Bonus assunzione 2020: ecco tutte le agevolazioni previste per il nuovo anno

Bonus assunzioni 2020 con tante misure a sostegno delle imprese che decidono di assumere nuova manodopera nel corso del prossimo anno. Ecco tutte le novità

Sono tanti i bonus assunzioni 2020, ossia una serie di agevolazioni e sgravi fiscali destinate alle aziende che si apprestano ad assumere nuovo personale nel 2020. Misure che puntano essenzialmente a combattere la disoccupazione ed a facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro a fine percorso formativo. Ecco i bonus per il nuovo anno ormai alle porte.


Lavorare diventa più facile con i bonus assunzione 2020

bonus assunzione 2020

La Legge di Bilancio recentemente approvata, ha introdotto due nuove agevolazioni per le imprese alla ricerca di forza lavoro. Trovare un’occupazione e soprattutto essere assunti dalle aziende è più facile, grazie a questi incentivi che hanno lo scopo di combattere o comunque ridurre la disoccupazione oltre a facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro per i giovani a fine percorso formativo. Sono davvero tante le misure che rientrano nel bonus assunzioni 2020, come ad esempio le agevolazioni per chi assume under 35, le donne, i laureati con la lode, i lavoratori in cassa integrazione e molto altro. Inoltre, sono previsti anche dei sostegni nei confronti delle micro imprese. Ecco tutti i bonus assunzioni previsti per il 2020.

Le agevolazioni a sostegno delle micro imprese che assumono laureati e diplomati

In arrivo aiuti e sostegni per le micro imprese che contano meno di 9 dipendenti, le quali decidono di assumere apprendisti di primo livello a partire dal 1° gennaio 2020. A queste spetta lo sgravio pari al 100% dei contributi effettivamente dovuti per i primi 3 anni di contratto. I contributi versati dopo il terzo anno, saranno soggetti ad un’aliquota del 10%. Si tratta di una misura che, oltre ad incentivare il programma di alternanza scuola lavoro, facilita l’ingresso nel mondo del lavoro dei giovani a fine percorso formativo. In sostanza, si punta ad un passaggio più facile dal mondo dell’istruzione di carattere professionale a quello del lavoro. Ed ancora, a chi assume dal 1° gennaio 2020 un laureato con la lode, spetta per un massimo di 12 mesi, l’esonero fino ad 8 mila euro dei contributi lavorativi.

Bonus assunzioni 2020 per gli under 35

Per le aziende che a partire dal 1° gennaio 2020 assumono con contratto a tempo indeterminato gli under 35, spettano sgravi fiscali pari al 50% della contribuzione a carico del datore, per un periodo totale di 36 mesi. Agevolazioni maggiori sono previste per chi assume a tempo indeterminato gli under 35, nel Sud Italia. In questo caso, alle imprese spetta l’esonero del 100% per 12 mesi, fino ad un massimo di 8.060 euro all’anno. Incentivare le assunzioni nei confronti dei giovani, dando loro la possibilità di trovare un’occupazione, diventa sempre più importante.

Inoltre, il Governo punta ad abbreviare i tempi necessari per ottenere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, dove la media italiana è di 14 mesi, contro la media europea di 8 mesi.

Le misure per l’apprendistato

Sgravi contributivi anche per chi assume tramite contratto di apprendistato i giovani con età compresa tra i 15 ed i 29 anni.  Infatti, per le piccole imprese con meno di 9 dipendenti, che assumono con tale tipologia contrattuale, l’aliquota previdenziale prevista per il primo anno è dell’1,5%. Questa passa al 3% nel corso del secondo anno ed arriva al 10% nel terzo anno. Per quanto riguarda le aziende che contano più di 9 dipendenti, l’aliquota prevista è sempre del 10%. Si tratta di una misura già presente, che la Legge di Bilancio ha confermato anche per il 2020.

Gli altri bonus assunzione 2020 per disoccupati e cassaintegrati

Ci sono diverse opzioni a disposizione per le aziende che decidono di assumere un disoccupato. Nel caso in cui il lavoratore assunto percepisce la Naspi, l’incentivo corrisponde al 20% della Naspi ancora non percepita, mentre si avrà lo sgravio fiscale del 50% nel caso in cui il datore di lavoro proceda con assunzioni di donne disoccupate, residenti al Sud oppure di soggetti privi di lavoro da almeno 1 anno. Ed ancora, sgravi contributivi del 10% per 12 mesi, rivolti alle aziende che assumono lavoratori in Cigs da almeno 3 mesi, mentre per i lavoratori che godono dell’assegno di ricollocazione, è previsto un esonero contributivo del 50% per 18 mesi.

Infine, sono state confermate le esenzioni contributive del 50% per le aziende che contano meno di 20 dipendenti ed assumono in sostituzione di lavoratrici in congedo, nuova manodopera con contratto a tempo determinato.

Cerchi un nuovo lavoro?

Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati su Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito):

SI, voglio offerte di lavoro

CATEGORIES
Share This

Commenti