Garanzia Giovani, nuovo accordo Ministero Lavoro – Coldiretti: ecco cosa contiene

Interessante allargamento della Garanzia Giovani: siglato accordo con Coldiretti, aprendo oltre 100 opportunità per giovani agriweb advisor.

Nuovo passo in avanti del programma Garanzia Giovani, finalizzato a conferire a migliaia di giovani italiani la possibilità di un congruo ingresso nel mondo della formazione e del lavoro. Il Ministero del Lavoro ha infatti siglato un protocollo d’intesa con la Coldiretti, finalizzato a promuovere il progetto ‘Crescere in Digitale‘, promosso dal Ministero in collaborazione con Google e Unioncamere, e permettendo a oltre 100 giovani la possibilità di impegnarsi attivamente per la promozione della digitalizzazione delle imprese agricole.


garanzia giovaniStando a quanto ricorda il Ministero in un suo comunicato, i giovani agriweb advisor avranno l’occasione di lavorare nelle strutture Coldiretti presenti su tutto li territorio nazionale, con il compito “di promuovere i siti internet delle aziende agricole, sviluppare l’e-commerce e favorire la partecipazione ai social media”.

Oltre che dal Ministero, voci particolarmente soddisfatte si sono elevate dalla Coldiretti, con il presidente dell’associazione Roberto Moncalvo che ha ben sottolineato e apprezzato l’impegno del governo sull’uso dei voucher, affermando che “il settore agricolo è caratterizzato dalla forte stagionalità delle attività e conseguentemente la maggioranza delle imprese utilizza lavoratori stagionali” e aggiungendo che “l’agricoltura è l’unico settore che li ha utilizzati bene così come sono nati, cioè finalizzati alla raccolta”.

Tra i vari interventi che hanno preceduto la sigla dell’accordo, sono emersi diversi numeri di rilevanza. È stato ricordato, ad esempio, che nel primo trimestre 2016 è stato osservato un incremento del 12 per cento nel numero dei ragazzi al di sotto dei 35 anni che hanno scelto di lavorare nel settore agricolo, e che solamente il 61 per cento delle aziende agricole utilizza ogni giorno la rete per le proprie attività.

In merito, il ministro Poletti ha poi aggiunto che “i cambiamenti delle tecnologie sono incomparabili con quelli della legge. Abbiamo una grandiosa opportunità, ma dall’altra parte dobbiamo gestire la trasformazione e costruire strumenti da rendere ragionevolmente utilizzabili. Stiamo collegati alle esigenze che emergono e cerchiamo di fare in modo che la strumentazione pubblica sia accessibile. C’è una grande attenzione al mondo agricolo e Garanzia Giovani ci consente di creare nuove opportunità quindi lavoriamo con tutte le imprese, le associazioni e i gruppi che hanno qualcosa d’interessante da fare e vogliono lavorare con i giovani”. Per poterne sapere di più, vi invitiamo a consultare il sito internet del Ministero, nella pagina dedicata alla notizia.