Rc auto: in arrivo il contratto base. Che cos’è e cosa prevede

Arriva il contratto base in relazione all'Rc auto. Ecco di cosa si tratta e cosa contiene al suo interno per garantire una maggiore trasparenza

Sono in arrivo novità in relazione all’Rc auto. Parliamo del contratto base, ossia uno strumento che aiuta gli assicurati nel trovare la polizza più conveniente a seconda delle proprie esigenze. Vediamo di cosa si tratta, come funziona e cosa comprende al suo interno.


Che cos’è l’Rc auto

rc auto

Pagare l’Rc auto è un obbligo ed appuntamento a cui gli automobilisti non possono sottrarsi. La responsabilità civile autoveicoli (Rc auto) nella legislazione italiana si riferisce alla responsabilità civile per i rischi, contro i quali è indispensabile assicurarsi rivolgendosi ad una delle tante compagnie assicurative autorizzate. Gli automobilisti devono dunque essere coperti da assicurazione per eventuali danni provocati a persone o cose, che possono verificarsi con la circolazione dei propri mezzi di trasporto su strada. Le polizze auto hanno costi diversi a seconda delle compagnie assicurative e dei servizi offerti. Per questo sono tanti gli automobilisti che ogni anno si guardano intorno, cercando la compagnia assicurativa più conveniente, in quanto, pagare un sacco di soldi, soprattutto quando non si sono fatti incidenti, scoccia a tutti. Assicurare la propria auto è obbligatorio per legge e copre il veicolo anche quando è in sosta. In caso di incidenti stradali, i danni saranno pagati dalla compagnia assicurativa a cui vi siete rivolti.

Arriva il contratto base Rc auto

Arriva il contratto base in riferimento all’Rc auto, un progetto datato 2012 e presente nel decreto 179/2012. Questo è un modello standart di contratto, unico e valido per tutte le compagnie assicurative operanti sul territorio nazionale. Tale modello deve prevedere e contenere tutte le clausole e condizioni, che vanno a determinare l’ammontare del premio stesso. In particolare devono essere presentate al cliente le spese ed i servizi di base in una polizza assicurativa. Il nuovo strumento sarà disponibile anche sui siti delle varie compagnie, grazie ad un modello elettronico standard.

Come funziona il contratto base

Il contratto base Rc auto ha il compito di andare a stabilire quello che possiamo chiamare il perimetro minimo della copertura obbligatoria. Il tutto andando ad indicare contenuti e clausole base, che devono obbligatoriamente essere presenti in una polizza assicurativa. Le compagnie assicurative devono proporre al cliente un contratto standard stabilito dal Governo, che prevede solo le spese base. Qualsiasi altro servizio deve essere aggiunto al contratto, facendo inevitabilmente incrementare il costo finale. Il contratto base consente ai clienti di scegliere l’offerta più vantaggiosa e di comporre la propria polizza con servizi aggiuntivi, in base alle varie esigenze personali. Si tratta dunque di uno strumento molto importante che fa luce sulla composizione della polizza Rc auto, in maniera da poter garantire agli automobilisti una migliore trasparenza, in un’ottica di maggior tutela dei clienti. Inoltre, tale contratto deve essere pubblicato sul sito delle compagnie assicurative, in maniera tale da poterne consentire l’immediata fruibilità da parte degli automobilisti.

Cosa non è compreso nel contratto base?

Ci sono anche determinati aspetti non compresi all’interno del contratto base Rc auto. In particolare mancano le clausole che vanno a spiegare le differenti modalità di liquidazione del danno. Ed ancora, mancano le condizioni aggiuntive, come ad esempio la polizza di furto ed incendio oppure quella relativa i danni subiti dal conducente, che comunque potranno essere sottoscritte a parte se il cliente lo riterrà necessario. Dunque, ci sono vari aspetti e servizi che, ovviamente, non sono compresi nel prezzo base relativo all’Rc auto, ed è importante che i clienti ne siano a conoscenza prima di scegliere la polizza.

Contratto base Rc auto e modello elettronico

L’introduzione del nuovo modello base è strettamente connessa alla realizzazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, di un modello elettronico standard. Questo rappresenterà uno standard informativo comune a tutte le compagnie assicurative, con cui informare gli automobilisti sull’offerta fornita. Il modello elettronico sarà presente sui siti delle varie compagnie, così da poter informare in maniera del tutto trasparente i clienti alla ricerca di una valida polizza Rc auto, tenendo in considerazione i prezzi base con eventuali maggiorazioni ed ulteriori servizi offerti.

CATEGORIES
Share This

Commenti

Wordpress (0)