Al via i concorsi per l’assunzione di nuovi insegnanti

In arrivo concorsi pubblici per l'assunzione di nuovi insegnanti. 24 mila saranno inseriti nel comparto scuola già a settembre 2020

La ripartenza della scuola avverrà solamente a settembre, con le classiche lezioni in presenza. Fino ad allora gli alunni dovranno continuare con la didattica a distanza, in piena sicurezza dai contagi Coronavirus. Intanto, sono in arrivo concorsi pubblici per assumere nuovi insegnanti, da impiegare ad inizio anno scolastico.


La scuola in Italia riaprirà a settembre

scuola

Mentre l’Italia intera si prepara a passare alla fase 2, con la riapertura graduale e controllata di svariate attività, la scuola resterà chiusa ancora per un po’. Infatti, la ripartenza della normale didattica in presenza, sarà possibile solamente a settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico. Troppo pericoloso riaprire ora, in quanto si correrebbe un rischio elevato che nessuno può permettersi. In accordo su tale decisione sia il Premier Conte che la Ministra Azzolina. Intanto, si sta studiando una modalità in tutta sicurezza per permettere gli esami di Maturità in presenza, rispettando tutte le norme sulla sicurezza e sul distanziamento sociale. Non è tutto, in quanto la scuola si prepara alla Fase 2 con la pubblicazione di bandi di concorso per l’assunzione di nuovi insegnanti, di cui una parte sarà impiegata direttamente a settembre.

Nuove assunzioni nel settore scolastico

Il Governo e la Ministra Azzolina stanno lavorando alla Fase 2 della scuola, che prevede anche nuove assunzioni di insegnanti. In particolare si sta cercando di accelerare sui concorsi a cattedra, che sono ormai bloccati da quasi 2 anni. In tutto sono a disposizione ben 61.863 posti di lavoro, previsti da tre differenti bandi di concorso:

  • un concorso straordinario per le scuole medie e superiori;
  • due concorsi ordinari per la scuola dell’infanzia, primaria e per le secondarie di I e II grado.

Di tutti questi, almeno 24 mila posti saranno assegnati entro il mese di settembre 2020 grazie al concorso straordinario. Secondo i calcoli, le prime selezioni si svolgeranno ad agosto, e la maggior parte dei posti disponibili è concentrata nel Nord Italia. I nuovi insegnanti dovranno dunque essere pronti a spostarsi e rimanere nella sede scelta per almeno 5 anni.

Scuola e concorso straordinario

Vediamo di capire bene come si articolerà il concorso straordinario, da cui usciranno i nuovi insegnanti, da inserire nel comparto scuola direttamente a settembre 2020. Possono prendere parte a questa selezione, gli insegnanti precari non abilitati, che abbiano maturato 3 anni di servizio, anche non consecutivi, nel corso degli ultimi 12 anni. Inoltre, almeno uno dei 3 anni di esperienza, deve essere svolto nella stessa classe di concorso per cui ci si candida. Stando alle prime stime, saranno circa 77 mila i candidati al concorso straordinario. Per partecipare, bisogna inviare la domanda di partecipazione in una sola regione, dal 28 maggio 2020 al 3 luglio 2020 ed è possibile candidarsi sia per il sostegno che per il posto comune. Nel momento della presentazione della domanda bisogna versare un contributo di 40 euro.

La selezione consisterà in una sola prova scritta (per un massimo di 80 punti) in aggiunta alla valutazione del titolo di studio (massimo 20 punti, 3 per la laurea magistrale più 1 punto per ogni anno di servizio). Per superare il concorso bisogna ottenere un punteggio di 56/80.

L’abilitazione all’insegnamento

Tutti coloro che otterranno un punteggio di 56/80 ma non rientrano nei 24 mila posti messi a disposizione del concorso straordinario, potranno avere accesso ad una procedura straordinaria per ottenere l’abilitazione all’insegnamento. A tale procedura può partecipare chi ha 3 anni di servizio maturati nelle scuole statali o paritarie, facendo domanda dal 28 maggio 2020 al 3 luglio 2020. Per partecipare a tale procedura straordinaria per l’abilitazione all’insegnamento, bisogna, nel momento in cui si presenta la domanda, versare 15 euro.

Scuola e concorsi ordinari

Oltre al concorso straordinario, ci sono anche altri 2 concorsi ordinari. Questi saranno svolti in un secondo momento, per consentire altre assunzioni di notevole importanza nel comparto scuola. A questi possono partecipare gli abilitati oltre che ai semplici laureati, basta che siano in possesso dei 24 CFU nelle discipline di carattere antropo-psico-pedagogiche, nelle metodologie e tecnologie didattiche. Inoltre, al concorso per la scuola dell’infanzia e quella primaria, possono partecipare anche i semplici diplomati magistrali ante 2001/2002. Anche in questo caso, la domanda di partecipazione si presenta in una sola regione, da 15 giugno 2020 al 31 luglio 2020, versando il dovuto di 10 euro. Vanno superati gli scritti più la prova orale. Nel caso in cui i candidati superano di 4 volte il totale dei posti a disposizione, sarà prevista anche una prova preselettiva.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro



CATEGORIES
TAGS
Share This

Commenti

Wordpress (0)