Home » News Lavoro » formazione e corsi

Quanto conta la formazione per trovare lavoro?

Oggi cercheremo di capire quale sia il reale valore della formazione per trovare lavoro.

Condividi questo bel contenuto


È meglio possedere capacità tecniche e professionali dimostrabili o essere meno competenti ma più abili ad adattarsi a un gruppo di lavoro? È preferibile sapersi valorizzare pur non possedendo particolari competenze professionali o investire su noi stessi acquisendo certificati, diplomi e titoli qualificanti? Oggi cercheremo di capire quale sia il reale valore della formazione per trovare lavoro e lo faremo a partire da una distinzione tra capacità personali e capacità professionali.

La formazione professionale di un candidato è un aspetto importante per le aziende perché fa capire la sua propensione per la posizione lavorativa. Tuttavia anche le capacità personali possono essere un elemento decisivo per la scelta della persona giusta da parte del recruiter. Per questo, quando ci osserviamo e cerchiamo di capire quale sarà il nostro sbocco professionale, dovremo necessariamente ragionare sia sulla base di quelle che sono le competenze “tecniche” necessarie per ricoprire quell’incarico, sia sulla base delle abilità caratteriali che quella mansione comporta.

In questo approfondimento cercheremo di affrontare questo argomento distinguendo quelle che, nel mercato del lavoro, sono note proprio come soft skills ed hard skills.

Quanto conta la formazione per trovare lavoro oggi?

formazione

Come anticipato poc’anzi, il miglior collocamento che possiamo avere sul mercato del lavoro è composto da un giusto mix di abilità tecniche e caratteriali. In altre parole, un curriculum importante, ricco di esperienze coerenti con il posto di lavoro desiderato conta tanto quanto la capacità di far emergere anche i diversi aspetti del nostro modo di essere. Di conseguenza un colloquio di successo è quello che è in grado di far emergere in egual misura hard e soft skills.

In alcune aziende conteranno più le prime, soprattutto laddove si stia cercando una figura professionale altamente qualificata. Per questo sarà importante investire in formazione specifica utile a far brillare il nostro curriculum tra i tanti pervenuti.

Tutte le esperienze formative pregresse rappresentano un bagaglio importante in termini di prospettive lavorative, per cui risulta fondamentale possederne di specifiche in base al tipo di lavoro a cui si ambisce.

Indole, carattere o formazione e background?

Quindi, hard e soft skills non si sovrappongono tra loro, ma assumono valore in modo diverso a seconda dell’azienda dove vorremmo lavorare. Ecco perché per trovare lavoro conviene sempre fare una piccola ricerca per capire meglio di che ambiente di lavoro si tratti e quali potrebbero essere le caratteristiche del percorso di selezione per i candidati. Anche se per certe mansioni le soft skills potrebbero contare meno delle capacità tecniche e professionali, vale sempre la pena instaurare un clima piacevole in sede di colloquio.

La formazione, invece, è un valore centrale nella ricerca di lavoro, e viene sempre valutata in modo approfondito dai recruiter durante la fase diselezione dei curriculum.

Non bisogna mai sottovalutare il potere della formazione, perché oltre ad arricchire le nostre conoscenze ci pone dinanzi a sfide sempre nuove,offrendoci sempre l’occasione di crescere ed evolvere, al di là del miglioramento del nostro il livello professionale e del curriculum. Infine, un profilo altamente qualificato, non solo gode di migliori possibilità di trovare lavoro ma attrae anche remunerazioni più vantaggiose in virtù della professionalità e delle conoscenze acquisite.

In conclusione, la formazione risulta senza alcun dubbio fondamentale, ma anche le soft skills sono in grado di assumere un ruolo centrale nella ricerca del lavoro desiderato.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze: Registrati su Euspert Bianco Lavoro

Condividi questo bel contenuto