Decreto Ristori: in arrivo nuove misure per sostene le imprese

Dopo il decreto Ristori sono in arrivo altre misure di sostegno economico alle imprese colpite dalla crisi che stiamo vivendo. Ecco quali sono

Dopo il decreto Ristori ed il Ristori bis ne arriveranno altri due per sostenere ed aiutare le imprese interessate dalla crisi economica. Tante realtà sono state costrette a chiudere o a limitare il proprio lavoro, con conseguenti perdite di fatturato. Il Governo lavora ad altri due decreti per sostenere le imprese in difficoltà.


Decreto Ristori e sostegni alle imprese

reddito di cittadinanza cumulabile con altre prestazioni a sostegno del reddito

La pandemia da coronavirus ha innescato non solo la crisi sanitaria ma anche quella economica. Con le varie misure restrittive, necessarie per contenere il numero dei contagi, sono tante le realtà professionali che hanno dovuto chiudere o limitare il proprio lavoro. Questo ha inevitabilmente provocato un rilevante e significativo calo del fatturato e degli introiti. Per evitare il peggio, il Governo ha messo in campo differenti misure di sostegno economico, destinate alle imprese, alle famiglie ed ai lavoratori. Dopo il decreto Ristori ed il Ristori Bis, arrivano altri due importanti decreti per sostenere le imprese in evidente difficoltà economica. Queste ulteriori misure saranno finanziate tramite lo scostamento di bilancio, che dovrà essere approvato dal Parlamento. A dare la conferma di questo terzo e quarto decreto Ristori è stata Maria Cecilia Guerra, la sottosegretaria all’Economia, che ha chiarito quali saranno le prossime mosse del Governo a sostegno delle imprese.

In arrivo nuove misure

Sta per arrivare un terzo e quarto decreto Ristori a sostegno delle imprese in difficoltà a causa del coronavirus. Una buona notizia per tutte quelle realtà professionali che negli ultimi mesi hanno avuto problemi economici a causa delle norme restrittive per limitare il numero dei contagi. Si inizia a parlare di nuovo di una lenta e progressiva riapertura di bar, ristoranti, pub, che hanno bisogno di aiuti e sostegni economici in questa particolare fase della pandemia. Bisogna cercare di sostenere la fragile economia italiana, attraverso riforme, misure, sostegni immediati e tempestivi.

Il terzo decreto Ristori?

Per poter beneficiare di ulteriori aiuti economici non sarà necessario aspettare molto. Prima di tutto, bisogna autorizzare lo scostamento di bilancio. Il voto in Parlamento è previsto per la prossima settimana. Solo dopo l’ufficializzazione a procedere, il Ministro dell’Economia potrà avviare il decreto Ristori tre. Questa misura sarà la continuazione delle precedenti. Infatti, molto probabilmente il decreto Ristori tre sarà una sorta di aggiunta al primo decreto. Ed ancora, il Governo potrebbe scegliere la via del maxi emendamento da presentarsi durante i lavori di conversione in legge del primo decreto Ristori. Tutto questo per poter garantire ulteriori aiuti economici a tutte le imprese bisognose. Tra le novità c’è l’aumento dei contributi a fondo perduto previsti. Ed ancora, nel maxi emendamento dovrebbero essere contenuti tutti i codici Ateco per cui è richiesto l’aumento della base da indennizzare.

Aumenta la platea dei beneficiari

Lo scopo del terzo e quarto decreto Ristori è anche quello di incrementare la platea dei beneficiari. Infatti, tante imprese e realtà professionali sono state tagliate fuori dai precedenti sostegni economici. Non a caso, con il maxi emendamento, nel decreto Ristori 3 dovrebbero rientrare i codici Ateco che inizialmente sono stati esclusi dagli aiuti. Questo consentirà a più realtà imprenditoriali la possibilità di accedere alla misura e beneficiare di sostegni indispensabili per riavviare la propria attività professionale in questo particolare periodo di crisi.

Il quarto decreto Ristori?

In previsione c’è un quarto decreto a sostegno delle imprese. Diversamente dai precedenti, quest’ultimo dovrebbe seguire un nuovo metodo ed approccio. In tale decreto sarà attuato un fondo perequativo, con la ridefinizione dei vari parametri che consentono l’accesso alla misura. Ed ancora, sarà modificato anche il periodo di riferimento estendendo la base del calo di fatturato. Cambiamenti che si rendono necessari per consentire a tanti di poter beneficiare delle misure di sostegno economico, perché ogni settore ha inevitabilmente risentito della crisi economica innescata dalla pandemia.