani over 75 anni, se devono ritirare la pensione in contanti e non hanno delegato nessuno, possono chiedere aiuto ai Carabinieri, che andranno personalmente a ritirate il denaro e lo consegneranno al pensionato, presso il proprio domicilio.

Febbraio 2021: il calendario dei pagamenti

Anche la pensione del mese di febbraio sarà anticipata, seguendo tutte le norme anti coronavirus, nel rispetto della salute di tutti. Ecco il calendario fornito dall’Inps con tutte le date utili:

  • cognomi dalla A alla B: lunedì 25 gennaio;
  • dalla C alla D: martedì 26 gennaio;
  • cognomi dalla E alla K: mercoledì 27 gennaio;
  • dalla L alla O: giovedì 28 gennaio;
  • cognomi dalla P alla R: venerdì 29 gennaio;
  • dalla S alla Z: sabato 30 gennaio.

L’Inps sottolinea in una nota che si tratta di un anticipo del pagamento ma che la rateo di pensione matura comunque il primo del mese: “Si ricorda agli interessati che si tratta esclusivamente di un’anticipazione del pagamento, il diritto al rateo di pensione si matura comunque il primo giorno del mese di competenza dello stesso”. Per ulteriori informazioni o chiarimenti vi invitiamo a tenere sotto controllo il sito dell’Inps. Anche il prossimo anno sarà particolare anche per quanto riguarda la pensione, gli accrediti e la riscossione del dovuto.

Condividi questo bel contenuto