Vivere e lavorare in Belgio

Tutto quello che devi sapere per vivere e lavorare in Belgio.

Vivere e lavorare in Belgio è una soluzione a cui molti pensano nel nostro Paese. Il tenore della vita infatti è molto più alto rispetto che da noi.


Il Belgio poi non è affatto poco affascinante come qualcuno dice, con i suoi imponenti edifici e le sue numerose opere d’arte. Ed il clima non è così freddo: gli inverni sono accettabili e le estati fresche e piuttosto piovose. E’ un Paese molto piccolo (circa 10.000.000 di abitanti), ma con una densità molto elevata proprio per le tante possibilità che offre.

lavorare in Belgio

Le lingue ufficiali sono tre, come le regioni da cui è costituito. A Nord ci sono le Fiandre dove si parla olandese (in realtà un olandese diverso, denominato fiammingo o neerlandese), a Sud la Vallonia francese, mentre al centro la regione della capitale di Bruxelles è ufficialmente bilingue, sebbene prevalga il francese. In totale il 60% circa della popolazione parla il neerlandese, mentre il 40% il francese, con una piccolissima minoranza di tedesco (nella parte Est del Paese, confinante con la Germania)

Ma veniamo nel dettaglio a tutte le caratteristiche della vita in Belgio.

Costo della vita in Belgio

Ecco alcuni esempi (presi dalla città di Bruxelles, sicuramente un pò più cara rispetto al resto del Paese) senz’altro interessanti:

  • Pranzo nel quartiere degli affari 17 euro
  • Un Litro di Latte 1,05 euro
  • 1 chilo di pomodori 2,22 euro
  • 500 grammi di formaggio locale 7 euro
  • 1 chilo di mele 2,08 euro
  • 1 chilo di patate 0,60 euro
  • Mezzo litro di birra belga al supermercato 1,31 euro
  • 1 bottiglia di vino da tavola rosso di buona qualità 7 euro
  • 1 bottiglia di Coca-Cola da 2 litri 1,97 euro
  • Pane per 2 persone per un giorno 1,19 euro
  • Affitto mensile per appartamento di 85 metri quadri circa, ammobiliato (anche se non è facile trovarlo già ammobiliato) e posto in zona media della città 922 euro. La stessa metratura nelle Fiandre o in Vallonia si può trovare a 650 euro.
  • Bollette per un mese per due persone in appartamento da 85 metri quadri circa 149 euro
  • Internet 33 euro al mese
  • Tariffa oraria per pulizia ed aiuto domestico 10 euro
  • Benzina 1 litro 1,31 euro
  • Biglietto mensile trasporti pubblici 52 euro
  • Costo di un biglietto, corsa singola, dei trasporti locali 2,10 euro
  • Pranzo o cena in un ristorante di qualità media per due persone 35 euro
  • Taxi (8 chilometri, giorno feriale, tariffa base) 21 euro
  • Cena semplice per due in pub 38 euro
  • 2 biglietti per il cinema 20 euro
  • Cena per due al ristorante italiano (vino e dolce inclusi) 72 euro
  • 1 cocktail in discoteca del centro 10 euro
  • Cappuccino (molto più caro che in Italia)
  • Birra al pub 3,65 euro
  • 1 mese di palestra nel quartiere degli affari 57 euro
  • 1 pacchetto di sigarette Marlboro 5,70 euro
  • Una bottiglia d’acqua da 0,33 1,82 euro

Il salario medio in Belgio si aggira intorno ai 3.000 euro lordi al mese (la disoccupazione, specie per alcune categorie, è molto bassa, ed i costi in proporzione agli stipendi sono senz’altro buoni).

Trovare lavoro in Belgio

Essendo uno dei Paesi dell’Unione Europea, il primo sito da consultare per trovare lavoro è quello dell’EURES, dove poter cercare tra le diverse opportunità professionali a disposizione dei cittadini europei.

Altri siti da consultare per lavorare in Belgio sono:

  • www.leforem.be
  • www.orbem.be
  • www.onem.be
  • www.vdab.be

Il Belgio poi ha un’ ottima rete di uffici di collocamento e tantissime agenzie per il lavoro contattabili anche dall’Italia, via Internet.

In Belgio chi desidera lavorare all’interno dell’amministrazione pubblica o nella diplomazia avrà più chances che altrove, con gli innumerevoli uffici istituzionali della sua capitale. E’ fondamentale arrivare in Belgio conoscendo almeno 2 lingue (inglese e francese, e magari anche l’olandese), per avere maggiori chances d’impiego, specie nei ruoli amministrativi appunto.

La presenza di sedi diplomatiche e di istituzioni comunitarie aiuta, anche grazie a diversi programmi UE, i laureati in materie economiche e giuridiche.

Vivere in Belgio: Pro e Contro

 Riassumendo dovreste andare a vivere in Belgio perchè:

  • E’ un Paese che offre tante possibilità, specie a chi è disposto ad imparare le lingue.
  • Ha un ottimo sistema sociale e sanitario
  • E’  un Paese pieno di storia e cultura
  • Nella capitale, Bruxelles, si possono incontrare persone provenienti da tutta Europa e da tutto il mondo
  • Ha un elevato tenore di vita
  • E’ vivace e molto variegato a livello culturale.

Per questo pur non essendo Bruxelles tra le capitali più gettonate, ci permettiamo di consigliare il trasferimento in Belgio per dire addio a corruzione, mafia, clientelismo e simili.

Trovare casa in Belgio

Una volta trasferiti definitivamente in Belgio, dovrete prendere la residenza per avere accesso a tutti i servizi sociali e pubblici che lo Stato mette a disposizione, e che sono nettamente migliori di quelli italiani (sussidi di disoccupazione compresi).

Essendo Bruxelles una città molto flessibile ed in continuo movimento, trovare una casa o una stanza in affitto è piuttosto semplice tra i tanti cartelli presenti in strada, gli annunci e le agenzie immobiliari.

Ecco comunque alcuni siti che potrebbero esservi utili nella vostra ricerca:

  • www.immoweb.be/fr
  • www.appartager.be

I cittadini dei Paesi membri dell’Unione Europea non hanno bisogno ovviamente di un visto o di un permesso di soggiorno per il Belgio, ma solo di una registrazione passati 90 giorni.

Chiudiamo con l’assicurazione sanitaria che in Belgio è obbligatoria, ma che è coperta dal proprio datore di lavoro o dal welfare pubblico in caso di disoccupazione o di difficoltà economiche.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro

CATEGORIES
Share This

Commenti