Home » Professioni

Ma quale dog sitter? Meglio fare il People Walker

Fare una passeggiata in compagnia di qualcuno che è disposto ad ascoltarti può avere un valore inestimabile. Su cui un giovane americano ha deciso di investire, inventandosi un lavoro tutto nuovo

Condividi questo bel contenuto


L’idea è venuta in mente a un “ragazzone” americano che si chiama Chuck McCarthy, aspirante attore di Los Angeles con l’urgenza di mettere in tasca qualcosa. Il quale, dopo aver preso in considerazione l’ipotesi di proporsi come dog-sitter, ha scelto di optare per un’attività più originale. E’ così che si è inventato il mestiere di “People Walker” (letteralmente “camminatore di persone”) che gli sta procurando un discreto successo. Di cosa si tratta? In pratica, anziché accompagnare i cani al parco, Chuck offre un servizio di accompagnamento a persone che vogliono (o devono) fare una passeggiata in città. Con le quali cerca di stabilire un “contatto umano”, senza invadere eccessivamente la loro sfera privata. Vediamo di capire meglio.

people-walker

Quello che il giovane Chuck fa ormai da qualche mese è indossare abiti comodi per accompagnare persone di ogni genere a fare due passi (o su di lì) per le strade di Los Angeles. Al costo di 7 dollari al miglio (poco più di 6,5 euro ogni chilometro e mezzo percorso). L’idea è quella di fare compagnia a chi ha la necessità o la voglia di mettersi in movimento o, al contrario, a chi non trova la motivazione di uscire di casa. La sua clientela è, infatti, molto varia: c’è chi chiede di essere “scortato” in una zona poco sicura della città e chi, più semplicemente, chiede di camminare per un po’, scambiando quattro chiacchiere sul più e sul meno. Essere disposti a macinare chilometri non basta; chi – come Chuck – aspira a fare il “People Walker” di professione, deve essere prediposto all’scolto. E deve riuscire a mettere i clienti a loro agio, senza invadere mai i loro spazi più intimi.

L’originale servizio ha già riscosso un discreto successo, tanto che il corpulento trentenne ha dovuto ingaggiare 5 collaboratori per soddisfare le richieste di una clientela in continua espansione. Che comprende persone di ogni tipo. “I miei clienti hanno varie età e sono sia uomini che donne – ha spiegato il primo People Walker del mondo – La maggior parte è alla ricerca di una motivazione per uscire da casa, ma cercano anche compagnia e sicurezza”. “Non sono persone necessariamente sole – ha precisato Chuck – in una grande città come Los Angeles, organizzarsi per fare una passeggiata con un amico non è sempre facile”. Ecco perché molte persone scelgono di “ingaggiarlo”: per riappropriarsi del piacere di fare due passi in compagnia di qualcuno che sia disposto ad ascoltarli. E a mettersi in contatto con loro. “Comunichiamo costantemente col telefono e coi computer – ha osservato McCharthy – ma non siamo così tanto connessi. Abbiamo bisogno di un’interazione umana“. 

Gli affari del giovane “camminatore” stanno andando a “gonfie vele”, tanto che Chuck  sta pensando di espandere il suo business. Tra le idee in cantiere, quella di realizzare un’app per telefonini che consenta alla gente (che ha voglia di camminare in compagnia) di “geolocalizzarsi”. “L’idea di base – ha spiegato McCharthy – è quella di connettere i camminatori con i potenziali clienti in maniera più semplice e veloce”. “Ho anche creato un’organizzazione e una pagina facebook per le persone che sono interessate ad iniziare questa attività – ha aggiunto – Sto cercando di aiutarle con alcune informazioni in modo che possano poi aiutarsi tra loro. Magari sarà presto disponibile il servizio del ‘People Walker’ anche a Roma e a Milano”. Perché no? I giovani a corto di idee potrebbero seguire le orme del fantasioso Chuck (in Israele, lo hanno già fatto) e mettersi in cammino. Per inoltrarsi lungo una strada che potrebbe procurare loro importanti gratificazioni e interessanti incontri.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro

Condividi questo bel contenuto