Rc auto 2020: in calo i premi delle polizze per l’effetto del Coronavirus

In calo il prezzo delle premi Rc auto su tutto il territorio nazionale. Si tratta di una delle conseguenze del Coronavirus. Ecco le regioni più virtuose

Anche il comparto della mobilità e delle Rc auto è stato investito dalla crisi sanitaria ed economica del Coronavirus. La conseguenza maggiore di tutto ciò si traduce nel calo dei premi delle polizze su tutto il territorio nazionale con picchi del 23%. Ecco le regioni più virtuose, dove si risparmia di più.


Rc auto: in calo i prezzi delle polizze assicurative

rc auto

Il settore della mobilità e delle Rc auto è stato colpito dall’emergenza Coronavirus. Infatti sono tanti gli automobilisti bloccati in casa, coloro che non adoperano più il proprio mezzo di trasporto, ormai in sosta da diverse settimane. L’emergenza Coronavirus ha bloccato o comunque diminuito gli spostamenti su tutto il territorio nazionale, con la conseguente riduzione dell’utilizzo delle auto e delle moto. Questo si traduce anche nel calo dei sinistri stradali ed alti tipi di incidenti. A scendere anche i prezzi delle polizze assicurative Rc auto, una novità mai accaduta che farà felici gli automobilisti. Secondo i dati raccolti dal report di SOStariffe.it (uno dei maggiori portali italiani adoperato per confrontare le Rc auto), il costo medio dei premi assicurativi è calato del 23% rispetto al periodo pre-Coronavirus. Una situazione del tutto nuova, direttamente connessa al blocco portato dalla pandemia, non solo in Italia ma nel mondo.

Rc auto e le regioni più virtuose

Secondo lo studio effettuato dal portale web SOStariffe.it su tutto il territorio nazionale, il costo delle Rc auto è calato dell’11,6% rispetto ai prezzi relativi al mese di febbraio 2020. Ovviamente parliamo di un calo che in alcune regioni italiane è stato maggiore rispetto alle altre. Per essere più dettagliati, le Regioni maggiormente interessate dalla riduzione dei prezzi Rc auto sono: la Puglia (-23,4%), la Lombardia (-20,1%), la Liguria (-18,6%). Dall’altra parte, ci sono state delle Regioni che hanno registrato un aumento, parliamo della Valle d’Aosta (+ 2,7%) e l’Abruzzo (+14,6%). Lo stop alla mobilità introdotto dai vari decreti, andrà ad incentivare sempre di più questa tendenza al ribasso dei prezzi. Questi cali relativi alle Rc auto sono dovuti essenzialmente alla presenza di un traffico minore rispetto al normale, con il calo di incidenti e sinistri. Una generale flessione, che in parte è dovuta anche alle disposizioni contenute nel decreto Cura Italia.

Le misure Rc auto nel decreto Cura Italia

Il decreto Cura Italia contenente tutta una serie di misure a sostegno di imprese, lavoratori, famiglie e cittadini, non dimentica il reparto delle Rc auto. Il documento in questione, emanato per limitare i disagi apportati dall’emergenza Coronavirus, ha prorogato la scadenza delle Rc auto. Precisamente, il documento non ha eliminato i pagamenti dovuti dagli automobilisti, ma ha concesso loro più tempo per adempiere al loro dovere. I possessori di veicoli avranno a disposizione 30 giorni dalla scadenza dell’assicurazione, per procedere con i pagamenti. Questo significa che per 30 giorni si potrà circolare con la propria vettura, anche senza copertura assicurativa, il tutto senza incorrere in sanzioni o interessi vari. Sicuramente molti automobilisti in situazioni economiche critiche, opteranno per posticipare il rinnovo delle Rc auto. In questo modo diminuisce la domanda di polizze con un generale calo dei prezzi.

Il calo delle Rc moto

Anche le polizze moto hanno registrato un decisivo calo a causa della pandemia da Coronavirus. Nelle prime tre settimane del mese di marzo, si è registrato un calo del 45%. Il mercato delle polizze moto, solitamente ha un andamento stagionale dalla metà di febbraio fino a dopo maggio. L’anno sembrava esser iniziato nel migliore dei modi, con volumi raddoppiati nelle ultime settimane di febbraio (rispetto all’anno precedente). Poi la svolta, con l’avvento del Coronavirus sul nostro territorio ed il calo improvviso dei volumi nel corso di poche settimane. Ancora non sappiamo con esattezza cosa succederà e soprattutto quando tutto tornerà alla normalità. Tuttavia, in una situazione di stop generale i trend Rc auto e moto continueranno a seguire una tendenza di ribasso.