Bollo auto e canone Rai: chi è esente dal versamento delle imposte?

Alcuni casi in cui è possibile non pagare il bollo auto ed il canone RAi. Chi è esente dal versamento dei tributi?

Il bollo auto ed il canone Rai sono sicuramente da considerare tra le tasse più odiate dagli italiani. Evitarne il pagamento farebbe risparmiare ai cittadini un sacco di soldi. Eppure, ci sono delle auto esonerate dal versamento, così come ci sono alcune categorie di cittadini che non sono tenute a pagare il canone Rai annuale.


Che cos’è il bollo auto

Il bollo auto è una delle imposte meno amate dagli italiani. Si tratta di una tassa regionale sul possesso di mezzi di trasporto a motore iscritti al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Stiamo parlando di un’imposta presente anche all’estero ma in Italia risulta essere più cara. Ad esempio, in Spagna il bollo auto si paga circa 2/3 in meno rispetto al nostro Paese. In Italia ogni anno le regioni, grazie a questa imposta riescono ad incassare la bellezza di 6,5 miliardi di euro circa. Il bollo auto coinvolge tutto il territorio nazionale ma è di competenza locale. Per questo motivo può succedere che nel Lazio questa tassa sia gestita in maniera diversa rispetto alla Lombardia o alla Campania. Ogni singola regione ha dunque il potere di attivare agevolazioni e di gestire l’imposta in maniera differente.

Bollo auto: una delle tasse più odiate dagli italiani

La tassa sul possesso dei veicoli a motore, interessa tutti gli automobilisti, anche coloro che praticamente non utilizzano il veicolo. Si tratta infatti di un imposta sul possesso dei mezzi regolarmente iscritti al Pubblico Registro Automobilistico. L’importo della tassa, che deve essere versata ogni anno, si calcola in base alla potenza del motore dei veicoli ma anche in base al grado di inquinamento con le relative emissioni di Co2. Tuttavia, anche se è un’imposta odiosa, ci sono dei casi in cui è possibile non pagare il tributo dovuto, in quanto entrano in azione particolari esenzioni. In altri casi è possibile beneficiare di sconti, risparmiando un sacco di soldi.

Esenzione bollo auto

Ci sono delle agevolazioni, sconti o esenzioni relative al bollo. Ad esempio, le auto elettriche, quelle a gas ed idrogeno sono esenti dalla tassa. Le vetture a GPL sono esonerate da questa imposta, anche se in questo caso le regole cambiano anno dopo anno e dipendono molto dalle singole regioni. Anche le automobili storiche non sono interessate dal bollo auto, tuttavia il proprietario di tali veicoli deve fare apposita richiesta di esenzione per evitare il versamento dell’imposta. Per le auto costruite da più di 30 anni, non adoperate per uso professionale ed esercizio attività d’impresa, l’esenzione del bollo è totale ed automatica. Diverso il discorso per le auto ultraventennali, le quali necessitano di un certificato di rilevanza storica che deve essere annotato sulla carta di circolazione. In tal caso è previsto uno sconto del 50% sull’imposta. I veicoli che non hanno il certificato di rilevanza storica ma possiedono un certificato di storicità ASI oppure FMI possono beneficiare di uno sconto pari al 10%. Anche i disabili che rientrano nella legge 104 sono esenti dal bollo.

Il canone Rai: i requisiti per evitare di pagarlo

Il canone Rai è un’imposta annuale che da qualche anno si paga con le bollette dell’elettricità. Il suo importo è infatti addebitato sulle fatture dell’energia elettrica che i contribuenti si trovano a pagare. Una strategia che ha lo scopo di limitare l’evasione dal versamento. Tuttavia, ci sono dei requisiti e particolari categorie di persone che possono evitare di pagare il canone Rai. In particolare per evitare in maniera legale di versare l’imposta annuale bisogna:

  • avere più di 75 anni;
  • un Isee con valore inferiore gli 8 mila euro.

Sono questi i requisiti essenziali che consentono ai cittadini di non versare l’imposta, senza il pericolo di incorrere in sanzioni e multe varie.

CATEGORIES
Share This

Commenti