Bonus bici e monopattini: al via le domande per richiedere l’incentivo fino a 500 euro

Dalle 9.00 di martedì 3 novembre è possibile accedere al portale per richiedere il bonus bici e monopattini fino a 500 euro. Ecco come

Da domani sarà possibile richiedere il bonus bici e monopattini, ossia l’incentivo economico fino a 500 euro. Si tratta di un vero e proprio click day, in quanto dalle ore 9.00 di martedì 3 novembre sarà attivo il portale predisposto dal ministro dell’Ambiente per la richiesta del bonus in questione. Ecco in cosa consiste e come richiederlo.


Che cos’è il bonus bici e monopattini?

bonus bici

Il bonus bici e monopattini è una misura di sostegno economico per tutti coloro che hanno acquistato biciclette, bici a pedalata assistita, monopattini e servizi di mobilità. Questo sostegno economico può arrivare a coprire fino al 60% dell’acquisto, il tutto per una spesa massima di 500 euro. Non tutti possono beneficiarne. Infatti, la misura si rivolge ai cittadini che risiedono nei Comuni con più di 50 mila abitanti o nei capoluoghi di provincia. Il Governo, per il periodo compreso tra il 4 maggio ed il 31 dicembre 2020 ha stanziato 210 milioni di euro, ipotizzando di riuscire a soddisfare circa 600 mila richieste. Secondo alcune stime i fondi potrebbero non essere sufficienti, dunque non tutti potranno beneficiare del bonus. In arrivo un vero e proprio click day per richiedere il beneficio.

Bonus bici e monopattini: in arrivo il click day

Arriva il click day per richiedere il bonus bici e monopattini. Dalle ore 9.00 di martedì 3 novembre sarà consentito l’accesso al portale appositamente predisposto dal ministero dell’Ambiente per richiedere il bonus bici e monopattini. Su tale portale bisognerà registrare la fattura o lo scontrino parlante in grado di dimostrare l’acquisto regolarmente effettuato. Il bonus sarà erogato in base all’inserimento delle fatture sul portale stesso, dunque non avrà alcuna rilevanza la data in cui è stato effettuato l’acquisto. Si tratta di un vero e proprio click day, dove i primi che arrivano sono sicuri di ricevere il bonus. In tutto questo c’è anche il rischio reale che il sistema informatico vada in tilt a causa dei tanti accessi.

Per evitare questo, è pronto un team attivato direttamente dal ministero, predisposto ad intervenire nel caso di problematiche varie. Non è tutto perché gli utenti che avranno bisogno di assistenza potranno rivolgersi al centralino del ministero, direttamente al numero: 06572221 oppure rivolgersi all’Urp tramite il numero 0657225722 o inviando una mail all’indirizzo: urp@miniambiente.it

Come richiedere il bonus

I soggetti che hanno acquistato bici, biciclette a pedalata assistita, monopattini ed altri servizi di mobilità, possono richiedere in maniera del tutto autonoma il bonus bici e monopattini. Bisognerà accedere all’applicazione e per fare questo è necessario possedere lo Spid. Si tratta dell’identità digitale necessaria non solo nella richiesta del bonus per tutti coloro che hanno già effettuato acquisti, ma serve anche a chi chiede un voucher da poter spendere entro 30 giorni. In ogni caso bisogna ricordare che non tutti gli operatori accettano questo voucher, perché l’adesione è di carattere totalmente volontario. Gli interessati dovranno registrarsi al portale tramite lo Spid. Tutti coloro che hanno già acquistato biciclette o monopattini, non dovranno fare altro che scannerizzare e caricare in formato pdf la fattura o scontrino parlante, andando a fornire le proprie coordinate bancarie per ricevere direttamente sull’Iban il rimborso spettante.

Il boom delle bici vendute

Sono state tante le bici ed i monopattini venduti nel periodo del lockdown. Infatti, secondo Confindustria Ancma, nel primo mese dopo il lockdown totale, si sono registrati circa 540 mila acquisti, con la concreta possibilità di raggiungere 1 milione di biciclette vendute entro la fine dell’anno. Il tutto senza tenere in considerazione la vendita dei monopattini che pure sono andati letteralmente a ruba. Intanto il ministero rende noto di aver raggiunto un accordo con il ministero dell’Economia per l’inserimento nella Legge di Bilancio di nuovi fondi in base alle richieste non evase. Sostegni economici di notevole importanza, per incentivare la popolazione all’acquisto di mezzi di trasporto green ed alternativi. In periodo di coronavirus diventa sempre più importante non affollare i mezzi di trasporto pubblici, optando per altro come bici, monopattini e biciclette a pedalata assistita.